Codice POD sulle bollette, perché è importante questo numero?

Un codice necessario alla gestione dell'utenza

Cos'è il codice POD

Iniziamo dalle basi: cos’è il codice POD? Al momento della ricezione della bolletta, molte persone si trovano in difficoltà nel leggere una sfilza infinita di codici: alcuni sono conosciuti, altri meno, e non è sempre facile capire come e quando utilizzarli. Uno dei più misteriosi è il codice POD, una stringa alfanumerica che compare solitamente in testa a qualunque fattura o bolletta dell’energia elettrica.

È facilmente riconoscibile perché visivamente segnalato, ed è composto sempre da 14 caratteri, comprensivi della sigla IT: questo codice identifica in maniera univoca il contatore di fornitura dell’energia elettrica e, fin quando l’utente chiederà l’erogazione di energia per quel contatore specifico a quell’indirizzo, il codice POD in bolletta sarà sempre lo stesso, anche nel caso in cui l’utente decida di cambiare gestore per la fornitura.

POD, infatti, è l’acronimo di Punto Di Prelievo (Point of Delivery): il collegamento per l’energia elettrica, quindi, avviene proprio mediante questo codice univoco segnalato in bolletta.

La sua composizione è schematica:

  1. il prefisso è rappresentato dalla sigla univoca che rappresenta la nazione (IT, nel caso dell’Italia)
  2. le successive tre cifre sono, invece, il codice identificativo della società di distribuzione
  3. la lettera successiva è una E, e indica la fornitura di energia elettrica. È una lettera convenzionalmente scelta dall’ARERA (ex AEEGSI).
  4. le successive otto cifre sono, invece, il punto di prelievo esatto. Questo può essere definito come il vero e proprio codice POD, invariabile.

L’ultima componente del codice POD è facoltativa e rappresenta la chiave di controllo. Solitamente in bolletta è posta tra parentesi e non è influente a fini burocratici. Oltre che nel resoconto della bolletta di fornitura, il codice POD è presente anche sullo stesso contatore, solitamente in posizione frontale.

A cosa serve il numero POD? Dove lo trovo?

Detto e spiegato cos’è il codice POD e dove è possibile trovarlo nelle bollette dell’energia elettrica, la domanda successiva sorge spontanea: perché assegnare un codice POD?

Ogni utenza, ogni contatore, ha il suo codice POD: questa stringa è di fondamentale importanza quando si decide di cambiare operatore. L’utente, infatti, oltre ai codici di identificazione personali, ha l’obbligo di comunicare anche questo. Lo stesso vale nel caso in cui si debba effettuare una voltura o un subentro.

Il codice POD, inoltre, assume rilevanza anche nel caso in cui l’utente voglia sporgere una segnalazione di malfunzionamento, guasto o reclamo: nel momento in cui si contatta lo sportello del consumatore, si entra in contatto con un call center ma, prima di parlare con l’operatore, è necessario comporre con il tastierino numerico a toni, il codice POD completo di riferimento, escludendo il prefisso nazionale e l’eventuale codice di controllo, che potrebbe essere richiesto dall’operatore in un secondo momento, se disponibile.

[Torna all'indice]

Rischi di comunicazione del codice POD

Il codice POD, come si evince da quanto detto fino a questo momento, è un codice strettamente personale e non andrebbe mai comunicato a terze persone, se non al proprio gestore di fornitura del servizio elettrico o al gestore “entrante”, cioè la società verso la quale vogliamo cambiare l’utenza della Luce.

Purtroppo, come ben si sa, esistono delle forti possibilità di truffa, specialmente per quanto riguarda gli anziani che, nella loro ingenuità, tendono spesso a fidarsi anche di chi non dovrebbero. Con il codice POD, infatti, è facile stipulare contratti di fornitura dell’energia elettrica anche all’insaputa dell’utente che, fornendo questa stringa, dà accesso a chiunque al proprio contatore dell’energia.

Negli ultimi anni si sono intensificati i venditori porta a porta di servizi energetici di compagnie minori o, addirittura, non riconosciute, che applicano tariffe particolarmente elevate. Il loro obbiettivo preferito sono proprio le persone in pensione e anziane, più propense nel far entrare in casa dei ragazzi dalla faccia pulita che, facendo leva sulle difficoltà economiche degli anziani del nostro Paese, promettono contratti di fornitura a prezzi ridotti e, con belle parole e promesse, riescono a entrare in possesso del codice POD facendo firmare agli ignari e ingenui vecchietti dei contratti veri e propri. Il risultato? Conti energetici molto più salati rispetto a quelli pagati con la compagnia precedente e ricorso inaccettabile perché il più delle volte gli anziani hanno volontariamente firmato il contratto e fornito il codice POD. In questo caso non può parlarsi di truffa: i venditori sono stati abili a convincere un utente, sfruttando le sue debolezze. Bisogna, però, fare attenzione: tra i vari agenti effettivamente mandati dalle compagnie telefoniche, quindi perfettamente in regola e legali, si nascondo quelli finti, che possono però essere smascherati. Enel Energia, per esempio, ha dotato qualsiasi agente di un tesserino di riconoscimento e la visita viene sempre anticipata e seguita da un contatto telefonico con l’utente deve confermare la sua volontà di proseguire con l’attivazione contrattuale.

Le bollette sono dei documenti e non devono mai essere mostrate con leggerezza a estranei: lì sono contenuti e ben visibili tutti i dati sensibili che potrebbero servire a una stipula fasulla.

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Domande frequenti

    Tutto quello che ti sei sempre chiesto su contratti e offerte per l'energia elettrica e il gas metano.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Costo al kWh dell'energia elettrica

    Quanto costa un kWh di luce? Scopri il prezzo della materia prima sul mercato libero e tutelato.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Quanto costa un metro cubo di gas?

    Il prezzo di un smc di gas naturale sul mercato libero e sul mercato tutelato.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news
0321 085995