Cessione del quinto per cattivi pagatori e segnalati CRIF

Una persona segnalata al Crif e che, quindi, risulta come cattivo pagatore può comunque richiedere la Cessione del Quinto. Infatti per la natura stessa della Cessione del Quinto la responsabilità del pagamento ricade sul datore di lavoro.

Segnalazione Crif: cos’è

La Crif, ovvero Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria, è una società privata che gestisce informazioni creditizie, soprattutto, quelle debitorie.

Nel Crif quindi sono registrati tutti i movimenti finanziari di un individuo richiedente un prestito, dall’erogazione del capitale fino al pagamento delle rate fino alla fine del contratto.

Quando una persona non riesce a pagare le rate, l’ente finanziario invia un avviso di pagamento, che è trasmesso anche al Crif in circa 15 giorni. Se la rata continua ad essere insoluta allora la società provvede ad inserire il soggetto tra i cattivi pagatori.

Dopo quanto tempo avviene la segnalazione al Crif

La segnalazione al Crif avviene dopo 2 o più rate insolute. Inoltre, soltanto quando sarà cancellato dalla banca dati allora potrà chiedere nuovamente un prestito personale.

Dopo quanto tempo si è cancellati dal Crif

Le tempistiche di cancellazione dalla banca dati dipendono dal numero di rate non pagate e se sono state sanate o no in seguito.

Ad esempio:

  • ritardo di due rate ma sanate in seguito la cancellazione avviene dopo 12 mesi dal pagamento
  • ritardo di più di due rate, anche in questo caso sanate in seguito, 24 mesi dal pagamento
  • ritardo di due rate ma non sanate, 36 mesi dalla data di scadenza del contratto

Quindi un soggetto segnalato anche se ha pagato in seguito le rate deve attendere un minimo di 12 mesi per la cancellazione.

Cessione del quinto cattivi pagatori

La Cessione del quinto è la forma di prestito che meglio si adatta a persone che risultano come cattivi pagatori. Infatti, la cessione del quinto è un prestito con tasso fisso e le polizze assicurative sono comprese nel TAN.

Cessione del quinto cattivi pagatori e segnalati Crif

Quindi nel caso di cattivi pagatori e segnalati Crif la soluzione migliore è la cessione del quinto. Questo perché la Cessione del quinto è più affidabile dal punto di vista del pagamento delle rate, in quanto sono addebitate direttamente sulla busta paga o sulla pensione.

infatti, la restituzione dell’importo ricade sul datore di lavoro e non sul richiedente, che nel caso di segnalazione, sarà visto come inaffidabile agli occhi degli enti finanziatori. Il datore di lavoro, con la formula del prestito Cessione del quinto, provvede a prelevare la somma direttamente dallo stipendio.

Per le richieste di nuovi finanziamenti bisogna prendere in considerazione la situazione di pagatore per ogni richiedente. Infatti, si deve tener conto di quante rate risultano insolute e soprattutto se le stesse sono state sanate in seguito. Nel caso in cui le rate siano state pagate si deve attendere dai 12 ai 24 mesi per un nuovo finanziamento. Invece, se non sono state pagate allora si devono attendere 36 mesi.

In questo caso, però, ci teniamo a segnalare che la richiesta, anche nel caso di cessione del quinto, è difficile che sia accettata da parte di un altro ente.

02 200 11 200