Restituzione modem WindHome Infostrada

Restituzione modem WindHome Infostrada
4 (80%) 2 votes
di | 15-12-2017 | Infostrada, Internet ADSL e Fibra

Già da qualche tempo abbiamo assistito ad un importante restyling di uno dei maggiori provider del nostro paese: stiamo parlando di Infostrada, ora diventato WindHome, un brand che racchiude molto più efficacemente il forte legame tra fisso e mobile delle nuove tariffe dell’operatore. Nell’articolo di oggi vedremo che cosa fare se si vuole effettuare una restituzione modem WindHome: come noterete leggendo i prossimi paragrafi, non vi sono sostanziali differenze rispetto a come consegnare un modem Infostrada, ovviamente a seconda del tipo di contratto sottoscritto.

Costi modem WindHome Infostrada

Le attuali offerte casa WindHome Infostrada vengono proposte con modem fisso in vendita abbinata: questo significa che sono previste delle rate per il pagamento del dispositivo, terminate le quali consentiranno al cliente di avere pieno possesso. In questo caso, quindi, non sarà necessario restituire il modem: non si tratta, infatti, di un noleggio del modem Wind, bensì di un acquisto dilazionato. Con le tariffe ADSL WindHome in vigore in questo periodo, il modem in vendita abbinata ha un costo di 2 euro ogni 4 settimane per 48 rinnovi, mentre con le offerte WindHome in fibra ottica si pagheranno 4 euro ogni 28 giorni per 48 rate.

Restituzione modem WindHome: quando è prevista

La restituzione del modem WindHome, invece, è prevista per quegli abbonamenti in cui il dispositivo venga fornito in comodato d’uso: generalmente si tratta di un modem Infostrada in comodato d’uso gratuito, magari fornito con precedenti contratti o mantenuti anche nel caso di aggiornamento delle vecchie tariffe con quelle attuali.

Come previsto dalle stesse condizioni dell’abbonamento sottoscritto con il provider, “in caso di cessazione per qualsiasi motivo del presente Contratto, se inclusivo di apparati forniti in comodato d’uso, il Cliente provvederà a rinviare, a sue spese, tutte le apparecchiature”. Se l’utente non riconsegnerà il dispositivo, nelle modalità e nei tempi previsti, il provider addebiterà un importo pari a 40 euro una tantum, che andrà ad aggiungersi agli eventuali costi di disattivazione. Lo stesso contributo è previsto se si rescinderà il contratto prima dei 18 mesi dall’attivazione dell’offerta.

Indirizzo dove spedire modem WindHome Infostrada

Il dispositivo dell’operatore dovrà essere rispedito nella sua confezione originale (se si è ancora in possesso del pacco, altrimenti sarà necessario restituirlo con un adeguato imballo per evitare danni durante la procedura di consegna) al seguente indirizzo:

WIND Telecomunicazioni S.P.A.

presso CEVA Logistics – Restituzione apparato ADSL

Via dell’Informatica, 11 – 00040 Santa Palomba (RM).

Le spese di spedizione, come abbiamo visto precedentemente, saranno a carico dell’utente che sta effettuando la richiesta. Non è previsto, quindi, alcun modulo restituzione modem: sarà sufficiente seguire le istruzioni qui sopra e attendere la conferma da parte della compagnia telefonica.

Abbiamo visto, quindi, come effettuare la restituzione del modem WindHome. Se avete ancora dei dubbi sulla riconsegna o se non sapete ancora se il vostro contratto prevede la riconsegna, potrete contattare il customer care del provider: in tal caso potete seguire la nostra guida dettagliata su come parlare con un operatore WindHome Infostrada.

Vi ricordiamo che su ComparaSemplice.it potrete confrontare le migliori tariffe ADSL e fibra in qualsiasi momento, in maniera del tutto gratuita, grazie al nostro motore di ricerca personalizzato: con questo strumento riuscirete a trovare in pochissimi step le migliori soluzioni per il vostro profilo, in grado di farvi risparmiare anche oltre i 400 euro all’anno.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV