Vodafone cloud: cos’è e come funziona

Vodafone cloud: cos’è e come funziona
5 (100%) 2 votes
di | 10-05-2017 | Telefonia, Vodafone

L’utilizzo dei servizi in cloud per l’archiviazione online di contenuti in mobilità è cresciuto notevolmente negli ultimi anni: non a caso tantissime aziende hanno investito su questo settore, anche società che non operano direttamente in ambito informatico. Pensiamo ad esempio a Vodafone Cloud, un servizio lanciato qualche anno fa dall’operatore Vodafone: dopo essere stato chiuso verso la fine del 2015, è stato sostituito immediatamente da Vodafone Backup+, nato in collaborazione con importanti nomi, Dropbox e RealTimes.

I servizi di Vodafone Cloud, quindi, sono stati riversati e potenziati su Backup+. Ma che cos’è e come funziona questa interessante opzione della compagnia telefonica? Sono previsti dei costi per l’utilizzo?

Cos’è Vodafone Cloud

Il servizio Vodafone Backup+ (ex Vodafone Cloud) è nato dalla collaborazione con Dropbox e permette di archiviare i contenuti del proprio smartphone o tablet su una “nuvola”, garantendo la massima sicurezza. I files che è possibile salvare possono riguardare foto, video, contatti e musica (quest’ultima solo se si possiede un dispositivo Android).

Come funziona Backup+

Attivando la sincronizzazione automatica, i files vengono salvati automaticamente sull’account Dropox, senza consumare i GB della propria offerta Internet mobile Vodafone. Per utilizzare il servizio si potrà scaricare l’app gratuita Backup+, disponibile sul Google Play Android e sull’App Store di Apple. Grazie ad una speciale promozione, i clienti potranno ottenere uno spazio extra di 25 GB: non tutte le offerte, però, permettono di avere questo omaggio.

I contenuti che verranno salvati tramite Backup+, quindi, sono archiviati sull’account Dropbox e possono essere raggiunti da qualsiasi piattaforma, come garantiscono tutti i servizi in cloud. Quindi, anche eliminando l’app dal telefono, non accadrà nulla ai files salvati sulla nuvola di Dropbox.

Grazie alla tecnologia RealTimes, inoltre, è possibile trasformare le foto migliori in un videoclip da condividere in maniera semplice e veloce. Anche gli altri files possono essere condivisi facilmente come previsto normalmente da Dropbox.

Costi previsti

Per utilizzare Vodafone Backup+ è previsto contributo di 2,49 euro al mese per uno spazio da 25 GB, ai quali si aggiungeranno gli ulteriori 25 GB extra gratuiti se la vostra offerta lo prevede.

Limiti e problemi di collegamento

Se lo spazio di archiviazione del servizio Vodafone Cloud non è per voi sufficiente, anche con lo spazio extra in omaggio, potete ampliare i GB attivando un’offerta a pagamento di Dropbox.

Vodafone ricorda che non è possibile collegare più account Dropbox allo stesso numero Vodafone. Per disassociare l’account Dropbox basterà accedere al sito drobpox.com, nelle impostazioni (Sicurezza/App collegate). Se, invece, volete dissociare il vostro numero Vodafone dovrete scrivere una mail a supporto.app@mail.vodafone.it, indicando il numero di telefono.

Il servizio Vodafone Cloud, ora Backup+, potrebbe essere uno strumento interessante se volete tenere in sicurezza i vostri contenuti in mobilità, senza la necessità di spostare manualmente sulla nuvola digitale e con la massima sicurezza foto, video, contatti e musica, grazie alla sincronizzazione automatica e senza problemi di consumo dati. Potrebbe essere utile soprattutto se si possiede uno smartphone o un tablet con poca memoria e si desidera comunque avere sempre con sé i propri contenuti. Se volete avere maggiori informazioni sul servizio potete consultare il portale dell’operatore (Vodafone.it), nella sezione dedicata a Backup+, oppure potete contattare il servizio clienti: se non sapete come fare, consultate la nostra guida su come parlare con un operatore Vodafone.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV