Costo kWh: qual è il prezzo dell’energia elettrica nel III trimestre 2022

di | 01-07-2022 | News Gas e Luce

Qual è il costo al kWh dell'energia elettrica nel III trimestre del 2022? Ecco una guida completa che ti spiega come funziona la tariffa della luce nella bolletta, quanto si paga per la materia prima e quali sono gli altri costi che concorrono al valore della fattura per l'elettricità.

Costo kWh: qual è il prezzo dell’energia elettrica nel III trimestre 2022
Confronta

Sommario

Il costo dell’energia elettrica al kWh (PE) nel 2022

(Aggiornato il 01/04/2022) Quanto costa l’energia elettrica al kilowattora?  Il prezzo al kWh non è uguale per tutti i clienti, ma varia in base all’offerta sottoscritta con il proprio fornitore e alla tipologia di tariffa scelta (mercato libero o tutelato): per questo motivo e per il fatto che il costo incide sulla bolletta della luce, sapere il costo dell’energia elettrica può tornare utile per valutare al meglio le offerte luce presenti sul mercato.

Qual è, dunque, il costo medio al kWh della luce (prezzo energia) nel mercato tutelato per questo terzo trimestre del 2022 (1 luglio – 30 settembre 2022? Nella tabella seguente riportiamo il prezzo dell’energia elettrica per il mercato tutelato oggi:

Fascia orariaCosto kWh
F0 (tariffa monoraria)0,27665 €/kWh
F1 (giorno)0,29411 €/kWh
F2, F3 (sera, weekend e festivi)0,26761 €/kWh

Quanto incide, sul valore della bolletta della luce il costo del kWh? Il costo al kilowattora incide solitamente per il 48-52% sul costo totale della bolletta; la restante parte è determinata da oneri per gestione e trasporto che sono direttamente imputabili al fornitore. Questo significa che per valutare quanto costa un kWh tutto compreso nel 2022, dobbiamo tener presente non solo la componente energia, ma anche tasse e costi aggiuntivi, ma soprattutto significa che per risparmiare sulla luce in casa è importante scegliere il giusto fornitore e la migliore offerta in base alle abitudini di utilizzo dell’energia. Così come avviene per il costo del gas al metro cubo (che ha ripercussioni nella scelta delle tariffe gas per la casa) è pertanto fondamentale conoscere il prezzo della luce prima di sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura della corrente.

Per quanto riguarda il regime di maggior tutela (con il fornitore Servizio Elettrico Nazionale, ex Enel Servizio Elettrico, per intenderci), le tariffe del chilowatt a consumo abbiamo detto essere stabilite su base trimestrale, dall’Autorità per l’Energia e il Gas (Arera, ex Aeegsi); in caso di mercato libero invece è direttamente il fornitore a stabilire il prezzo kWh: questo significa che è difficile indicare un costo dell’energia fisso e preciso, ma viene influenzato dalla concorrenza tra le compagnie energia.

Vista la difficoltà riscontrata per il mercato libero, torniamo a vedere qual è il costo di un kWh di energia elettrica secondo quanto definito dall’Arera.

Prezzo al kWh finito in bolletta: quali fattori incidono sul costo kWh in bolletta?

Come accennato in precedenza il costo kWh dell’energia elettrica incide per una parte sul prezzo finito in bolletta. Per cercare di fornirvi tutti gli elementi utili per valutare le offerte luce presenti sul mercato, soprattutto se avete deciso di cambiare fornitore luce e gas, ecco di seguito quali sono i fattori che incidono sul costo al kWh della luce in bolletta:

  • taglio di potenza
  • spese per la materia energia
  • spese per trasporto e gestione del contatore
  • oneri di sistema

Taglio di potenza

Una distinzione che influisce sulla tariffa della componente a consumo della bolletta dell’energia elettrica è data dal taglio di potenza. Le forniture possono essere da 3 kW, 4,5 kW o 6 kW. Ogni taglio di potenza ha la propria tariffa. Generalmente, però, si fa riferimento alla tariffa di una fornitura tipica domestica da 3 kW.

L’Arera indica anche quali sono le tariffe applicabili al consumo di energia elettrica sulla base delle condizioni contrattuali, nel caso di tariffe biorarie o monorarie.

È importante chiarire la distinzione tra tariffa per l’approvvigionamento della materia prima e il costo medio in bolletta dell’energia elettrica al kWh:

  • Tariffa per la materia energia: è il costo di approvvigionamento di un kWh di energia elettrica sul mercato, così come definito dall’Arera trimestralmente.
  • Costo medio in bolletta del kWh: è il coefficiente che serve a capire quale sarà la spesa variabile in bolletta e comprende: la componente tariffaria, gli oneri e le tasse che determina appunto il prezzo finito dell’energia elettrica, ovvero il costo kWh tasse incluse.

Spesa per la materia energia: non solo materia prima

Questa voce di costo è composta diversi elementi: i costi di approvvigionamento (che abbiamo visto sopra), i costi di commercializzazione al dettaglio e altre voci (perequazione, dispacciamento). Il più incisivo è, senza dubbio, il costo di commercializzazione.

Il costo di commercializzazione è un costo fisso, indipendente dal consumo, che va a coprire la spesa sostenuta dal fornitore per la gestione commerciale del cliente. In regime di tutela, tale costo viene definito dall’Arera. Nel libero mercato può essere definito a discrezione del fornitore, anche se, in molti casi, i fornitori scelgono di attenersi alla spesa individuata dall’Arera.

I costi di commercializzazione sono di 69,8818€ per il trimestre in corso.

Trasporto e gestione del contatore e oneri di sistema

Il trasporto e gestione del contatore e gli oneri di sistema sono due ulteriori voci di costo in bolletta. Nel caso dei costi di trasporto e gestione, si tratta di una spesa in parte proporzionale al consumo di energia elettrica, in parte fissa e in parte imputata per potenza contatore. Gli oneri di sistema, invece, sono interamente imputati per quota di consumo.

Cos’è il kWh: definizione

Il chilowattora (abbreviato come kWh) è l’unità di misura dell’energia elettrica e costituisce l’energia assorbita in 1 ora da un apparecchio che ha una potenza di 1 kW. Il chilowattora viene utilizzato per calcolare e fatturare i consumi sulla bolletta e viene rilevatore dal contatore della luce, che per l’appunto serve per registrare i consumi (i kWH) nelle 3 fasce orarie definite da Arera (F1, F2, F3).

in evidenza Scadenza 8g 11h 0m
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato

  • Prezzo 144,83 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Eni Plenitude S.p.A. Società Benefit

  • Materia Energia 1454,36 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 158,00 €
  • Trend Casa Luce è l'offerta luce di Eni Plenitude dedicata ai clienti domestici, che segue l'andamento del mercato. Con la sottoscrizione del listino "No Pensieri" il Cliente potrà acquistare alternativamente una polizza "No Pensieri impianti" o "No Pensieri RC danni".
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
Scadenza 8g 11h 0m
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria

  • Prezzo 94,19 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Illumia

  • Materia Energia 901,84 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 102,76 €
  • Luce Super Flex
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
Scadenza 8g 11h 0m
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria

  • Prezzo 95,02 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Illumia

  • Materia Energia 910,97 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 103,66 €
  • Luce Easy Flex Web
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
Scadenza 7g 11h 0m
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Bollettino precompilato, Bonifico

  • Prezzo 105,07 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Iren Mercato

  • Materia Energia 1050,52 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 114,62 €
  • IREN REVOLUTION LUCE VERDE VARIABILE
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
Scadenza 8g 11h 0m
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato

  • Prezzo 144,62 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell'offerta

Fornitore: Edison Energia

  • Materia Energia 1452,02 €
  • Trasporto e gestione del contatore 103,85 €
  • Oneri di sistema 0,00 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 157,77 €
  • Edison World Luce Plus è l'offerta che consente, a fronte di un contributo mensile, di ottenere il prezzo dell'energia all'ingrosso (PUN). Il contributo mensile sarà bloccato per 12 mesi, l'offerta è riservata ai Clienti finali titolari di punti di prelievo alimentati in bassa tensione (BT) per usi domestici. E' inoltre possibile personalizzare l'offerta scegliendo fra prodotti assicurativi e di risparmio energetico.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.

Quanto costa un kWh nel Mercato libero nel 2022?

Se invece ci spostiamo sul Mercato libero, possiamo notare che, l’8,7% delle offerte proposte in regime di libera concorrenza sono più convenienti della proposta del mercato tutelato.

Qual è il costo al kWh sul Mercato libero per le offerte di venditori come Acea, Enel, Eni, Iren, A2A e degli altri operatori? Quando il prezzo non è calmierato dall’intervento sul mercato dell’Acquirente unico, società del gruppo GSE, le cose si complicano e il tariffario diventa più articolato. In questo caso infatti il costo dell’energia elettrica al kw e della materia prima è liberamente stabilito dalla singola compagnia di luce e gas, che potrebbe comunque decidere di utilizzare la leva del blocco del prezzo per un tempo di 12 o 24 mesi o sconti e promozioni particolari al fine di acquisire un maggior numero di clienti.

Tuttavia sono tariffe con le quali bisogna prendere confidenza per effettuare il passaggio dal mercato tutelato al mercato libero.

Come sapere quanto costa un kWh sul mercato libero? Su ComparaSemplice.it potrete scoprire tutte le tariffe proposte dai fornitori di energia elettrica operanti sul Mercato libero italiano, per trovare le tariffe luce più convenienti per le vostre esigenze. Non dimenticate di valutare, oltre il costo dell’energia elettrica, anche le fasce orarie proposte e il servizio offerto.


Andamento storico prezzo energia

Nella tabella seguente è possibile consultare l’andamento storico del prezzo energia, ovvero le variazioni di costo dell’energia elettrica al kWh negli ultimi 2 anni, suddivisi per fascia oraria. Abbiamo riportato per comodità solo il costo della componente materia prima energia (PE) espresso in €/kWh (kilowattora) per il servizio di maggior tutela.

TrimestreCosto energia F0Costo energia F1Costo energia F23
Aprile 20220,255920,269360,224958
Gennaio 20220,293260,321540,27862
Ottobre 20210,192480,20650,18522
Luglio 20210,1060910,119330,10033
Aprile 20210,065950,075160,06148
Gennaio 20210,062560,072420,05758
Ottobre 20200,056450,064670,0522
Luglio 20200,029990,032060,0289
Aprile 20200,030370,032720,02927
Gennaio 20200,06530,071040,06237

Il prezzo finito di un kWh in Europa: in Italia costi sopra la media

Quanto costa un kWh finito in Europa? Per capire quanto paghiamo rispetto agli altri Paesi dell’UE, andiamo a vedere quali sono i dati pubblicati dall’ultima relazione Arera (luglio 2021, con dati riferiti al 2020).

 

Secondo quanto riportato dall’Arera, per la fascia di consumo 1.000 – 2.500 kWh/anno, l’Italia si posiziona sopra alla media europea nella classifica del prezzo finito al kWh dell’energia elettrica (costo incluso tasse). Per la fascia di consumo considerata più diffusa tra i clienti domestici (2.500 – 5.000 kWh/anno), il costo lordo del kWh di energia elettrica supera di poco il costo medio tra i Paesi dell’Unione europea.

Approfondimenti

 

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.