Come leggere la bolletta della luce

Tutto quello che c’è da sapere sui costi della bolletta

Nel contesto odierno, comprendere il dettaglio delle proprie bollette elettriche è fondamentale non solo per un controllo accurato delle spese, ma anche per una maggiore consapevolezza ambientale e un uso più efficiente delle risorse energetiche. Questa guida si propone di offrirvi una panoramica completa e dettagliata su come leggere e gestire le bollette dell'elettricità, con un focus particolare sulle varie componenti di costo e sulle opportunità di risparmio.

Di seguito spiegheremo cosa troviamo nella bolletta, quali voci sono presenti e a che cosa fanno riferimento, oltre a vedere i principali costi, gli importi fatturati e da cosa sono composti.

Precisiamo che l'ordine delle informazioni che troverete nella bolletta luce del vostro fornitore potrebbe essere un po' diverso, pertanto vi invitiamo a leggere gli approfondimenti che troverete a fine pagina: i fornitori possono infatti personalizzare la struttura della bolletta della luce come preferiscono, anche se sono obbligati per legge a includere i cosiddetti elementi minimi obbligatori. Andiamo a vedere come si legge la bolletta della luce per ricavare tutti i dati relativi a fornitura, contratto e spese da sostenere e scopriamo insieme come risparmiare sull'energia elettrica!

Cosa troviamo nella bolletta luce: gli elementi minimi obbligatori

La bolletta dell'energia elettrica è composta da diverse voci che possono variare a seconda del fornitore e del tipo di contratto. Esistono però alcuni elementi minimi obbligatori che devono essere presenti nella bolletta della luce, in particolare:

  • dati del cliente;
  • dati identificativi del punto;
  • caratteristiche commerciali della fornitura: mercato libero o tutelato;
  • caratteristiche tecniche della fornitura: tipologia di cliente e potenza impegnata;
  • dati relativi alla lettura e ai costi della bolletta: letture, consumi, energia reattiva e ricalcolo;
  • sistema degli importi fatturati: spese, imposte e IVA;
  • costo medio unitario della bolletta della luce.

Informazioni Intestatario e fornitura

La prima sezione che incontrerete leggendo una bolletta della luce è quella relativa ai dati dell'intestatario e della fornitura, una sorta di carta di identità del contratto stipulato con il vostro fornitore. La sezione comprende

  • dati del cliente;
  • dati identificativi del punto;
  • caratteristiche commerciali della fornitura: mercato libero o tutelato;
  • caratteristiche tecniche della fornitura: tipologia di cliente e potenza impegnata;

Dati del cliente

Comprendono i dati identificativi del cliente, necessari per la fatturazione al cliente finale, sia esso una persona fisica o giuridica. In questa sezione sono presenti:

  • nome e cognome intestatario
  • codice fiscale (in caso di privato)
  • partita IVA (in caso di utenza business)
  • indirizzo di fatturazione (dove viene inviata la bolletta; non necessariamente esso coincide con l’indirizzo di fornitura)
  • codice cliente (l'identificativo del titolare del contratto)

Dati identificativi del punto

Comprendono l’indirizzo di fornitura e il codice POD. L’indirizzo indica il luogo fisico in cui viene consegnata l’energia elettrica. Il POD è un codice alfanumerico (composto da 14 o 15 caratteri) che inizia sempre con IT e identifica in modo inequivocabile il punto fisico in cui l’energia viene consegnata dal venditore e prelevata dal cliente finale. Il codice non cambia anche se si cambia venditore.

Caratteristiche commerciali della fornitura

Si riferisce al regime di mercato in cui il cliente è servito, se nel Servizio di maggior tutela o nel Mercato libero. Fanno parte delle caratteristiche commerciali anche il consumo annuo di energia relativo a 12 mesi di fornitura ricavato in base alle informazioni sui consumi passati del cliente. Qualora non sia disponibile un dato effettivo si ricorre alla stima di tale informazione. Nel caso di nuove attivazioni, il venditore deve indicare in bolletta che si tratta del consumo come rilevato o stimato dall’inizio della fornitura denominandolo “consumo da inizio fornitura”. Infine, si possono trovare in questa categoria i recapiti del venditore, i recapiti del distributore, le informazioni sull’erogazione del bonus sociale, le modalità di pagamento (la bolletta riporta le modalità a disposizione del cliente secondo quanto previsto dal contratto) e la denominazione del contratto del mercato libero, ossia il nome dell’offerta commerciale relativa al contratto formato del cliente nel mercato libero.

Caratteristiche tecniche della fornitura

La sezione comprende tutte le informazioni tecniche del contratto luce attivato:

  • Tipologia Cliente: se cliente domestico o azienda, se residente o non residente, con pompa di calore (è il caso di un contratto per un’utenza domestica che utilizza esclusivamente una pompa di calore per il riscaldamento) e altri usi (cliente che utilizza l’elettricità per alimentare luoghi diversi dell’abitazione come negozi, uffici ecc.).
  • Potenza impegnata: la potenza in kW che può erogare il contatore (di base per i clienti domestici è 3 kW, ma può essere aumentata a 4,5 o 6 kW)
  • Potenza disponibile: la potenza in kW effettivamente disponibile per il consumo e che solitamente è un 10% in più rispetto alla potenza impegnata (pertanto in caso di utenza a 3 kW, la potenza disponibile sarà di 3,3 kW)
  • Livello massimo di potenza prelevata: il livello massimo della potenza effettivamente prelevato nell'ultimo periodo di fatturazione, come rilevato dal contatore del cliente, espresso in kW
  • Tensione di fornitura: il voltaggio della fornitura luce, se Bassa Tensione o Alta Tensione

Dati su Bolletta luce

Nelle fatture luce sono presenti anche gli estremi della bolletta ovvero:

  • la data di scadenza del pagamento
  • il numero progressivo
  • la data di emissione
  • il periodo di riferimento della bolletta
  • l'importo totale da pagare

Letture dei consumi

La sezione più importante resta però tutta quella relativa alle voci di spesa della bolletta, in quanto consente di comprendere meglio come si genera il costo finale della fattura. In tale sezione è possibile trovare le seguenti voci:

  • Letture rilevate: è la lettura effettiva corrisponde al numero che compare sul display del contatore ad una certa data e viene rilevata direttamente dal distributore che la comunica al venditore.
  • Autoletture: è il dato che compare sul display del contatore e viene effettuata direttamente dal cliente.
  • Letture stimate: si tratta di una stima del numero che dovrebbe apparire sul display del contatore e viene effettuata in mancanza di letture rilevate.
  • Consumi effettivi: sono i kWh risultanti fra due letture rilevate; corrispondono alla differenza tra i numeri indicati dal display del contatore al momento dell’ultima lettura rilevata e i numeri indicati dal display al momento della precedente lettura rilevata.
  • Consumi stimati: sono i consumi attribuiti in mancanza di letture rilevate e vengono calcolati sulla base delle informazioni sui consumi storici del cliente
  • Consumi fatturati: sono i kWh fatturati nella bolletta per il periodo di competenza.
  • Energia reattiva: misurata in kVARh è un’energia accessoria per il funzionamento degli apparecchi elettrici che non produce effetti utili e aumenta le perdite di rete. È evidenziata separatamente in bolletta se supera una certa soglia perché può essere ridotta o annullata con particolari accorgimenti.

Per addentrarci meglio nella materia, riportiamo una spiegazione delle voci.

Materia Energia

La materia energia è la voce che rappresenta il costo dell'energia consumata e si divide in:

  • Quota fissa: comprende tutti gli importi da pagare indipendentemente dai consumi
  • Quota energia: calcolata in base al consumo effettivo, misurato in kilowattora (kWh), comprende tutti gli importi da pagare in proporzione al consumo di energia elettrica e può variare a seconda delle fasce orarie di consumo

Quota Fissa

La Quota Fissa viene stabilita dall'ARERA ed è uguale per tutti i fornitori. Si compone di due elementi:

  • Prezzo di commercializzazione e vendita: si tratta della spesa per la gestione degli utenti finali, il cui prezzo, nel mercato a maggior tutela, è definito periodicamente da Arera
  • Prezzo di dispacciamento (PD): si tratta di costi a copertura delle attività per garantire che l’elettricità consumata corrisponda a quella prodotta

Quota Energia

La Quota Energia è definita anche Quota Variabile in quanto calcolata in base ai consumi espressi in kWh. Si compone di

  • Prezzo Energia (PE): il costo luce al kWh per l’acquisto dell’energia dal fornitore, incluse perdite nelle reti di distribuzione e trasmissione. Nel mercato libero il prezzo energia è fissato dal fornitore, nel servizio maggior tutela è stabilito dall’Autorità
  • Prezzo di perequazione energia (PPE): è una componente relativa ai servizi a maggior tutela per la copertura delle spese di acquisto e dispacciamento dell’energia elettrica dell’Acquirente Unico.

Trasporto e Gestione del Contatore

Le spese per il trasporto e la gestione del contatore comprendono gli importi fatturati per le diverse attività che consentono ai venditori di consegnare ai clienti l’energia elettrica da loro consumata. La voce in pratica comprende:

  • costi per l'attività di trasmissione dell'energia elettrica a un livello nazionale
  • costi di trasporto esercitati dai distributori locali
  • costi per la gestione del contatore, oltre agli importi fatturati relativi alle componenti di incentivazione e al recupero della qualità del servizio.

Anche in questo caso troviamo una quota fissa annuale e una quota potenza, oltre a una quota energia che varia trimestralmente. La Quota fissa è misurata in € al mese per cliente ed è uguale per tutti; la Quota potenza varia in base alla potenza impegnata del contatore ed è calcolata in €/kW/mese; la Quota variabile invece dipende dalla quantità di energia effettivamente trasportata per il consumo del cliente (anche in questo caso è espressa in €/kWh/mese).

Oneri di Sistema

Gli oneri di sistema sono costi stabiliti per coprire servizi di interesse generale nel sistema elettrico, come il sostegno alle fonti rinnovabili. Questi costi sono pagati da tutti i clienti finali del servizio elettrico e sono suddivisi in

  • ASOS: le spese statali per la spinta sulle energie rinnovabili e la cogenerazione dell'energia elettrica
  • ARIM: tutte le altre spese della bolletta luce

In caso di bonus sociale luce, i beneficiari saranno esentati dal pagamento di alcune di tali voci di oneri.

Ricalcoli

La voce è presente solo nel caso in cui la bolletta contiene un ricalcolo di consumi o corrispettivi già fatturati in precedenza e comprende gli importi fatturati a debito o a credito al cliente. Le principali motivazioni per le quali può essere presente un ricalcolo sono:

  • modifica dei consumi a seguito di invio di lettura effettiva dei consumi da parte del cliente (autolettura del contatore)
  • modifica dei consumi a seguito di un malfunzionamento del contatore
  • modifica dei prezzi applicati

Altre Partite

La voce è presente nelle bollette in cui vengono addebitati o accreditati importi diversi rispetto alle altre voci di spesa. Può verificarsi nel caso di

  • interessi di mora
  • addebito/restituzione di depositi cauzionali
  • indennizzi automatici
  • contributi per l'allacciamento

Imposte e IVA in bolletta: a quanto corrisponde?

Quanto incidono le imposte in bolletta e a quanto corrisponde l'IVA? Il quantitativo da corrispondere per le imposte in bolletta è fisso per tutti i fornitori. Le imposte nella bolletta della luce sono di due diverse tipologie:

  • IVA: nel caso di clienti domestici l'IVA applicata sarà del 10%; per clienti di tipo non domestico (es. industriale) l'IVA è al 22%.
  • Accise: sono calcolate sulla quantità di energia consumata, applicando un’aliquota che può essere fissa o proporzionale su ogni kWh consumato.

La bolletta riporta, oltre alla voce relativa al totale dovuto per imposte e accisa, un riquadro di dettaglio nel quale sono evidenziate, per l’accisa l’ammontare dei kWh cui applicate le singole aliquote e per l’IVA la/e base/i imponibile/i e la/e aliquota/e applicata/e.

Bonus Sociale

La voce relativa è presente solo per i clienti in possesso dei requisiti per godere del bonus bollette o bonus sociale luce e gas.

Canone RAI

È presente sulle bollette luce di clienti che utilizzano l'energia per uso domestico residente: si tratta di una imposta sul possesso del televisore e a partire dal 2024 ammonta a 70€/anno

sponsorizzato
  • Prezzo Energia: PUN +0,022 €/kWh

    Tipo Offerta: Variabile

    CCV: 144,00 €/anno (imposte escluse)

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito

  • Prezzo 76,06 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Eni Plenitude S.p.A. Società Benefit

  • Prezzo kwh: PUN +0,022 €/kWh
  • Tipo Offerta Variabile
  • Materia Energia 581,37 €
  • Fatturazione Bimestrale
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 82,97 €
  • Trend Casa Luce è l'offerta luce di Eni Plenitude dedicata ai clienti domestici, che segue l'andamento del mercato.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di 2700 kWh.
  • Prezzo Energia: 0,129 €/kWh

    Tipo Offerta: Fissa

    CCV: 114,00 €/anno (imposte escluse)

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito,

  • Prezzo 62,45 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: A2A Energia

  • Prezzo kwh: 0,129 €/kWh
  • Tipo Offerta Fissa
  • Materia Energia 502,89 €
  • Fatturazione Bimestrale
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 68,12 €
  • A2A Full Luce è l’offerta a Mercato Libero dedicata a chi proviene dal Servizio a Tutele Graduali, che fissa il prezzo della luce per due anni e include un servizio di assistenza H24 per la tua casa. L'energia elettrica è prodotta al 100% da fonti rinnovabili.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di 2700 kWh.
  • Prezzo Energia: 0,130 €/kWh

    Tipo Offerta: Fissa

    CCV: 120,00 €/anno (imposte escluse)

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale

  • Prezzo 68,83 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Iren Mercato

  • Prezzo kwh: 0,130 €/kWh
  • Tipo Offerta Fissa
  • Materia Energia 502,53 €
  • Fatturazione Bimestrale
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 75,09 €
  • IREN NO STRESS LUCE VERDE
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di 2700 kWh.
  • Prezzo Energia: 0,139 €/kWh

    Tipo Offerta: Fissa

    CCV: 120,00 €/anno (imposte escluse)

    Pagamento: Domiciliazione bancaria

  • Prezzo 70,51 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Illumia

  • Prezzo kwh: 0,139 €/kWh
  • Tipo Offerta Fissa
  • Materia Energia 535,88 €
  • Fatturazione Bimestrale
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 76,92 €
  • Prezzo Garantito Web
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di 2700 kWh.
  • Prezzo Energia: PUN + 0 €/kWh

    Tipo Offerta: Variabile

    CCV: 144,00 €/anno (imposte escluse)

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bonifico bancario,MyBank

  • Prezzo 71,64 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Hera Comm S.p.a.

  • Prezzo kwh: PUN + 0 €/kWh
  • Tipo Offerta Variabile
  • Materia Energia 613,23 €
  • Fatturazione Bimestrale
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 78,15 €
  • Con Prezzo Netto Relax Casa Luce scegli la convenienza del prezzo del mercato all'ingrosso con Bonus Relax di 80 €! Accedi al mercato all'ingrosso e cogli i vantaggi fino ad oggi riservati a pochi operatori. Il prezzo applicato ai tuoi consumi a copertura del corrispettivo di commercializzazione all'ingrosso seguirà l’andamento dell'indice PUN, con un piccolo contributo sui consumi
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di 2700 kWh.
  • Prezzo Energia: PUN +0,021 €/kWh

    Tipo Offerta: Variabile

    CCV: 99,00 €/anno (imposte escluse)

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione su carta di credito

  • Prezzo 72,15 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Edison Energia

  • Prezzo kwh: PUN +0,021 €/kWh
  • Tipo Offerta Variabile
  • Materia Energia 538,79 €
  • Fatturazione Bimestrale
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 78,71 €
  • Edison Dynamic Luce è l'offerta 100% green di Edison Energia che garantisce un prezzo variabile coerente con gli andamenti del mercato energetico (PUN). E' inoltre possibile personalizzare l'offerta scegliendo fra prodotti assicurativi e di risparmio energetico.Con EDISON DYNAMIC LUCE soddisfi il totale fabbisogno energetico e rispetti l’ambiente con energia proveniente da fonti rinnovabili.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di 2700 kWh.
  • Prezzo Energia: 0,166 €/kWh

    Tipo Offerta: Fissa

    CCV: 144,00 €/anno (imposte escluse)

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale,

  • Prezzo 72,82 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Enel Energia

  • Prezzo kwh: 0,166 €/kWh
  • Tipo Offerta Fissa
  • Materia Energia 638,74 €
  • Fatturazione Bimestrale
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 88,71 €
  • L'offerta prevede un prezzo della componente energia monorario fisso per 12 mesi decorrenti dalla data di validità delle nuove condizioni economiche proposte al Cliente. Tale offerta prevede in abbinamento il servizio gratuito per 36 mesi (che decorrono dall'attivazione del contratto di fornitura) Enel Move Plus Luce di Enel X. BONUS FORMIDABILE LUCE: Al Cliente è attribuito un bonus complessivo di 204€, riconosciuto in bolletta, a partire dal primo mese di fornitura per 24 mesi, con un importo mensile pari a 8,50€ decurtato dal corrispettivo totale fatturato in bolletta. Possibilità di bonus incrementato secondo le condizioni indicate al Cliente al momento della sottoscrizione del contratto (rif. Condizioni Tecnico Economiche)
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di 2700 kWh.
  • Prezzo Energia: 0,180 €/kWh

    Tipo Offerta: Fissa

    CCV: 119,00 €/anno (imposte escluse)

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale

  • Prezzo 82,46 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: SALERNO ENERGIA VENDITE S.P.A.

  • Prezzo kwh: 0,180 €/kWh
  • Tipo Offerta Fissa
  • Materia Energia 651,27 €
  • Fatturazione Bimestrale
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 89,96 €
  • l’offerta SEV IREN REVOLUTION PREZZO FISSO LUCE prevede l’applicazione a decorrere dalla data di attivazione della fornitura e fino al 30/06/2025, di un prezzo della materia prima energia monorario e fisso. Il prezzo è comprensivo delle perdite di rete. SEV IREN REVOLUTION PREZZO FISSO LUCE regala una polizza di assistenza per piccoli guasti della Casa H24. La polizza di assistenza è erogata in collaborazione con Global Assistance S.p.A. ed è valida per 2 anni decorrenti dalla data di attivazione della fornitura di energia elettrica.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di 2700 kWh.
  • Prezzo Energia: 0,193 €/kWh

    Tipo Offerta: Fissa

    CCV: 132,00 €/anno (imposte escluse)

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bonifico bancario

  • Prezzo 86,23 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Estra Energie

  • Prezzo kwh: 0,193 €/kWh
  • Tipo Offerta Fissa
  • Materia Energia 692,34 €
  • Fatturazione Bimestrale
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 94,07 €
  • ESTRA FISSA LUCE è l'offerta domestica con prezzo bloccato per 12 mesi.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di 2700 kWh.
*Box promozionale di simulazione costo mensile bolletta per le offerte dei partner di ComparaSemplice.it: simulazione con potenza impegnata 3 kW e consumo annuo 2.700 kWh

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

RICHIEDI

Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni di servizio che includono la possibilità di essere richiamati per il servizio di consulenza

Elementi di dettaglio bolletta

Nella parte degli elementi di dettaglio della bolletta della luce vengono evidenziate le voci ai quali si applicano i suddetti prezzi unitari. Gli importi vengono suddivisi in Quota fissa, Quota potenza e Quota energia.

Informazioni necessarie per valorizzazione corrispettivi

Sono presenti in bolletta sotto diverse voci, quali:

  • Fasce orarie: sono periodi di tempo ai quali corrispondono diversi prezzi dell’energia. I contatori installati per la misurazione dei consumi di elettricità sono in grado di rilevare i consumi del cliente distinguendo la fascia oraria in cui questi avvengono. Le fasce orarie sono definite dall’Autorità.
  • Prezzi unitari: sono i prezzi che il cliente paga per ciascun kWh consumato per ciascun kW di potenza i per unità di tempo.
  • Quota energia: comprende tutti gli importi da pagare in proporzione al consumo di energia elettrica, è espressa in €/kWh.
  • Quota fissa: comprende tutti gli importi da pagare indipendentemente dai consumi.
  • Quota potenza: è l’importo da pagare in proporzione alla potenza impegnata. Si paga in €/kW/mese.
  • Scaglioni: alcuni costi variano a seconda del livello dei consumi. I consumi fatturati vengono ripartiti in scaglioni sulla base del consumo medio giornaliero del cliente.
  • Unità di misura: l’unità di misura dei consumi di energia elettrica è il kilowattora e rappresenta l’energia assorbita in 1 ora da un apparecchio avente la potenza di 1kW. Nella bolletta i consumi di energia elettrica sono fatturati in €/kVARh.

Altri specifici corrispettivi si riferiscono al Corrispettivo Cmor e può essere addebitato al cliente dall’attuale venditore a titolo di indennizzo a favore di un precedente venditore, per il mancato pagamento di una o più bollette da parte del venditore o dal cliente stesso.

Per informazioni e maggiori approfondimenti segui il nostro videotutorial su come leggere la bolletta della luce; in alternativa, i consulenti di ComparaSemplice.it sono a disposizione con una assistenza professionale, gratuita e non vincolante.

Contatti Fornitore e Informazioni Utili

La parte finale della bolletta contiene solitamente tutte le informazioni utili per i clienti, in particolare

  • modalità per comunicare l'autolettura
  • contatti del distributore locale e cosa fare in caso di guasti
  • contatti del fornitore (numero verde, sito web, app...)
  • contatti per reclami
  • possibilità di rateizzazione delle bollette

FAQ sulla Bolletta Luce

Come si calcola la bolletta della luce?

Il calcolo della bolletta della luce è piuttosto complesso, data la presenza di diverse voci di costo che concorrono al prezzo finito in modo fisso (quota fissa) e in modo variabile (quota energia o quota potenza, che varia al variare del consumo e della potenza kW del contatore).

Come calcolare la spesa per la materia energia

La spesa per la materia energia, nella bolletta della luce, si compone di due elementi:

  • quota fissa (euro/anno);
  • quota energia (euro/kWh).

Come calcolare la spesa per il trasporto e la gestione del contatore

La spesa per il trasporto e la gestione del contatore che si trova nella bolletta dell'energia elettrica si calcola addizionando:

  • una quota fissa (euro/anno);
  • una quota potenza (euro/kW/anno);
  • una quota energia (euro/kWh).

Come calcolare la spesa per gli oneri di sistema

La spesa per gli oneri di sistema è definita trimestralmente dall'Arera.

  • una quota energia (euro/kWh);
  • una quota potenza (euro/kW/anno);
  • una quota fissa (euro/anno).

La quota fissa non è applicata alle abitazioni di residenza anagrafica e la quota potenza non è applicata alle abitazioni.

Quando arriva la bolletta della luce?

Il periodo di fatturazione della fornitura di energia elettrica, nel Mercato libero, può variare da fornitore a fornitore. In genere, la bolletta della luce arriva bimestralmente (una volta ogni due mesi).

In regime di Maggior tutela la fatturazione rispetta la seguente logica:

  • fatturazione mensile - Per i contatori con potenza superiore a 16,5 kW;
  • fatturazione bimestrale - Per i contatori con potenza inferiore a 16,5 kW.

Cosa sono gli oneri di sistema nella bolletta della luce?

Gli oneri di sistema sono una voce di costo presente nella bolletta della luce. Sono degli importi fatturati a tutti i clienti finali che servono a coprire i costi sostenuti dai fornitori di energia per le attività di interesse generale svolte sulla rete elettrica nazionale.

Per quanto tempo conservare la bolletta della luce?

È consigliabile conservare i documenti di fatturazione per la fornitura della luce per almeno 5 anni dal pagamento.

Cosa succede se pago la bolletta della luce in ritardo?

Il ritardo nel pagamento di una bolletta, qualora si tratti di qualche giorno, non deve spaventare. Soprattutto nel caso in cui sia la prima volta nell'arco dell'ultimo anno (buon pagatore). Il buon pagatore che saldi il proprio debito nei primi 10 giorni di mora pagherà, in aggiunta al valore della bolletta, il tasso d'interesse legale. I cattivi pagatori (coloro che hanno pagato in ritardo più di una bolletta in un anno) dovranno sostenere il pagamento degli interessi di mora, calcolati sulla base dei giorni di ritardo e a un tasso d'interesse. Possono, altresì, essere richieste le spese sostenute dal fornitore per l'invio di eventuali solleciti a mezzo posta.

Gli step che seguono a un ritardo nel pagamento della bolletta della luce sono i seguenti:

  • qualche giorno dopo la scadenza - lettera di sollecito di pagamento;
  • dopo il termine indicato nella lettera di sollecito - riduzione o sospensione dell'erogazione di energia elettrica.



Argomenti Correlati Bolletta

Valutazione del nostro servizio di comparazione

Media: 4.8 su 5
Basata su 4080 recensioni cliente

Guide Luce e Gas

Tutte le guide

Fornitori a confronto

Ultime News Luce e Gas

Tutte le news
02 200 11 200