Trasporto bambini moto: cosa dice il Codice della Strada

di | 20-09-2020 | Auto

Chi è motociclista ed ha un figlio od un nipote, sa cosa significhi per un bambino fare un giro con papà o mamma, o uno zio. Il bimbo, maschietto o femminuccia che sia, quando vede una moto solitamente va in eccitazione. I colori, il rumore, le vibrazioni… In quel momento è un classico: si mette il bimbo a cavalcioni sulla moto e lui stende le braccia per prendere il manubrio. Sorride, e per imitazione ruoterà la manopola del gas. Il passo successivo, sarà la richiesta di un giro in moto. Ancora, molti si spostano per andare a lavoro e ritornare a casa su due ruote, moto o scooter che sia, ed accompagnano il figlio a scuola. Attenzione però, cosa dice il Codice della Strada per il trasporto dei bambini in moto e scooter?

Sommario

 Trasporto bambini moto: cosa dice il Codice della Strada

Come ogni cosa, c’è una legge che regola tutto, incluso il trasporto dei bimbi sulla moto. In questo caso è regolato dall’articolo 170 del Codice della Strada; ma cosa prevede? La legge prevede il divieto assoluto di trasporto a bordo di un motociclo per i minori di 5 anni. Superati i cinque anni, in ogni caso il bambino deve avere una corporatura tale da essere stabile sul mezzo. Significa che seduto in sella, deve arrivare con i piedi a toccare le pedane e con le mani a prendere ed assicurarsi al maniglione passeggero. Niente gambe a penzoloni per capirsi…

Per il bimbo, sappiate che valgono le stesse regole degli adulti in tema di attrezzatura. Il trasporto di un bambino su un motoveicolo impone dunque l’utilizzo di un casco di misura adeguata. Il casco deve essere rigorosamente omologato, mentre a livello di taglie, ne esistono anche di molto piccini, ovvero di taglia XXXS o 48. Quest’ultimo dato riguarda la circonferenza del capo, preso ad un centimetro sopra il padiglione auricolare.

I bambini devono essere protetti!

La regola per quando si circola con un motociclo è sempre la stessa: le protezioni! Gli adulti quando vanno su due ruote non devono indossare solo il casco, ma tutte le protezioni del caso. Dal paraschiena ai guanti, dagli stivali alle giacche ed i pantaloni con le protezioni omologate. Se la regola vale per gli adulti, figuratevi per un bambino! Sappiate che esistono prodotti anche per loro, e che hanno prezzi decisamente più bassi rispetto a quelli per gli adulti, anche perché un bimbo… cresce. Volendo, esistono poi i seggiolini (non obbligatorio) per i bimbi più minuti, ma resta valida la regola dei cinque anni. Si trovano in commercio il modello della GIVI e quello tedesco della Stamatakis.

Le sanzioni

Chiudiamo con le sanzioni previste per chi trasporta su un motoveicolo un bambino di età inferiore ai 5 anni. Si rischia infatti una sanzione che va da 148 a 594 euro. Per chi invece fosse colto a trasportare un bambino di corporatura non sufficientemente sviluppata per toccare le pedane con i piedi, rischia una sanzione da 74 a 299 euro. Quest’ultima vale anche per chi mette in piedi sulla pedana centrale dello scooter il bimbo.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.