Dove vedere Champions League 2021-2022: la novità Amazon, cosa cambia

di | 21-12-2020 | TV

Importante novità nel panorama Tv per gli appassionati di calcio. La Champions League dalla prossima stagione sarà trasmessa per la prima volta da Amazon

Non siamo ancora arrivati al giro di boa di questa stagione, ma per un vero calciofilo che si rispetti diventa quasi inevitabiel informarsi in anticipo sugli eventi in programma tra qualche mese. Chi vuole sapere dove vedere la Champions League 2021-2022 dovrà quindi prepararsi a un cambiamento importante nella trasmissione delle gare in T. Per la prima volta, infatti, le partite della massima competizione europea saranno trasmesse anche da Amazon sulla sua piattaforma Amazon Prime, che ormai da qualche tempo è utilizzata anche da molti italiani per la visione di serie Tv e film. Questa situazione provocherà però uno svantaggio per gli utenti, che quasi sicuramente saranno costretti a sottoscrivere più abbonamenti per vivere appieno le emozioni di un torneo così importante. Il richio di un nuovo salasso per le tasche degli italiani potrebbe essere quindi davvero dietro l’angolo.

Sommario

Dove vedere la Champions League 2021-2022: le novità in arrivo

La prossima stagione calcistica segnerà un passo importante per tutti gli appassionati dello sport più amato nella nostra Penisola che amano seguire ogni appuntamento in Tv. I diritti Tv Champions League 2021-2024 segneranno infatti un cambiamento storico rispetto a quanto siamo stati abituati in questo triennio, in cui tutti i match sono trasmessi da Sky (una delle migliori gare di ogni turno è visibile anche in chiaro sulle reti Mediaset). In questo scenaio che diventa periodicamente in mutamento, entra infatti un nuovo player che finora era stato escluso: si tratta di Amazon, che darà la possibilità ai suoi abbonati di seguire sulla sua piattorma, Prime Video, le 16 migliori partite del mercoledì (come sappiamo, la massima competizione europea si gioca di martedì e mercoledì) in cui saranno protagoniste le squadre italiane. Questo coinvolgerà quindi la fase a gironi e quella a eliminazione diretta fino alle semifinali.

Non si tratterà quindi di un episodio isolato, ma che avrà quindi durata triennale. I calciofili saranno chiamati a organizzarsi al meglio se vorranno avere la garanzia di poter seguire gli eventi di una manifestazione che non manca mai di regalare emozioni e sorprese.

In seguito a questa novità non sarà semplice per i tfosi riuscire a districarsi sulle proposte delle varie Tv. Già recentemente, infatti, non erano mancate polemiche nel momento dell’ingresso nel panorama dei diritti Tv della Serie A di DAZN, che trasmette in esclusiva tre gare del massimo campionato a giornata (l’anticipo del sabato sera alle 20.45, il lunch match delle 12.30 e uno degli incontri previsti la domenica pomeriggio alle 15). Almeno parzialmente, la situazione era però stata semplificata grazie all‘accordo sottoscritto con la pay Tv, grazie al quale è ora possibile accedere alle partite DAZN tramite il decoder Sky Q sul canale DAZN1 al tasto 209 del satellite.

Da questo scenaio Mediaset non resterà del tutto esclusa, ma si limiterà a trasmettere in chiaro solo il match del martedì sera. La maggior parte del toeno (ben 104 partite) continuerà invece a essere in onda su Sky.

Come cambia la trasmissione dei match con l’arrivo di Amazon

In base a quanto trapela, l’acquisizione della Champions League da parte di Amazon, non dovrebbe comportare alcun incremento della quota mensile per gli utenti che già da tempo seguono i contenuti visibili su Prime Video (ulteriori dettagli saranno comunicati sicuramente nei prossimi mesi). L’emittente ha però compreso appieno quanto lo sport svolga un ruolo crcuiale nel panorama delle piattaforme in streaming e ha così deciso di investire in maniera decisa in questo ambito. Riuscire ad ampliare la platea dei propri utenti diventa così più semplice e immediato.

Non a caso, tra le esclusive inserite nel proprio palinsesto c’è anche la Supercoppa Europea, il trofeo che si contendono ogni anno prima dell’inizio della stagione la vincitrice della Champions League e quella dell’Europa League (fino ad ora era Sky a trasmetterla, ma con possibilità per Mediaset di renderla visibile anche in chiaro). I diritti in questo caso hanno validità triennale, a partire dalla stagione 2021-2022.

Non è però finita qui. A questo si è aggiunto anche il Roland Garros, uno dei tornei di tennis più importanti, che si tiene solitamente nel mese di giugno.

Il colosso dell’ecommerce ideato dal miliardario Jeff Bezos è quindi felice di poter amplicare la propria offerta video e di poter catturare l’interesse di un maggior numero di utenti nel nostro Paese: “Sappiamo che i tifosi italiani sono tra più passionali d’Europa e daremo il massimo per offrire una fantastica esperienza calcistica capace di portarli ancora più vicino all’azione” – sono state le sue parole. Per far sì che la situazione possa restare inalterata nel corso del tempo diventa però inevitabilmente necessario che le nostre squadre proseguano il loro cammino nela Coppa dalle Grandi Orecchie, uno dei trofei più ambiti dalle squadre di club anche per gli introti economici che è in grado di generare, il più a lungo possibile.

Fino ad ora gli utenti italiani che desiderano accedere ai contenuti Amazon Prime Video possono farlo a un costo mensile pari a 36 euro al mese. Da poco, grazie alla sinergia instaurata recentemente su Sky, tutto può avvenire in modo semplice e immediato grazie all’utilizzo del decoder Sky Q (è una situazione che coinvolge la metà degli abbonati via satellite), opzione valida anche per chi preferisce Now Tv, che non prevede i vincoli tipici di un abbonamento.

Tra i dubbi che dovranno essere chiariti nei prossimi mesi c’è anche quello relativo alle modalità di visione. Non si sa ancora se Amazon deciderà di introdurre sulla sua piattaforma un canale ad hoc per gli eventi calcistici. Se questo dovesse accadere, chi desidera vedere una serie Tv o un film potrebbe farlo contemporaneamente. Al momento all’estero il palinsesto sportivo viene proposto sempre attraverso Prime.

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.