Dati Agcom per la Fibra ottica: buone notizie per l’Italia

Dati Agcom per la Fibra ottica: buone notizie per l’Italia
5 (100%) 1 vote
di | 13-07-2018 | Fibra, News e Varie, Telefonia

Buone notizie arrivano dal fronte Fibra ottica e telecomunicazioni: i dati rilasciati dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) parlano di un progresso importante del mondo delle telecomunicazioni grazie all’aumento del numero degli italiani abbonati a un servizio di fibra ottica e l’aumento dei relativi investimenti.

Analizziamo insieme la relazione dell’Agcom.

Sommario

Scenari nel mercato delle telecomunicazioni

Secondo il report 2018 dell’Agcom continua, in maniera galoppante, la ripresa del settore delle telecomunicazioni: finalmente torna il segno positivo e il settore cresce ben del +0,9%. Una percentuale, questa, che porta il settore a valere 32,2 miliardi di euro senza contare i servizi media e quelli postali, e quindi al 3% del Prodotto Interno Lordo (PIL) Italiano.

Il merito della crescita è da attribuire agli investimenti in infrastrutture di telecomunicazioni che tornano a crescere superando i 7 miliardi di euro (+1,6%), grazie anche all’operato di Open Fiber, che nelle aree oggetto dei finanziamenti pubblici è presente con oltre 150 cantieri aperti in tutta Italia. Mentre sul versante della telefonia mobile, sicuramente l’ingresso di Iliad sul mercato italiano ha aumentato la concorrenza sempre più agguerrita, costringendo anche gli altri operatori a rivedere i propri listini, basti pensare alla nascita dell’operatore virtuale controllato da Vodafone Ho. che recentemente ha lanciato la propria tariffa tutto compreso low cost.

All’aumentare degli investimenti corrisponde una crescita del numero degli abbonati broadband su rete fissa di circa un milione mentre raddoppiano gli accessi ultrabroadband (banda ultra larga) che passano da 2,3 milioni a 4,5 milioni.

La spesa di famiglie e imprese in servizi di telecomunicazioni mostra un aumento dell’1,7% e, secondo l’Autorità, il crescente consumo di contenuti video online su rete fissa è alla base del sensibile incremento del traffico dati (+30%). Ma non solo, perché nella telefonia mobile, per la prima volta la spesa in servizi dati ha superato quella in servizi voce. Dunque è aumentato in maniera sensibile, il consumo di dati (+48% circa) da device mobile.

Inoltre, si registra un notevole dinamismo nel frammento dei servizi della banda larga fissa wireless (FWA), i cui ricavi mostrano una crescita prossima al 30%, mentre il numero di utenti ha superato il milione.

L’orientamento positivo ha portato l’Italia a risalire ben dieci posizioni nella classifica europea riferita all’espansione della banda ultra larga nei diversi paesi Europei, riuscendo a conquistare nel 2017 il 13esmio posto partendo dal 23esimo nel 2016.

Open Fiber: focus sulla società

Parte del successo dei numeri riportati dalla relazione dell’Agcom 2018 è dovuta al lavoro di Open Fiber.

Si tratta di un operatore wholesale only, ciò significa che la società non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso.

La mission aziendale è quella di garantire la copertura delle maggiori città italiane con soluzioni in fibra spenta FTTH, attraverso una rete a banda ultra larga quanto più diffusa ed efficiente possibile.

Attraverso un dialogo costante con tutte le istituzioni e i Comuni delle aree in cui opera, Open Fiber riesce a accontentare sempre di più gli acquirenti, attraverso l’adozione di soluzioni tecnologiche innovative.

Non solo, perché la società privilegia l’utilizzo di tecniche di intervento che tutelano i luoghi e la salvaguardia delle zone di interesse ambientale, culturale, paesaggistico e archeologico.

 

 

0321.085995