Iliad in Italia: cosa sappiamo finora. Le ultime sul nuovo operatore mobile

Iliad in Italia: cosa sappiamo finora. Le ultime sul nuovo operatore mobile
5 (100%) 2 votes
di | 10-04-2018 | Cellulari, Telefonia

Le notizie attorno a Free Mobile – più precisamente a Iliad, perché questo sarà probabilmente il nome del nuovo operatore mobile che arriverà in Italia – si sono fatte sempre più interessanti fin dall’annuncio del futuro esordio nel nostro Paese. Tuttavia la confusione riguardo al lancio effettivo delle offerte della compagnia più attesa dell’anno regna sovrana, a causa degli innumerevoli rumors e delle dichiarazioni più o meno ufficiali fatte da esponenti dell’azienda francese. Cerchiamo, quindi, di capire a che punto siamo, rispondendo ad alcune delle domande più fatte in merito all’argomento.

Quando arriverà Iliad in Italia?

Prima di questo mese erano circolate voci su un possibile esordio di Iliad già da aprile: in realtà la confusione era nata dalla notizia relativa all’introduzione della portabilità verso questo nuovo operatore nelle procedure delle compagnie già presenti sul mercato a partire dal 2 aprile. Da questo mese, quindi, viene garantito il passaggio verso Iliad dal punto di vista tecnico, preparando così il terreno prima dell’arrivo dell’operatore.

In realtà non ci sono ancora date ufficiali, ma le ultime indiscrezioni ipotizzano il lancio definitivo a giugno: vedremo se nelle prossime settimane vi saranno delle novità in merito.

Come sarà la copertura Iliad?

Un’altra domanda frequente riguarda uno degli aspetti principali per un utente, ossia la copertura Iliad: avrà una rete propria o si appoggerà ad altri operatori? E quanto sarà estesa? La società sta investendo molto su questo punto e già in questi giorni in alcune zone della penisola le infrastrutture sono raddoppiate. La copertura è già presente, inoltre, in molti centri, anche piccoli, dell’Italia.

Ovviamente è impensabile che in così poco tempo Iliad riesca a coprire completamente con le proprie antenne l’intero Paese: ecco perché da mesi è stato già raggiunto un accordo con Wind Tre per avere l’accesso alle reti attraverso il roaming nazionale: come previsto anche dall’UE come garanzia alla concorrenza dopo il via libera alla fusione tra H3G e Wind, il nuovo operatore potrà utilizzare le reti di questi ultimi, rendendo capillare fin da subito la diffusione del segnale Iliad.

L’appoggio al roaming nazionale di Wind Tre riguarderà tutte le reti, dal 2G al 4G, fino alle prossime 5G. Grazie al sistema di ran sharing (una sorta di “roaming di nuova generazione”, per semplificare e non entrare troppo in ambito tecnico), l’operatore avrà comunque una rete separata, pur appoggiandosi a Wind Tre.

Iliad continuerà comunque a lavorare per ampliare e potenziare le proprie reti durante i prossimi anni.

Come si potrà diventare cliente Iliad?

Per ora non vi sono informazioni chiare in merito al numero di negozi che verranno aperti a marchio Iliad sul territorio nazionale: notizia di queste ore è l’imminente apertura a Roma, precisamente nel Centro Commerciale Roma Est, di un primo store fisico dell’operatore, a cui ne seguiranno anche altri.

Viene confermata, inoltre, la notizia dell’introduzione di distributori automatici di sim Iliad, cosi come avviene già in Francia per Free Mobile: inizialmente troveremo questi impianti nei centri commerciali Auchan, ma non si escluderà l’arrivo anche in altre aree.

Immaginiamo, inoltre, la possibilità di richiesta di nuove sim o portabilità anche online tramite il sito ufficiale dell’operatore.

Tariffe Iliad: come saranno?

Purtroppo non abbiamo ancora delle tariffe ufficiali, né notizie chiare in merito alle offerte che Iliad lancerà in Italia. Secondo Benedetto Levi, l’amministratore delegato della compagnia nel nostro Paese, saranno prezzi che stupiranno, ultra competitivi ed estremamente trasparenti. Niente costi nascosti o vincoli incomprensibili, quindi: saranno tariffe smartphone semplici e accessibili a tutti.

I primi rumors di qualche tempo fa riferivano di una tariffa tutto compreso a partire da meno di 2 euro al mese con un buon numero di traffico dati: peccato che molti siti di settore facessero confusione tra 50 MB e 50 GB, una differenza enorme che renderebbe la tariffa più o meno interessante.

Non ci resta altro da fare, quindi, che attendere altre notizie e avere maggiori informazioni su quando arriverà e quale sarà l’offerta Iliad in Italia. Noi vi terremo informati, come sempre, sulle pagine di ComparaSemplice.it nel caso in cui vi fossero news degne di nota.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV