Chiamate anonime: come effettuarle e come denunciarle

Chiamate anonime: come effettuarle e come denunciarle
5 (100%) 1 vote
di | 23-05-2017 | Telefonia

Possono essere degli scherzi, delle proposte commerciali, ma possono anche rappresentare delle vere e proprie minacce e persecuzioni via telefono, a seconda delle intenzioni di chi le effettua: stiamo parlando delle cosiddette chiamate anonime, ossia quelle telefonate che non hanno alcun numero di telefono visibile al destinatario. Quante volte vi è capitato di ricevere delle chiamate con numero sconosciuto, infastidendovi più volte e senza la possibilità di capire di chi fosse l’utente chiamante? È possibile denunciarle, nel caso in cui rappresentassero una violazione della legge per i suoi contenuti?

Vogliamo dire innanzitutto che, nel caso in cui le telefonate con numero sconosciuto rappresentino minacce, stalking, molestie gravi e minacce alla propria incolumità, magari insistenti e prolungate nel tempo, non esitate un solo secondo a rivolgervi alle autorità: denunciate subito il fatto, così che gli inquirenti possano attivarsi immediatamente e fornirvi tutto il supporto necessario per la vostra protezione.

Se, invece, volete capire chi si nasconde dietro alle chiamate anonime più “innocue”, ma che vi tormentano, oppure volete raccogliere informazioni prima di sporgere denuncia, sappiate che vi sono delle possibili soluzioni: vediamole da vicino.

Attraverso gli operatori telefonici

Una soluzione potrebbe essere quella di richiedere all’operatore il dettaglio delle chiamate, rendendo visibili i numeri sconosciuti, o attivare un’opzione ad hoc chiamata Override. Quest’ultima ha un costo abbastanza alto: per 15 giorni il prezzo è di 30 euro e il gioco potrebbe non valere la candela. Se siete comunque intenzionati a provare il servizio potete richiedere maggiori informazioni al servizio clienti del vostro operatore. Qui in basso trovate il link per conoscere i customer care delle compagnie telefoniche più importanti del nostro Paese:

Come parlare con un operatore Vodafone

Come parlare con un operatore TIM

Come parlare con un operatore Tre

Come parlare con un operatore Wind

Come parlare con un operatore PosteMobile

Chiamate anonime smascherate con Whooming

Un altro interessante sistema per scoprire il numero dietro alle chiamate anonime prende il nome di Whooming: è un servizio molto interessante, pensato proprio per difendere l’utente da chiamate indesiderate, stalker e scherzi telefonici effettuati con numero privato. Il funzionamento del servizio è semplicissimo: l’app di Whooming, dopo aver rifiutato la chiamata anonima per la prima volta con il tasto dedicato presente nel software, al secondo tentativo sarà in grado di rendere visibile il numero del disturbatore.

Non solo: grazie alla funzione di registrazione della chiamata di disturbo potrete archiviare la comunicazione con il disturbatore, ignaro di avere il numero scoperto. In questo modo avrete un’arma in più nel caso in cui i contenuti della chiamata siano passibili di denunce. Potrebbe, ad esempio, essere molto utile in caso di stalking o molestie: Whooming vi permetterà di raccogliere materiale utile per incriminare il malintenzionato.

Per utilizzare Whooming è necessaria una registrazione gratuita, che potrà essere fatta sul sito www.whooming.com, utilizzando un normale indirizzo di posta elettronica oppure il proprio account di Facebook. Seguendo la procedura per la registrazione e la configurazione del vostro numero sarete in grado di utilizzare l’app per scoprire i numeri nascosti nelle chiamate anonime.

Altre applicazioni

Un’altra applicazione abbastanza nota e utilizzata è Sync.Me. E’ un sistema che utilizza come database per identificare i numeri l’immensa rubrica di WhatsApp: proprio per questo motivo è necessario avere installata anche quest’ultima per poter far funzionare il servizio. In realtà, però, con Sync.Me apparirà il nome del chiamante solo se il numero è registrato al servizio WhatsApp. Non è chiaro, invece, se le chiamate anonime possono essere riconosciute con il sistema, ma dubitiamo riesca nell’intento. Inoltre Sync.Me è a pagamento: il profilo base richiede ben 6,95 dollari per una sola ricerca.

Su iOS e Android trovate anche altre applicazioni molto utili per smascherare dei numeri non registrati sulla rubrica e/o appartenenti a società di call center, che vi permettono non solo di identificarle, ma anche di bloccarle: tra le più utilizzate abbiamo Chi Chiama, Tellows, Dovrei rispondere?, TrueCaller, etc… Potete anche sfruttare il sistema di blacklist presente sul vostro cellulare (se presente), per bloccare le telefonate da numeri indesiderati.

Purtroppo, sia le app che la blacklist, non sono efficaci contro i numeri sconosciuti: per ora solo Whooming e Override sembrano riuscire nell’intento di svelare gli sconosciuti delle chiamate anonime.

Come effettuare una chiamata anonima

Per poter effettuare una chiamata anonima, così da evitare che il vostro numero compaia al destinatario, è sufficiente digitare il codice #31# prima del numero che volete chiamare. Ad esempio, se il numero è 3953923XXX, bisognerà digitare #31#3953923XXX.

Un altro metodo meno macchinoso potrebbe essere quello di nascondere l’ID chiamante direttamente dalle impostazioni del vostro smartphone. Entrate nelle Impostazioni del telefono disattivate questa opzione. La procedura varia a seconda del sistema operativo utilizzato:

  • su Android: dialer (il tastierino per chiamare) – Impostazioni – Chiamate – Altre impostazioni – ID chiamante – Nascondi numero;
  • su iPhone: Impostazioni – Telefono – Mostra ID chiamante – OFF;
  • su Windows Phone: dialer – Impostazioni – Mostra il mio numero a – Nessuno.

Per effettuare delle telefonate anonime tramite numero fisso, invece, è sufficiente digitare il codice *67# prima del numero. Sappiate, comunque, che l’utente che state chiamando potrebbe avere un sistema per il riconoscimento del vostro numero: non sarete mai certi, quindi, della vostra “invisibilità” telefonica.

Come denunciare

Se siete stufi delle continue e insistenti chiamate anonime e volete denunciare la cosa, potete utilizzare uno o più servizi che vi abbiamo segnalato in precedenza per raccogliere tutto il materiale possibile, per poi consegnarlo alle autorità (Carabinieri o Polizia). Le forze dell’ordine vi aiuteranno a trovare una soluzione e a compilare i moduli necessari per sporgere denuncia. La richiesta dovrà avvenire entro 90 giorni dalla ricezione dell’ultima telefonata.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995