Servizi a sovrapprezzo WINDTRE: le nuove sim hanno il blocco di default

di | 26-10-2020 | Cellulari, Wind

Con un comunicato stampa l'operatore ha annunciato che le nuove schede hanno già il barring attivo e non bisognerà richiedere il blocco dei servizi VAS.

Anche WINDTRE decide di seguire una politica di maggiore trasparenza e di cancellazione dei costi nascosti attuata da altri operatori concorrenti: con un comunicato stampa diramato oggi, infatti, la compagnia fa sapere che le nuove sim attivate avranno già il blocco dei servizi a sovrapprezzo (noti anche come VAS, acronimo di value added services).

Sommario

Barring di default sulle nuove sim WINDTRE

In pratica sulle nuove schede della compagnia viene applicato il cosiddetto “barring”: grazie a questo sistema viene impedita l’attivazione di servizi a pagamento (solitamente via sms), ad esempio oroscopo, giochi, suonerie, etc…. Diverse aziende che li erogano, infatti, hanno utilizzato in questi anni tecniche scorrette e sistemi subdoli per costringere i clienti ad attivarli, molto spesso inconsapevolmente e a costi esorbitanti, andando a prosciugare in breve tempo il credito residuo o ad aumentare in modo spropositato la fattura (nel caso di abbonamenti).

A partire da ottobre 2020, quindi, i nuovi clienti WINDTRE non dovranno chiamare l’assistenza o cercare tra le opzioni dell’area clienti per attivare il barring: il blocco sarà di default fin dal momento dell’attivazione della sim, ricaricabile o post-pagata.

I servizi inclusi dal barring WINDTRE

Saranno bloccati dal barring i seguenti servizi:

  • i VAS che si attivano tramite pagine Internet;
  • i VAS sottoscrivibili via sms;
  • i servizi a sovrapprezzo via telefono (ad esempio quelli con prefisso 892, 899 e 178);
  • i servizi voce satellitari o internazionali ad alto costo.

L’operatore specifica, inoltre, che “il blocco delle direttrici voce a sovrapprezzo è valido solo sulla rete WINDTRE nazionale (non è pertanto funzionante all’estero quando sei in modalità roaming)”.

I servizi esclusi dal barring WINDTRE

Il blocco dei servizi a sovrapprezzo di WINDTRE non colpirà i seguenti servizi:

  • acquisto di ticket per i trasporti e i parcheggi (Mobile Ticketing);
  • i servizi di mobile banking;
  • i servizi legati a partner importanti dell’azienda, come Apple, Google, Microsoft, Netflix, DAZN etc…;
  • i servizi di televoto legati a programmi TV;
  • i servizi di solidarietà per raccolte fondi.

Come riattivare i servizi a pagamento

Tuttavia, se volete usufruire di un servizio a pagamento inibito dal barring di WINDTRE, potete decidere di rinunciare al blocco facendo esplicita richiesta all’operatore. I canali per chiedere la riattivazione dei VAS sono i seguenti:

  • chiamata al servizio clienti 159;
  • chat al servizio clienti 159;
  • PEC all’indirizzo servizioclienti159@pec.windtre.it;
  • presso un negozio WINDTRE fisico.

Barring dei servizi a sovrapprezzo: cosa prevedono le altre compagnie

Come accennato inizialmente, la scelta di WINDTRE si allinea alla politica di altre compagnie concorrenti: Iliad, ad esempio, offre le proprie soluzioni “senza vincoli e senza costi nascosti”. Stessa scelta è stata fatta anche dagli operatori semivirtuali, come ho. mobile e Very Mobile. Kena Mobile, la compagnia virtuale controllata da TIM, specifica che sulle proprie sim “non è possibile attivare nessun servizio a sovrapprezzo”.

Le compagnie “tradizionali” Vodafone e TIM, preferiscono mantenere attiva questa possibilità di default, ma danno comunque la possibilità ai propri clienti di disattivarli gratuitamente qualora non fossero interessati, cambiando le impostazioni iniziali direttamente dall’area clienti oppure via smartphone attraverso l’app ufficiale degli operatori. Ovviamente sarà possibile riattivarli in qualsiasi momento senza alcun costo.

Se avete dubbi riguardo ai servizi a pagamento non richiesti e sullo stato di attivazione nella vostra linea, vi consigliamo di contattare il customer care del vostro gestore per avere tutta l’assistenza necessaria.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.