TTF Gas: cos’è, come funziona e qual è il prezzo

In Europa è presente un mercato cruciale nel determinare il prezzo del gas: si tratta del TTF di Amsterdam.

Il TTF (Title Transfer Facility) è un mercato virtuale con sede in Olanda, precisamente ad Amsterdam, nel quale produttori e acquirenti contrattano forniture di gas. Proprio per questo motivo l'indice TTF viene spesso denominato anche “Dutch TTF gas price”, in quanto la sede è situata nei Paesi Bassi, snodo fondamentale e centrale del mercato europeo.

Oltre al mercato olandese, esistono altri tipi di mercato virtuali come il PSV italiano (Punto di Scambio Virtuale), il NCG VTP in Germania, il NBP in Regno Unito e il PEG francese. Con il tempo, il TTF di Amsterdam ha assunto il ruolo di principale mercato europeo nel quale avviene lo scambio di gas naturale nel Continente. I protagonisti sono produttori nazionali e internazionali, oltre a distributori e operatori di rete impegnati nel settore che, rispettivamente, vendono e acquistano il gas.

Il TTF è stato istituito nel 2003, acquisendo da subito un ruolo di assoluto primo piano in Europa nel monitoraggio dell’andamento del prezzo del gas naturale, favorito anche dalla liberalizzazione del mercato energetico. Il mercato virtuale è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18.

Come funziona il TTF Gas

Come si calcola il TTF? L'indice TTF mensile viene calcolato facendo la media aritmetica delle quotazioni giornaliere riferite al mese di fornitura pubblicate da ICIS-Heren (la società che raccoglie giornalmente le quotazioni), motivo per il quale l'indice TTF di Ottobre non è stato ancora definito (sarà disponibile a inizio novembre), Il valore del TTF può essere espresso in €/MWh (euro per megawattora), l'unità di misura convenzionale di tutte le fonti di energia, oppure in €/Smc (euro al metro cubo), come i prezzi che troviamo nella bolletta del gas, con un'opportuna conversione. La conversione da €/MWh a €/Smc avviene moltiplicando il fattore 0,0107, riferito a un potere calorifico di 0,03852 GJ/Smc.

Il gas viene fatturato in euro per megawattora e il prezzo viene regolato dai principi economici fondamentali dei mercati europei, basati sulla domanda e sull’offerta. Gli attori presenti sul mercato possono concludere la trattativa mediante due accordi principali:

  • prezzo spot, ovvero accordi immediati per l’approvvigionamento del gas, che viene consegnato a breve termine (solitamente entro il giorno successivo);
  • contratti “futures”, ovvero l'impegno a un acquisto posticipato del gas a un prezzo concordato.

Gli scambi tra le parti avvengono giornalmente, così come la quotazione del gas. La quotazione mensile, invece, corrisponde alle medie giornaliere del mese di riferimento.

I fornitori del mercato italiano acquisiscono il gas naturale per poi rivenderlo in un secondo momento ai clienti finali, ovvero famiglie e imprese. Al prezzo d’acquisto sul mercato viene poi aggiunto un margine a discrezione dei venditori: da qui nasce il prezzo delle offerte gas nel mercato libero.

TTF: come influenza il prezzo del gas?

Le offerte gas del mercato libero possono essere a prezzo indicizzato, oppure possono variare in relazione al prezzo all’ingrosso del gas naturale. Le offerte gas indicizzate del mercato libero possono seguire indici differenti e in alcuni casi seguono proprio l’andamento dell’indice TTF, calcolato come valore medio mensile dei singoli valori giornalieri. 

In questo caso, se le offerte gas del mercato libero seguono l'andamento del TTF i prezzi cambieranno come segue:

  • se il TTF sale, il costo del gas in bolletta aumenta
  • se il TTF scende, il prezzo del gas diminuisce

In altri casi, invece, le offerte seguono l’andamento del prezzo gas PSV o Punto di Scambio Virtuale, che corrisponde al prezzo del gas in Italia. Nel dettaglio l'Italia ha attiva dal 2010 la borsa del gas gestita da GME, ovvero il Gestore dei mercati Energetici. Il GME gestisce la piattaforma in cui avvengono gli scambi, mentre contratti, pagamenti e fatturazioni sono in mano agli operatori di mercato che si occupano della vendita o dell’acquisto del gas metano. La piattaforma italiana non è però ancora pronta per essere considerata un punto di riferimento per il mercato nazionale, motivo per il quale si fa riferimento al TTF e non al PSV. Questa scelta influisce direttamente anche sul prezzo del gas stabilito da ARERA: fin dal 2013 infatti ARERAha seguito il prezzo spot del TTF per stabilire il prezzo del gas; a partire però da ottobre 2022 ha deciso di introdurre un nuovo meccanismo che lega il prezzo del gas in Tutela all’indice PSV, con aggiornamenti mensili per i clienti che ancora seguono questo regime di fornitura.

Com’è cambiato il prezzo del TTF Gas nell’ultimo anno

Negli ultimi tempi il TTF ha assunto un’importanza cruciale in quanto le quotazioni della materia prima del gas hanno toccato dei livelli mai raggiunti prima in Europa, arrivando al massimo storico di 346 euro per megawattora che ha successivamente determinato un aumento notevole delle bollette di luce e gas in tutti gli Stati membri.

A partire dall’estate 2021, infatti, si è registrato un aumento del prezzo del gas dovuto alla ripresa dei consumi dopo il lockdown aggravato poi dalla grave crisi internazionale a seguito della guerra fra Russia e Ucraina. L’andamento del prezzo del gas sui mercati, infatti, è determinato da fattori geopolitici e non solo che influiscono sul mercato aumentando, come nei casi appena citati, i prezzi delle materie prime e ripercuotendosi, di conseguenza, sulle tasche di famiglie e imprese.

Andamento prezzo gas TTF Spot

Di seguito l'andamento del prezzo gas secondo l'indice TTF espresso in €/Smc e in €/MWh. I dati sono elaborati da European Gas Spot Index

MESE Prezzo Gas Smc Prezzo Gas MWh
TTF ottobre 2022 1,146 €/Smc 107,10 €/MWh
TTF settembre 2022 2,019 €/Smc 188,69 €/MWh
TTF agosto 2022 2,379 €/Smc 222,3 €/MWh
TTF luglio 2022 1,837 €/Smc 171,68 €/MWh
TTF giugno 2022 1,112 €/Smc 103,92 €/MWh
TTF maggio 2022 0,956 €/Smc 89,34 €/MWh
TTF aprile 2022 0,993 €/Smc 92,80 €/MWh
TTF marzo 2022 1,342 €/Smc 125,42 €/MWh
TTF febbraio 2022 0,889 €/Smc 83,07 €/MWh
TTF gennaio 2022 0,895 €/Smc 83,63 €/MWh
TTF dicembre 2021 1,178 €/Smc 110,12 €/MWh
TTF novembre 2021 0,874 €/Smc 81,70 €/MWh
TTF ottobre 2021 0,936 €/Smc 87,47 €/MWh
TTF settembre 2021 0,679 €/Smc 63,45 €/MWh
TTF agosto 2021 0,472 €/Smc 44,12€/MWh
TTF luglio 2021 0,388 €/Smc 36,23€/MWh
TTF giugno 2021 0,312 €/Smc 29,12 €/MWh
TTF maggio 2021 0,270 €/Smc 25,21 €/MWh
TTF aprile 2021 0,219 €/Smc 20,50 €/MWh

Qual è il prezzo attuale del TTF Gas

L’innalzamento del costo del gas è fonte di discussione primaria a livello europeo e tutti i governi nazionali sono alle prese con proposte per tentare di stabilire un tetto al prezzo del gas. Nonostante le divisioni non manchino, il prezzo attuale è finalmente sceso sotto quota 100 euro al TTF di Amsterdam, toccando quota 97,7 euro e portandosi sui valori di giugno 2022.

TTF Gas oggi: 97,7 euro

È prevista, quindi, una riduzione delle bollette del gas nei prossimi mesi. Una piccola boccata d’ossigeno per famiglie e imprese dopo mesi di rincari delle materie prime che però non basterà a risolvere pienamente il problema: il prezzo del gas, infatti, seppur diminuito, corrisponde al triplo rispetto a quanto cittadini e imprese erano abituati a pagare fino al 2020. In questo contesto, è di fondamentale importanza monitorare sempre più attentamente i propri consumi.

Altre tipologie di mercato

Con il decreto-legge 31 gennaio 2007 n.7, a partire dal 2010 è stata avviata la borsa del gas in Italia, coordinata dal GME (Gestione dei Mercati Energetici). Il compito del GME è gestire la piattaforma, secondo le regole del mercato libero, nella quale i produttori e gli acquirenti acquistano e vendono il gas naturale.

Inoltre, esistono anche altre due piattaforme per le operazioni sul gas:

  • Mercato a termine fisico (MTE): consiste in una piazza nella quale avvengono scambi nel tempo.
  • Mercato del gas a pronti (MPGAS), che si suddivide in:
  • Mercato del giorno prima (MGP): permette ai soggetti coinvolti di vendere o acquistare gas per il giorno successivo;
  • Mercato infragiornaliero (MI): permette ai produttori di modificare i programmi di immissioni.

Da sottolineare, inoltre, che non tutte le transazioni gas avvengono nella borsa: si possono stipulare contratti, infatti, anche all’esterno di queste piattaforme.

02 200 11 200