Risparmio energia: quanto consuma un PC fisso, portatile e per il Gaming

Risparmio energia: quanto consuma un PC fisso, portatile e per il Gaming
5 (100%) 4 votes
di | 26-07-2018 | Come risparmiare, Energia

Il risparmio sull’energia elettrica è un’esigenza che riguarda tutti gli utenti che hanno una fornitura elettrica attiva. Avere una offerta luce che sia in grado di soddisfare le proprie esigenze di consumo e proponga un prezzo vantaggioso è davvero fondamentale per riuscire a tagliare le spese di fine mese. Ma anche conoscere quali tra gli elettrodomestici consumano più elettricità in casa, a volte, può fare la differenza.

Gli accorgimenti che si possono adottare ogni giorno per evitare lo spreco di corrente, infatti, sono molteplici. Anche la più minima attenzione può fare la differenza e aiutare notevolmente a limitare i costi della bolletta.

Sapevate, ad esempio, che anche il Pc fisso, se non utilizzato correttamente, può influenzare i vostri consumi?

Sarà utile, allora, valutare il consumo energetico del PC per capire quanto effettivamente consumi.

Sommario

È possibile calcolare il consumo di un PC fisso?

Come si può facilmente intuire, non si può procedere con un calcolo dei consumi di un PC in modo universale. I computer sono elettrodomestici particolari, per il fatto che sono composti da diversi elementi separati e assemblati, e ogni pezzo ha un proprio specifico consumo di energia che differisce da un altro. Quindi anche applicare la classica regoletta che si usa per calcolare il consumo di tutti gli elettrodomestici della casa (consumo Watt X n.ore/1000 per ottenere il kWh) non garantisce un risultato sicuro.

Tuttavia si può ottenere una stima media del consumo del computer per capire quanto può davvero incidere sulla bolletta.

In realtà ogni PC è dotato, al momento dell’acquisto, di una etichetta che riporta la quantità di energia massima che l’apparecchio potrebbe impiegare. Si tratta, però, di un valore massimo teorico, che non viene quasi mai raggiunto.

Il PC fisso è la tipologia che consuma più energia elettrica. Se prendiamo in considerazione un PC di fascia media, il consumo sarà compreso tra i 60 e i 100 Watt quando è fermo e tra i 200 e i 250 Watt in funzione a pieno regime.

La componente del computer che più richiede energia è sicuramente la scheda video, ossia la parte del PC che ha il compito di generare un segnale elettrico che invia poi, allo schermo, per essere qui tradotto in segnale ottico (immagine) che l’utente può visualizzare.

Esistono diversi tipi di schede video che possono essere più o meno potenti. Da sola la scheda può richiedere fino a 30 Watt a riposo e fino a 100 Watt quando è attiva.

È importante ricordare anche che, come per tutti gli elettrodomestici, più i processori (dispositivo che permette al PC di eseguire i nostri comandi) sono vecchi, meno saranno efficienti le prestazioni del computer, e quindi i consumi saranno maggiori rispetto a quelli dei processori di nuova generazione.

Consumo PC portatile

Il computer portatile consuma sicuramente meno energia rispetto al fisso, poiché è dotato di processori e schede video meno sviluppati. Nonostante questo il risparmio di energia si può ottenere se ci si ricorda di spegnere anche lo StandBy. Il LED luminoso che spesso si lascia acceso pensando che il PC sia spento, in realtà indica che l’apparecchio sta consumando una piccola quantità di energia che, se sommata per tutti i giorni dell’anno, diventa uno spreco sostanzioso.

Consumo PC Gaming

La moda del Gaming è ormai spopolata anche in Italia e per molti questa attività virtuale è diventata un vero e proprio lavoro. Basti pensare ai tantissimi video di Youtube e alle innumerevoli visualizzazioni che questa tipologia di video fanno ogni giorno. Per il Gamer avere un computer adatto al gioco è, dunque, una necessità.

Tuttavia, i PC idonei al Gaming hanno, non solo un costo più elevato rispetto ai semplici PC fissi o portatili al momento dell’acquisto, ma anche un consumo di energia elettrica maggiore. Questo perché necessitano di processori e soprattutto schede video di altissima potenza.

Una scheda video configurata per il Gaming Online può arrivare a consumare, da sola, fino a 250Watt.

Calcolo del consumo del PC in generale

Su internet potete trovare diversi siti che permettono di effettuare un test per calcolare il consumo del proprio PC inserendo alcuni dati come:

  • Produttore dell’apparecchio
  • Processore
  • Modello
  • Produttore e modello scheda grafica
  • Storage dati (è il supporto che permette la conservazione delle informazioni nel computer grazie all’uso di tecnologie sviluppate appositamente per conservare tali dati e renderli accessibili quando richiesti dall’utente)
  • Dispositivi esterni
  • Memorie

Quello che possiamo dire con certezza è che il computer consuma molto meno rispetto al frigorifero, responsabile circa del 20-25% della spesa totale dell’energia elettrica o del condizionatore che in estate può arrivare a compromettere il risparmio anche molto pesantemente. Facendo una stima estremamente sommaria, quindi, possiamo dire che il consumo del Pc fisso non compromette troppo la spesa energetica della bolletta.

Per avere maggiori informazioni sulle offerte luce del mercato, vi invitiamo a contattare senza impegno, i nostri esperti al numero verde o via chat nel sito di ComparaSemplice.it. Inoltre avete a disposizione il nostro servizio di comparazione online delle migliori offerte del mercato energia. Il comparatore è uno strumento molto utile per scegliere l’offerta più adatta alle vostre esigenze e iniziare a risparmiare.

0321.085995