Coronavirus: partita Juve-Inter in chiaro? Cosa c’è da sapere

di | 26-02-2020 | TV

Gli allarmi sul Coronavirus e le misure di sicurezza dispiegate nel nostro Paese, specialmente in Nord Italia (dove sono presenti i focolai del virus), hanno spinto all’annullamento e al rinvio di eventi, concerti e manifestazioni, comprese alcune partite della Serie A di calco. Attualmente il match scudetto Juve – Inter, in agenda per domenica 1° marzo, non è stato cancellato, ma sarà una partita a porte chiuse. Tuttavia a tenere banco in questi ultimi giorni c’è l’ipotesi di trasmettere in chiaro l’attesissimo scontro al vertice: è davvero possibile?

Sommario

Ok da Sky per trasmettere in chiaro la partita

Secondo quanto riportato dall’Ansa, pare che Sky abbia dato la disponibilità a trasmettere la partita Juventus – Inter in chiaro attraverso il canale del digitale terrestre TV8, per venire incontro alla situazione eccezionale che si è creata in queste ultime settimane con il Coronavirus e che ha portato al divieto delle manifestazioni sportive aperte al pubblico in ben 6 regioni, Piemonte compreso.

Legge Melandri, canali concorrenti e Governo: gli ostacoli alla trasmissione

La FIGC pare condividere e appoggiare la posizione di Sky, mentre la Lega non ha ancora preso una posizione in merito: il problema principale, infatti, sarebbe legato alla normativa che prevedrebbe la trasmissione di una partita in chiaro solo in casi eccezionali, ad esempio legate alla sicurezza e all’ordine pubblico. In pratica, secondo la legge Melandri, non è possibile trasmettere in chiaro la partita. L’unica chance, quindi, sarebbe l’intervento diretto del Governo, attraverso un decreto legge.

Ovviamente una scelta di questo tipo potrebbe scatenare la risposta degli altri network, come ad esempio RAI e Mediaset, i quali verrebbero chiaramente penalizzati.

Rimborso biglietti Juve-Inter: cosa succede

In merito ai dubbi sulla possibilità o meno di trasmettere in chiaro Juve – Inter c’è anche il problema di chi il biglietto per vedere la partita allo stadio lo ha già acquistato o è un abbonato: come segnala Salvatore Riggio sul Corriere della Sera, infatti, diverse società, tra cui anche la Juventus, non prevedono rimborsi quando l’impossibilità di accedere allo stadio sia causata da un evento di cui la società non è responsabile.

In realtà neppure l’Inter prevede il diritto di rimborso in questi casi, ma ha comunque deciso di riconoscerlo per i tifosi che avevano acquistato i biglietti per il match di Europa League contro il Ludogorets, che si terrà domani a Milano a porte chiuse, sempre a causa dell’allarme Coronavirus.

Non è chiaro se Agnelli e la società bianconera decideranno di superare il regolamento sui rimborsi come fatto dalla squadra milanese o se potrebbero esservi addirittura pressioni dall’esterno: diverse associazioni di consumatori, tra cui il Codacons, sono già sul piede di guerra e, inoltre, l’Antitrust ha aperto un’istruttoria contro le nove società della serie maggiore che non prevedono i rimborsi (oltre alla Juventus e all’Inter figurano Atalanta, Brescia, Genoa, Lecce, Roma, Sampdoria, Spal e Udinese).

Nuova ipotesi: partita Juve-Inter a porte aperte lunedì

L’intervento del Governo, quindi, sarebbe l’unico modo per ottenere il via libera a trasmettere la partita ma, almeno per ora, non vi sono state aperture in merito. Intanto, in queste ultime ore, avanza una nuova ipotesi: il quotidiano La Stampa riferisce di un possibile rinvio del match a lunedì, per consentire di disputare la partita a porte aperte, tenendo conto che i provvedimenti del Governo in merito al Coronavirus dovrebbero scadere proprio domenica (salvo ulteriori proroghe).

Insomma, le possibilità che la partita Juve – Inter possa essere trasmessa in chiaro sul canale 8 da parte di Sky non sembrerebbero molte, a causa di una normativa sui diritti TV che lo impedisce e di una concorrenza che potrebbe sollevare ulteriori problemi dal punto di vista legale e commerciale. Vedremo se in questi tre giorni che ci separano dal “derby d’Italia” avremo delle ulteriori novità.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.