Fibra ottica: Ftth cos’è, come funziona e quali sono i vantaggi

Fibra ottica: Ftth cos’è, come funziona e quali sono i vantaggi
4.7 (93.33%) 3 votes
di | 10-04-2017 | Fibra, Internet ADSL e Fibra

Parliamo anche oggi di fibra ottica e in particolare di una tipologia di fibra, la cosiddetta FTTH. Già su altri articoli ci siamo occupati di questo tema, cercando di capire quali sono le differenze tra le diverse tecnologie basate sulla fibra, le prestazioni e i costi. In questo spazio vogliamo concentrarci sulla Fiber To The Home, la fibra ottica per eccellenza: vediamo nel dettaglio com’è, come funziona e quali sono i vantaggi.

Broadband Italia

Cos’è la Fibra ottica FTTH

La Fiber To The Home è quella tecnologia che permette di connettersi ad Internet ad altissima velocità. Attualmente in Italia sono ancora pochi i Comuni raggiunti dalla FTTH, ma sono in costante crescita. Con questo tipo di connessione è possibile raggiungere prestazioni molto alte e una grande stabilità, poiché la fibra arriva direttamente nella casa del cliente. Con la FTTH si potranno raggiungere, infatti, connessioni oltre i 300 Mega, fino a 1 Gigabit per secondo (Infostrada, Vodafone e TIM stanno già proponendo questo tipo di contratto in alcune città).

Come funziona la FTTH

Proviamo a capire come funziona questo tipo di fibra ottica, senza entrare in troppi dettagli tecnici: con la Fiber To The Home (letteramente “fibra ottica in casa”) la connessione dalla centrale all’abitazione è solo ed esclusivamente in fibra. Il cavo, quindi, arriva direttamente nella casa o nell’ufficio del cliente, senza passare attraverso cavi differenti o altri tipi di infrastrutture di tecnologia inferiore.

Ricordate quando abbiamo discusso sul tema Fibra ottica FTTH, FTTS, FTTC: cosa sono e qual è la differenza? La FTTC (Fiber To The Cabinet) e la FTTS (Fiber To The Street) utilizzano anch’esse la fibra dalla cabina ma arriva a degli armadi stradali (cabinet o cabine), posti nelle vicinanze delle abitazioni. Dagli armadi alle abitazioni la connessione passa attraverso un modem VDSL e i classici doppini in rame.

La FTTC e la FTTS hanno delle ottime prestazioni, soprattutto grazie al continuo sviluppo tecnologico dei modem e dei cabinet (oggi è possibile avere connessioni fino ad oltre 200 Mega in download), anche se la FTTH può contare su stabilità e prestazioni superiori. Il vantaggio delle FTTC e FTTS è rappresentato dai costi per le infrastrutture e per l’utente finale, decisamente minori rispetto alla FTTH, offrendo comunque una connessione di ottima qualità e con una velocità che soddisfa gran parte della clientela (soprattutto tenendo conto della connessione proposta da un’ADSL, che ha ormai gli stessi prezzi di una FTTC).

FTTH: quali sono i vantaggi?

Ma quali sono i vantaggi, quindi, di una Fiber To The Home? Come abbiamo già ripetuto in precedenza, la velocità è uno dei punti a favore di questa tecnologia, con connessioni che arrivano addirittura a 1 Gbps (non a caso alcune compagnie telefoniche coniano dei nomi commerciali particolari, per evidenziare le prestazioni altissime di questo tipo di fibra: Vodafone, ad esempio, la chiama Iperfibra).

Insieme alla velocità c’è anche una stabilità maggiore, dato che la connessione dalla centrale arriva direttamente in casa senza passare per il doppino in rame. Con la FTTH, quindi, si avranno sicuramente meno cali di prestazione e meno rallentamenti durante la giornata.

E’ vero, la fibra ottica in FTTH ha dei costi maggiori rispetto ad una FTTC o una FTTS: vale davvero la pena spendere dei soldi in più, quindi? Come molti addetti ai lavori affermano, puntare sulla Fiber To The Home potrebbe essere un investimento a lungo termine, poiché questo tipo di infrastruttura consentirà di adeguare più facilmente la rete a servizi di prossima generazione. Prezzi più alti sicuramente, ma una vita potenzialmente più lunga.

Questo non significa, ovviamente, che gli altri standard siano inutili o da evitare: a parte le differenze di tipo tecnico, infatti, l’uso di una tecnologia di fibra piuttosto che di un’altra è spesso legato ad altre variabili, come il tipo di rete presente su un territorio, la convenienza o meno di investire su un’area o anche il tipo di territorio da coprire. Le FTTC e FTTS sono spesso le migliori soluzioni possibili e sicuramente un salto in avanti importante rispetto ad una normale ADSL.

Se non sapete ancora se siete raggiunti o meno dalla fibra ottica, vi ricordiamo che su ComparaSemplice.it avete a disposizione un servizio di verifica copertura ADSL e fibra, in grado di darvi maggiori informazioni sulla presenza o meno di tale tecnologia, ma anche di conoscere le migliori tariffe attivabili in base al vostro comune di residenza.

Con ComparaSemplice.it, inoltre, è possibile confrontare le migliori offerte ADSL e in fibra ottica dei principali provider, consentendo un risparmio sulla bolletta telefonica e Internet di oltre 400 euro all’anno. Se avete intenzione di parlare con un esperto, vi segnaliamo anche il nostro servizio di consulenza gratuito e senza impegno d’acquisto: potrete chiamarci dal lunedì al venerdì e dalle 9 alle 20 al numero verde 800 709 993, scriverci una mail alla casella di posta elettronica info@comparasemplice.it oppure contattarci via chat testuale direttamente sul nostro sito (trovate il pulsante dedicato in basso a destra).

L’infografica sul broadband in Italia

0321.085995