Assicurazione RC Professionale Architetto: preventivo online

Acquista subito la tua rc professionale architetto

Chi lavora come Architetto sa che la propria professione fa parte della categoria dei professionisti di area tecnica.

Considerati gli imprevisti possibili in fase di svolgimento del proprio lavoro e la possibilità di andare incontro a richieste danno, è sempre consigliabile stipulare una polizza rc architetto che tuteli il professionista nello svolgimento del proprio lavoro.

I vantaggi per te

Richiedi il tuo preventivo gratuitamente

  • Servizio senza impegno
  • Scopri la nostra proposta
  • Acquista online

Come trovare la migliore rc professionale:

  • 1

    Compila il form con i tuoi dati

  • 2

    Scopri il miglior prezzo

  • 3

    Acquista online e risparmia

Cos’è la RC Professionale Architetto?

La cosiddetta Responsabilità civile Professionale, conosciuta anche come RC Professionale, è diventata un obbligo già da qualche anno, introdotta con il decreto 137 del 2012: il libero professionista deve sottoscrivere un’assicurazione che garantisca al cliente il diritto di essere risarcito in caso di danni subiti, permettendo nel contempo al professionista di non esporre direttamente il proprio patrimonio al rischio derivante dalle richieste di risarcimento. In particolare e rivolta sostanzialmente ai Professionisti che si obbligano direttamente verso il cliente (sono esclusi, quindi, collaboratori, stagisti e altre figure di supporto al Professionista stesso).

Un’assicurazione professionale, quindi, può coprire diversi rischi che potrebbero presentarsi durante l’attività lavorativa dell’assicurato, come ad esempio la violazione di alcune norme previste nella propria area di azione, i danni al patrimonio, le multe comminate ai clienti del Professionista a causa dell’errore di quest’ultimo, la perdita di documenti e altri dati, etc… L’Assicurazione RC Professionale per l'Architetto è, ad esempio, una polizza pensata per questa tipologia di Professionisti. 

A chi è rivolta l’assicurazione rc professionale per l'architetto

Questo tipo di prodotto assicurativo non è rivolto solamente ad un singolo Architetto, che opera in autonomia e come Professionista nel suo ufficio, ma anche ad altri profili, come ad esempio:

  • Studi Associati, che vogliono sottoscrivere pacchetti assicurativi collettivi o per alcuni professionisti che lavorano al loro interno;
  • professionisti che lavorano per conto di Studi esterni e che vogliono tutelarsi in maniera autonoma la propria attività lavorativa.

Errori comuni

Un architetto, così come qualsiasi Professionista, è soggetto ad errori durante l’esercizio della sua professione. Alcuni di essi sono particolarmente frequenti, come ad esempio:

  • errori di progettazione;
  • inosservanza totale o parziale delle disposizioni di sicurezza previste nei luoghi di lavoro;
  • errori sulla documentazione (compreso il trattamento dei dati dei clienti) relativa a progetti e pratiche;
  • mancanze su progetti o sulle direttive relative ai lavori.

Cosa copre l'assicurazione per architetto?

La polizza RC Professionale per Architetto copre da una serie di rischi molto comuni a cui va incontro il professionista, ma non solo. Ecco qualche esempio di problematiche frequenti generalmente incluse in un pacchetto assicurativo:

  • richieste di risarcimento effettuate da clienti o enti pubblici e privati;
  • tutela legale;
  • infortuni di dipendenti e collaboratori;
  • tutela della responsabilità amministrativa;
  • copertura in caso di procedimenti penali (anche se non tutte le polizze la prevedono).

Ovviamente ogni polizza assicurativa ha le proprie peculiarità: generalmente sono indicate chiaramente sul contratto assicurativo e/o vengono specificate dal consulente prima della stipula, anche in base alle esigenze dell’Architetto che vuole tutelarsi.

I prodotti assicurativi, infatti, possono essere integrati con coperture aggiuntive – anche particolari e specifiche – a seconda delle proprie esigenze e necessità Di recente, ad esempio, sono sempre più presenti delle protezioni verso gli attacchi informatici e rivolte ad una maggior cybersecurity: un rischio crescente anno dopo anno, soprattutto tra coloro che si affidano in parte o totalmente alla rete per il proprio lavoro (praticamente tutti: la maggior parte delle attività, comprese le comunicazioni di tipo amministrativo e fiscale, sono ormai telematizzate da tempo).

Cosa non copre l'assicurazione?

Questo tipo di prodotti non prevede la copertura in caso di atti dolosi da parte del professionista. Inoltre la compagnia di assicurazioni con cui è stata stipulata la polizza potrebbe decidere di rifiutare una copertura assicurativa ad un Professionista se quest’ultimo viene considerato un “cattivo” cliente (ad esempio in passato è stato oggetto di una lunga serie di richieste di risarcimento da parte degli utenti o viene considerato poco affidabile).

La polizza non può coprire nemmeno i risarcimenti causati da atti commessi da clienti non iscritti all’Ordine di appartenenza, né a seguito di inosservanza degli obblighi contrattuali per cui l’assicurato si era impegnato al momento della sottoscrizione.

Assicurazione “Claims made” e Retroattività

Quando ci riferiamo ad assicurazioni per Professionisti, dobbiamo prendere in considerazione due caratteristiche particolarmente importanti e presenti nella maggior parte delle polizze di questo tipo: una riguarda la clausola “claims made" delle polizze, l’altra il potere retroattivo (variabile) delle stesse. 

Claims Made

In regime di claims made, il danno si manifesta quando il cliente di un Professionista avanza la richiesta di risarcimento, ossia nel momento esatto in cui viene esercitato. Questo significa che l’assicurazione pagherà l’indennizzo quando il danneggiato reclamerà il risarcimento a cui ha diritto. Si tratta di una clausola abbastanza controversa e dibattuta, ma che evita di esporre le compagnie assicurative a richieste di risarcimento anche a distanza di molto tempo. Per maggiori informazioni sul tema potrai consultare la pagina dedicata proprio alla clausola claims made

Retroattività

Un’assicurazione consente di coprire da danni causati dall’attività professionale non solo dalla data di entrata in vigore della polizza sottoscritta, ma anche prima della stipula del contratto stesso. Il periodo di durata retroattiva è variabile a seconda dell’assicurazione: ad esempio è possibile trovare prodotti che coprono i 2 anni precedenti, altri ancora 5 o 10 anni, (in casi rari la polizza potrebbe prevedere un periodo illimitato di retroattività). Ovviamente i costi e le condizioni variano a seconda della tipologia richiesta.

È chiaro che, qualora la polizza venisse bloccata o non rinnovata, le richieste di responsabilità successive alla decadenza dell’assicurazione saranno scoperte e, quindi, completamente a carico dell’Architetto. 

Quanto tempo ci vuole per sottoscrivere una polizza?

Generalmente, subito dopo aver contattato il servizio o la compagnia assicurativa e aver parlato con un consulente, si riceverà un preventivo gratuito e senza impegno d’acquisto che potrà essere valutato ed eventualmente accettato. Il preventivo potrà essere restituito firmato alla società, che prenderà in carico la pratica e informerà il richiedente non appena sarà conclusa.

Come già scritto in precedenza, l’assicurazione potrà avere degli effetti retroattivi (variabili, a seconda della tipologia di polizza scelta) e sarà valida per tutta la sua durata, fino alla scadenza prevista. 

Le nostre guide

Tutte le guide
02 200 11 200