Roaming dati: grandi vantaggi per chi viaggia all’estero

Roaming dati: grandi vantaggi per chi viaggia all’estero
Il post ti è stato utile?
di | 10-05-2016 | Cellulari, Telefonia

Viaggiatori gioite! Dal 30 aprile i costi del roaming internazionale si sono abbassati, d’ora in poi chiamare e ricevere telefonate dall’estero, così come inviare SMS e navigare su internet non avrà più i costi esorbitanti del passato!

Roaming dati

Vediamo in dettaglio quali novità questa decisione del Parlamento Europeo comporta per le nostre tasche e come si strutturerà in seguito l’abolizione delle tariffe del roaming.

Riduzione costi roaming dati

Il Parlamento Europeo ha fissato i massimali di spesa per quanto riguarda il sovraprezzo che gli operatori telefonici possono applicare. In parole più semplici, all’estero vi troverete a pagare al massimo:

  • 5 centesimi in più per le chiamate
  • 2 centesimi in più per i messaggi
  • 5 centesimi a Megabyte per il traffico dati

Riduzione costi roaming dati: verso l’abolizione completa?

Questa decisione è presa in vista della totale e completa abolizione dei costi di roaming internazionale a partire dal 15 giugno 21017. Dalla quella data in poi, sia che vuoi siate a Helsinki sia che vi troviate su un isola greca al sole, le telefonate, gli SMS e il traffico dati avranno lo stesso prezzo.

L’obiettivo di questa innovazione nel settore delle comunicazioni europee è quello di tutelare i consumatori. Secondo quanto si legge nel regolamento numero 531/2012:  “il presente regolamento istituisce un approccio comune destinato a garantire che gli utenti delle reti pubbliche di telefonia mobile che viaggiano all’interno della Comunità non paghino prezzi eccessivi per i servizi vocali di roaming intracomunitario quando effettuano e ricevono chiamate, contribuendo in tal modo al corretto funzionamento del mercato interno e conseguendo nel contempo un elevato livello di tutela dei consumatori”.

Da queste righe si capisce come l’obiettivo della Comunità Europea sia quello di tutelare i consumatori e di favorire la libera circolazione dei servizi all’interno della stessa comunità.
Il processo di riduzione dei ricarichi sulle tariffe di telefonia mobile è in atto dal 2007 e nel corso di quasi 10 anni ha portato alla riduzione di circa l’80% delle tariffe.

Riduzione costi roaming dati: il futuro

Ma non è tutto oro quel che luccica: dal 2017 infatti l’abolizione del roaming dati internazionale potrebbe anche non essere totale. Alcuni operatori potrebbero infatti fissare dei tetti massimi di chiamate, SMS e traffico dati oltre i quali far comunque pagare delle tariffe aggiuntive, che potrebbero essere attivate in caso di superamento delle soglie previsto.
Se siete già in partenza per l’estero e volete sapere come potete continuare a usare il vostro smartphone senza incorrere in bollette salatissime, leggete subito il nostro articolo: come risparmiare sui costi navigando all’estero.

Se invece volete dare un’occhiata alle tariffe Adsl che prevedono al loro interno anche piani mobili (comprensivi di chiamate da e verso l’estero) dovete assolutamente consultare i comparatori di tariffe di ComparaSemplice.it!

Confronta offerte ADSL e Fibra ottica: tutti i fornitori a confronto!

0321.085995