Disdetta TIM

di | 25-08-2021 | Fibra, Internet ADSL e Fibra, TIM

Avete deciso di cambiare operatore su fisso o di dismettere la linea perché TIM non vi soddisfa più? Fortunatamente, grazie soprattutto alle delibere AGCOM su questo tema, è possibile disdire il contratto senza dover pagare costi di disattivazione esagerati. Bisogna però tenere in considerazione i vincoli contrattuali che alcuni provider, Telecom Italia compreso, prevedono. Quanto costa recedere da TIM, quindi?

Disdetta TIM
Confronta

Se avete cominciato a leggere questa guida state pensando di effettuare una disdetta TIM perché siete insoddisfatti del servizio o perché avete trovato delle promozioni molto più interessanti e convenienti. Non sapete, però, qual è la procedura da seguire in questi casi, quali costi sono previsti in caso di migrazione o dismissione della linea e quali sono i vincoli di un contratto TIM.

Nei prossimi paragrafi scopriremo qual è la permanenza minima da rispettare per minimizzare i costi di disdetta e quali sono i contributi fissi da sostenere in caso di recesso. È bene ricordare che la domanda di disdetta TIM dev’essere presentata solo nel caso in cui si vuole disattivare definitivamente la linea e generalmente ciò comporta la perdita del numero di telefono. In caso di passaggio ad altro operatore (migrazione), invece, sarà il nuovo provider ad occuparsi di tutte le pratiche relative alla chiusura del contratto, subito dopo la richiesta di attivazione della nuova offerta: con la portabilità del numero, quindi, non bisognerà presentare alcuna disdetta.

Sommario

Vincoli di permanenza TIM casa

Le principali tariffe per il fisso del provider (TIM Super ADSL, TIM Super Mega e TIM Fibra) prevedono solitamente due principali vincoli:

  • 24 mesi per avere l’attivazione compresa, anziché pagare 10 euro al mese per 2 anni;
  • 48 mesi per azzerare il costo del modem in vendita abbinata, anziché 5 euro al mese per 48 rinnovi.

Le offerte TIM Super con modem incluso, quindi, hanno una durata minima contrattuale di 48 mesi, mentre la versione senza senza modem prevede 24 mesi di vincolo.

Documenti per disdetta TIM

Per presentare una disdetta TIM è importante tenere a portata di mano i seguenti documenti:

  • la fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
  • il codice cliente TIM (che si trova sulla fattura o sull’area MyTIM);
  • un modulo disdetta TIM per la linea fissa.

Disdetta TIM: come si fa?

Per inoltrare la domanda è sufficiente inviare il modulo disdetta TIM compilato e accompagnato dalla fotocopia del documento di identità, attraverso uno dei seguenti canali:

  • via posta, tramite raccomandata A/R, all’indirizzo TIM SPA – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma);
  • via fax al numero 800 000 187;
  • via PEC all’indirizzo disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it.

In alternativa potete chiamare il numero dell’assistenza clienti TIM 187 e digitare 1 dopo la risposta della voce guida, così da poter ricevere subito il supporto di un addetto del costumer care.

Un altro metodo per presentare una domanda di disdetta TIM è recandosi personalmente presso un negozio del provider e portando con sé la documentazione necessaria (un documento di identità e una fattura del provider).

Disdetta TIM quanto costa?

Come tutti i provider, anche Telecom Italia applica comunque un contributo di disattivazione in caso di migrazione o dismissione della linea, pur rispettando i vincoli contrattuali:

  • 5 euro una tantum in caso di passaggio ad altro operatore (migrazione);
  • 30 euro una tantum se si sceglie di disattivare il servizio (dismissione della linea).

In caso di recesso anticipato, a tali costi dovranno essere aggiunte le rate residue relative all’attivazione e/o al modem:

  • 10 euro al mese per ogni mensilità restante ai 24 rinnovi;
  • 5 euro al mese per ogni mensilità rimanente alle 48 rate.

Se, ad esempio, avete sottoscritto un piano TIM Super Fibra con modem incluso a settembre 2021 e avete deciso di cambiare provider a febbraio 2022, i costi da pagare saranno i seguenti:

  • 5 euro come contributo per la migrazione;
  • 10 euro per ogni mese restante dell’attivazione, pari a 190 euro;
  • 5 euro per ogni mensilità restante della rata del modem, pari a 215 euro.

In totale, quindi, la cifra da sostenere in questo esempio per la disdetta TIM è 410 euro. Non si tratta di una penale per il recesso anticipato, bensì di contributi previsti da contratto e sottoscritti dallo stesso cliente.

Una disdetta TIM fibra dopo 24 mesi o 48 rinnovi, quindi, sarà decisamente meno onerosa, poiché verranno rispettati i due principali vincoli previsti da piano e le rate relative al modem e all’attivazione saranno totalmente azzerate.

Disdetta TIM gratis: quando è possibile?

Ci sono dei casi in cui è possibile disdire il contratto TIM senza alcun costo, anche con recesso anticipato:

  • se si effettua la disdetta entro i primi 14 giorni, approfittando del diritto di recesso garantito a tutti i consumatori;
  • se il provider modifica le condizioni di contratto in modo unilaterale durante il periodo di vincolo contrattuale.
  • se il provider non rispetta le condizioni contrattuali sottoscritte con il cliente (ad esempio se non rispetta la velocità Internet minima garantita da TIM per quella specifica offerta).

Disdetta TIM tempistiche

La disdetta TIM dovrà avvenire entro e non oltre 30 giorni dall’accoglimento della richiesta da parte del provider. È importante, quindi, presentarla con un adeguato anticipo se si ha una certa urgenza di chiudere la linea.

Disdetta TIM entro 14 giorni (diritto di ripensamento)

Come abbiamo accennato in precedenza, il Codice di Consumo permette al cliente di recedere dal contratto gratuitamente, senza costi o penali, grazie al cosiddetto “Diritto di ripensamento”.

In questo caso è necessario scaricare e compilare un modulo di recesso e inviarlo al numero di fax 800 000 187. I moduli variano a seconda della tipologia di attivazione effettuata:

Come avrete già intuito, il Diritto di ripensamento vale solo per le richieste di disdetta presentate entro 14 giorni dall’attivazione del servizio.

Disdetta TIM per decesso

Se l’intestatario del servizio TIM viene a mancare e si desidera effettuare una richiesta di disdetta per decesso, è consigliabile contattare il servizio clienti al numero 187 e parlare con un operatore.
Una volta spiegata la situazione, il customer care fornirà tutte le informazioni su come presentare la richiesta e le possibili alternative.

In alternativa è possibile recarsi personalmente presso il negozio TIM più vicino oppure compilare il modulo disdetta TIM per decesso titolare e inviarlo tramite raccomandata A/R all’indirizzo TIM –  Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma).

Per presentare una disdetta TIM per decesso, potrebbe essere utile tenere a portata di mano i seguenti documenti:

  • il codice cliente del precedente intestatario;
  • un documento di identità dell’intestatario;
  • il certificato di morte.

Per quanto riguarda le tempistiche, una disdetta TIM per decesso necessita di circa 30 giorni dall’accoglimento della richiesta, esattamente come per una normale disdetta. Anche il costo è lo stesso previsto per la dismissione della linea, 30 euro una tantum.

Subentro TIM

Se non si vuole perdere la linea telefonica di un numero fisso TIM appartenuto ad una persona deceduta o se ci si trasferisce in un’abitazione con una linea Telecom già attiva è possibile effettuare un subentro, cioè modificare l’intestatario della linea telefonica di casa. È un’operazione gratuita nel caso di subentro familiare o tra coniugi separati) oppure a pagamento.

Subentro gratuito per familiari e parenti

Nel caso di un subentro tra familiari, è necessario telefonare il servizio clienti 187 oppure compilare il modulo subentro TIM tra familiari che trovate online sul sito della compagnia (verrà richiesto il login all’area MyTIM per visualizzarlo).

In alternativa è possibile recarsi personalmente presso un negozio TIM, portando con sè i documenti e i dati del nuovo e dell’attuale intestatario della linea.

Subentro oneroso

Se, invece, volete effettuare un subentro ma non siete familiari, potete compilare il modulo subentro TIM sa pagamento e inviarlo via fax al numero 800 000 187. In alternativa è possibile spedirlo via posta, tramite raccomandata A/R, all’indirizzo TIM –  Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma).

Sul file da scaricare troverete tutte le informazioni su come inoltrare la richiesta e sui moduli da allegare alla domanda.

Trasloco TIM

Per effettuare un trasloco della linea TIM casa (ad esempio in caso di trasferimento in una casa nuova nella stessa città o in un Comune differente) non è necessario presentare alcuna domanda di disdetta. Per gestire la domanda è sufficiente accedere nell’Area Clienti MyTIM, andare su Linea, Gestisci e Trasloca, inserendo tutti i dati richiesti e seguendo fino alla fine della procedura.

In alternativa si può contattare direttamente l’assistenza clienti al numero 187 per parlare direttamente con un operatore.

Il trasloco necessita di circa 10 giorni lavorativi a partire dalla richiesta. In caso di ritardi sarà lo stesso customer care ad informare il cliente e a tenerlo aggiornato sulle tempistiche.

Per quanto riguarda i costi, sul sito ufficiale dell’operatore leggiamo che “a partire dal 27 maggio 2019, in via promozionale, sono stati azzerati i costi per il cliente relativi al Trasloco. La fatturazione del canone e dei servizi telefonici attivi presso la tua vecchia abitazione proseguirà fino all’attivazione della linea presso la nuova abitazione da te indicata”.

Disdetta TIM Mobile

Per quanto riguarda le sim TIM, siolitamente non è necessario presentare alcuna richiesta specifica: è sufficiente non ricaricare la scheda per 12 mesi consecutivi per farla scadere. Negli 11 mesi successivi il cliente può richiedere la riattivazione al 119 per non perdere definitivamente il numero.

In alternativa si può optare per il passaggio ad un altro operatore, approfittando delle numerose promozioni dedicate a coloro che effettuano la portabilità del numero mobile. Anche in questo caso non è necessario presentare alcuna disdetta TIM Mobile.

Abbiamo visto quanto è facile fare una disdetta TIM, quali sono i moduli e i documenti da presentare, quanto costa la richiesta e quando è possibile farla gratuitamente. Se avete ancora dubbi o problemi relativi alla presentazione della richiesta, contattate l’assistenza clienti del provider al numero 187 oppure lasciate un messaggio privato su uno dei canali social di TIM (Twitter o Facebook).

Se, invece, state pensando di cambiare operatore fisso ma non avete ancora trovato la soluzione migliore, scrivete a info@comparasemplice.it oppure aprite una live chat su ComparaSemplice.it: un nostro esperto sarà a vostra completa disposizione, senza costi né impegni d’acquisto, per guidarvi nella ricerca dell’offerta Internet casa più adatta alle vostre effettive necessità ed esigenze.

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.