Decoder TV: Decoder digitale terrestre o satellitare?

Decoder TV: Decoder digitale terrestre o satellitare?
2 (40%) 4 votes
di | 17-12-2016 | TV

decoder-tvIl mondo è pieno di forti rivalità e in quello delle pay TV uno dei dilemmi più diffusi riguarda l’acquisto del decoder TV: decoder satellitare o decoder digitale terrestre? Quali sono le differenze tra i due dispositivi? Quali i vantaggi e gli svantaggi nella scelta di un modello di decoder TV piuttosto che di un altro? La maggior parte delle persone – soprattutto chi ha confidenza con le nuove tecnologie – ha già le sue preferenze e difficilmente cambierebbe idea, ma per tutti coloro che invece sono indecisi o semplicemente meno informati, il dibattito è aperto e confuso anche se appassionante. In realtà, il decoder satellitare e il decoder digitale terrestre sono due apparecchi molto simili tra loro e la scelta di uno o dell’altro dipende principalmente da quanto si è intenzionati a spendere e dalla tipologia di contenuti televisivi che vorremmo guardare. Entrambi i dispositivi sono molto amati e odiati allo stesso tempo ed entrambi hanno vantaggi e svantaggi, per cui optare per l’uno o l’altro sarà sempre il frutto di una decisione personale. Ma vediamo le differenze tra il decoder TV satellitare e il decoder TV digitale terrestre per capire meglio pregi e difetti di entrambi.

Decoder TV : Cosa è e a cosa serve?

Prima di passare al vaglio tutte le differenze tra decoder satellitare e decoder digitale terrestre, vediamo cosa è un decoder TV e a cosa serve. Un decoder TV è un dispositivo che permette agli apparecchi televisivi di trasmettere suoni e immagini. Un tempo, quando i canali venivano trasmessi tramite onde radio, per poter guardare la TV, era sufficiente collegare al proprio televisore l’antenna e sintonizzarsi sulle frequenze televisive. Dopo la rivoluzione del digitale terrestre disposta dall’Unione Europea e la conseguente liberalizzazione del mercato televisivo, la tecnologia che permette la trasmissione del segnale televisivo è profondamente cambiata. Da allora abbiamo assistito, all’interno del mercato televisivo, a una costante proliferazione di dispositivi, spesso anche molto diversi tra loro, per la fruizione della TV. Tra questi dispositivi troviamo appunto il decoder TV, un apparecchio che collegato al proprio televisore, decodifica il segnale ricevuto o dall’antenna o dal satellite e lo trasmette sullo schermo della televisione. Dunque, a seconda della fonte del segnale televisivo, antenna o satellite, si distinguono il decoder digitale terrestre e il decoder satellitare.

Che differenza c’è fra il decoder digitale terrestre e il decoder satellitare?

La differenza sostanziale tra i due modelli di decoder TV – digitale terrestre e satellitare – sta nel tipo di segnale televisivo che i due apparecchi ricevono. Se il segnale televisivo arriva da antenne poste sulla superficie terrestre, allora avremo bisogno di un decoder digitale terrestre. Se invece il segnale televisivo proviene da satelliti geostazionari, allora avremo bisogno di un decoder satellitare. Mentre il decoder digitale terrestre decodifica il segnale che arriva dalle normali antenne televisive, il decoder satellitare decodifica il segnale che proviene da un satellite per cui in questo caso sarà necessaria anche un’antenna parabolica. In sostanza, il decoder digitale terrestre e il decoder digitale satellitare utilizzano due diversi tipi di segnale televisivo per la trasmissione dei canali e la loro trasformazione in immagini e suoni.

Decoder digitale terrestre. Come funziona, quanto costa e cosa include

Il decoder digitale terrestre utilizza il segnale che proviene dalle classiche antenne analogiche. A differenza del decoder satellitare, il decoder digitale terrestre permette la visione gratuita di un’ampia gamma di canali. Di conseguenza, l’acquisto di un decoder digitale terrestre è consigliato soprattutto a chi non vuole sottoscrivere nessun genere di abbonamento visto che la visione dei suoi canali, ovviamente a parte quelli offerti a pagamento come ad esempio Mediaset Premium, è del tutto gratis. I modelli e i prezzi dei decoder per il digitale terrestre variano a seconda delle funzionalità offerte. La distinzione principale riguarda la possibilità o meno di ricevere soltanto i canali in chiaro, cioè i canali gratuiti, oppure anche i canali a pagamento:

  • i decoder che consentono la ricezione dei soli canali in chiaro, chiamati anche decoder zapper, sono contrassegnati da un bollino grigio DGTVi;
  • i decoder che oltre ai canali in chiaro consentono anche la fruizione di programmi a pagamento – come ad esempio quelli di Mediaset Premium – sono contrassegnati con il bollino blu DGTVi;
  • i decoder che consentono la visualizzazione di programmi in alta definizione, sia in chiaro che per la Pay TV, sono invece contrassegnati con il bollino gold DGTVi.

Decoder digitale satellitare. Come funziona, quanto costa e cosa include

Il decoder satellitare funziona soltanto se viene abbinato ad un’antenna parabolica la quale, dopo aver captato il segnale che viene trasmesso da un satellite, lo comunica al decoder, il cui compito è quello di decodificare il segnale che riceve in suoni e immagini. L’acquisto di un decoder satellitare implica di conseguenza anche l’acquisto di un’antenna parabolica facendo così lievitare i costi per la visione della TV satellitare. Al decoder satellitare e all’antenna parabolica va aggiunto poi anche il costo di un abbonamento dal momento che il decoder satellitare viene acquistato principlamente da chi vuole vedere i canali di Sky, la piattaforma televisiva satellitare più diffusa in Italia. Quindi, un decoder satellitare è poco utile se non si ha l’intenzione di sottoscrivere un abbonamento a Sky. I modelli e i prezzi dei decoder satellitari variano a seconda delle funzionalità offerte. La distinzione principale riguarda la possibilità o meno di ricevere i soli canali in chiaro, cioè i canali gratuiti, o anche i canali a pagamento. I parametri che vanno presi in considerazione prima di acquistarne uno sono:

  • Compatibilità con i canali cifrati. I decoder satellitari possono supportare solo la visione dei canali in chiaro (in questo caso si parla di ricevitori Free to Air) oppure supportare anche la visione dei canali cifrati, come quelli delle pay TV. Per usufruire dei servizi di pay TV occorre acquistare un ricevitore compatibile con i canali cifrati della pay TV satellitare che si vuole ricevere.
  • Compatibilità con il digitale terrestre. Per poter ricevere anche il segnale del digitale terrestre, allora occorre fare attenzione che il decoder supporti sia i canali satellitari (DVB-S e DVB-S2) che quelli del digitale terrestre (secondo gli standard DVB-T e DVB-T2).
  • Compatibilità con la TV digitale. La tecnologia digitale permette di guardare i canali in HD, 4K, HDR e i canali in 3D. Prima di acquistare un decoder satellitare accertati che questo sia compatibile con gli standard di trasmissione digitale (Digital Video Broadcasting) sia di prima generazione (DVB-S1) che di seconda generazione (DVB-S2).
  • Connessione a Internet. Alcuni decoder satellitari possono connettersi alla rete Internet di casa tramite cavo Ethernet o Wi-Fi. La connessione a Internet permette di usufruire di alcuni servizi come i video on demand e altre funzioni interattive.

In conclusione, fatta eccezione per i canali in chiaro, cioè gratuiti, offerti dalle emittenti televisive pubbliche e private nazionali, i quali si possono vedere su entrambi i decoder, la scelta tra un decoder digitale terrestre e un decoder satellitare, dipende principalmente dai canali e dai programmi che si vogliono guardare.

Confronta tutte le offerte delle principali pay TV e scopri l’abbonamento più conveniente per guardare la televisione. La comparazione è semplice: basta cliccare sul pulsante qui in basso!

Confronta tutte le offerte per la Pay-TV

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995