Allaccio Luce e Gas Wekiwi

Allaccio Luce e Gas con Wekiwi

Che cosa bisogna fare per richiedere un allaccio luce o gas con Wekiwi? Quali sono i passaggi da seguire per inoltrare la domanda in maniera corretta ed evitare errori o ritardi? In questa guida cercheremo di rispondere a queste domande e scopriremo quali sono gli step necessari per un allacciamento con questo fornitore, quali sono i documenti da preparare, i costi e le tempistiche previsti.

Un allaccio è, ovviamente, una procedura standard per chi necessita di collegare la propria abitazione o il proprio ufficio ad una fornitura di luce o gas: generalmente il contatore non è ancora presente oppure è già stato installato ma non è mai stato utilizzato. Potrebbero esserci dei casi in cui sia necessario soltanto il cambio intestatario (voltura) oppure l’attivazione di un contatore già utilizzato in precedenza (subentro): se ti trovi in una di queste situazioni ti consigliamo di leggere le guide sull’argomento, seguendo uno dei link qui in basso.

Fatta questa premessa, possiamo cominciare con la guida su come fare un allaccio luce o gas Wekiwi, seguendo le indicazioni forniteci dallo stesso fornitore attraverso il proprio sito ufficiale (Wekiwi.it).

Wekiwi allaccio Luce

Documenti necessari per la domanda

La prima cosa da fare, secondo quanto specificato dallo stesso fornitore sul proprio sito ufficiale (Wekiwi.it) è raccogliere i seguenti dati e documenti, necessari per la richiesta:

  • dati anagrafici del nuovo intestatario (compreso il codice fiscale);
  • copia di un documento di identità in corso di validità;
  • dichiarazione firmata del possesso o della detenzione dell’immobile;
  • attestazione della regolarità urbanistica dell’immobile (istanza 326);
  • numero di telefono e/o mail del richiedente, per i contatti diretti con l’assistenza.

Qualora fosse necessaria l’integrazione con altri dati e documentazioni, il customer care della società ti informerà tempestivamente durante l’iter necessario per l’allacciamento.

Come presentare la domanda

Una volta raccolti tutti i dati, bisognerà richiedere l’allaccio luce Wekiwi al fornitore: per farlo sarà sufficiente rivolgersi all’assistenza, attraverso uno dei vari canali messi a disposizione. Il principale è il numero verde 800 17 85 84, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18 (sono esclusi i festivi). Il numero è valido solo per le chiamate dal fisso, mentre per l’utenza mobile sarà possibile telefonare allo 02 91 17 31 991 (linea a pagamento in base al proprio piano tariffario).

Il servizio clienti è raggiungibile anche via mail, attraverso gli indirizzi clienti@wekiwi.it e info@wekiwi.it, o lasciando un messaggio privato alle pagine social Wekiwi di Facebook e Twitter.

Sul sito Internet Wekiwi.it, inoltre, c’è un servizio di chat e un pulsante “Richiamami” (li trovate in basso a destra della pagina) per poter essere ricontattati in un secondo momento, ad un orario concordato.

Se il contatore non è presente

Se l’abitazione non è ancora dotata di contatore, il gestore della rete locale invierà un tecnico per un sopralluogo e per valutare l’entità dei lavori. Una volta effettuate le verifiche, la compagnia stilerà un preventivo, che verrà sottoposto al cliente. Quest’ultimo avrà un certo periodo di tempo per decidere se accettare o rifiutare il preventivo. In caso di assenso, i lavori potranno cominciare e successivamente verrà attivata l’offerta desiderata.

Se il contatore è presente

Se, invece, il contatore è già presente ma non è mai stato attivato, basterà proseguire con l’iter per l’allaccio luce Wekiwi, integrando la domanda con altri dati importanti, come ad esempio il codice POD.

Che cos’è il POD e dove si trova

Il POD (acronimo per Point of Delivery) è un codice alfanumerico, composto da circa 14-15 caratteri (comincia sempre con le due lettere “IT”, che identifica in maniera univoca il contatore, o più correttamente, il punto in cui la fornitura viene consegnata dal distributore e prelevata dall’utente. Può essere considerato come un vero e proprio codice fiscale: ogni contatore ne ha uno e non può essere modificato, nemmeno cambiando fornitore o intestatario.

Il POD è facile da trovare: generalmente si trova nel menu del contatore oppure in una vecchia bolletta della luce (ovviamente, nel caso di un allaccio ex novo, questo non sarà possibile). Per le nuove attivazioni, invece, è necessario attendere la conclusione dei lavori e l’assegnazione del codice.

Ricordiamo, infine, che il POD non ha nulla a che vedere con altri codici, come ad esempio il numero di matricola del contatore, il codice cliente o il numero di contratto: occhio, quindi, a non confonderti con questi dati.

Tempi di attivazione del servizio

Wekiwi è uno dei fornitori che descrive in modo più chiaro quali potrebbero essere le tempistiche necessario per un allacciamento: in caso di lavori semplici, ad esempio l’installazione del contatore e la posa di un cavo, saranno necessari circa 15 giorni dall’accettazione del preventivo. Se, invece, i lavori previsti sono complessi, le tempistiche potrebbero dilatarsi, fino a 60 giorni. In caso di ritardi oltre i 2 mesi (se è la stessa società la responsabile del ritardo), l’utente potrà richiedere un risarcimento.

Costi per l’allaccio luce Wekiwi

Come spiega lo stesso fornitore sul proprio sito, “il prezzo complessivo di un allacciamento permanente viene calcolato in base a tre quote”:

  • quota distanza: ossia la distanza tra l’immobile da allacciare e la cabina di trasformazione più vicina. Per le case di residenza la quota è fissa a 184,48 euro;
  • quota potenza: viaria a seconda dei chilowatt richiesti: è pari a 69,36 euro per ogni chilowatt;
  • quota fissa: sono gli oneri amministrativi, pari a 27,03 euro.

A tali costi potrebbero aggiungersene altri, come ad esempio i costi per i lavori, eventuali opere murarie, etc.. Il preventivo conterrà tutte le informazioni dettagliate per conoscere sia i costi da sostenere che i tempi previsti per l’allaccio luce Wekiwi sull’abitazione o l’ufficio.

Trova l’offerta luce migliore con ComparaSemplice.it

Non hai ancora scelto la tariffa Energia per la tua casa o l’ufficio e vuoi prendere in considerazione tutte le migliori alternative a seconda delle tue abitudini e necessità di utilizzo del servizio? Ti ricordiamo che su ComparaSemplice.it potrai confrontare le offerte luce più interessanti del momento in modo rapido e gratuito, con un potenziale risparmio di oltre 250 euro all’anno sulla bolletta.

Non solo: offriamo anche un servizio di consulenza senza alcun costo o obblighi d’acquisto. Per accedere al servizio sarà sufficiente contattare il numero sul sito (attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 20), scrivere una mail all’indirizzo info@comparasemplice.it oppure aprire una live chat attraverso la finestra dedicata che trovate sul sito.

[Torna all'indice]

Wekiwi allaccio Gas

Documenti necessari per la domanda

Prima di contattare il fornitore e richiedere l’allacciamento, è importante raccogliere alcuni dati e documenti che ti verranno richiesti al momento dell’inoltro della domanda. Eccoli:

  • dati anagrafici dell’intestatario della fornitura (compreso il codice fiscale);
  • la copia di un documento di identità valido (non scaduto);
  • categoria d’uso del gas (per riscaldamento, acqua e/o uso cottura);
  • indirizzo del punto di riconsegna del gas;
  • numero di telefono e mail di riferimento per mantenere le comunicazioni con il fornitore.

Potrebbero esserci dei casi in cui sia necessaria una documentazione più ampia: sarà comunque Wekiwi ad informarti qualora vi fosse tale bisogno, facendoti sapere esattamente quali documenti preparare per inoltrare correttamente la domanda.

Come presentare la domanda

Per presentare la richiesta di allaccio gas Wekiwi, il fornitore mette a disposizione diversi canali: il principale, come per l’allaccio luce, è il numero verde, l’800 17 85 84, raggiungibile dal lunedì al venerdì (tranne i festivi) dalle ore 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18. Per chiamare da rete mobile, invece, il numero di telefono di riferimento è lo 02 91 17 31 991: si tratta di un numero a pagamento, tariffato in base al piano attivo sulla propria sim.

Se non hai problemi nell’utilizzo dei servizi Web, potrai contattare l’assistenza attraverso la mail (clienti@wekiwi.it o info@wekiwi.it) oppure lasciare un messaggio privato nelle pagine ufficiali Wekiwi di Facebook e Twitter.

Segnaliamo, inoltre, la presenza di un servizio chat e “Richiamami” sul sito ufficiale Wekiwi.it, per comunicare direttamente con un addetto al customer care via messaggistica istantanea oppure essere ricontattati in un secondo momento.

Se il contatore non è presente

Una volta presentata la domanda di allaccio gas Wekiwi, quest’ultimo si occuperà di inoltrare la domanda al distributore locale entro 48 ore dalla richiesta: verrà effettuato un sopralluogo per valutare l’entità dei lavori e, in base ai dati raccolti, il fornitore stilerà un preventivo da sottoporre all’utente. Se verrà accettato e firmato da quest’ultimo, i lavori potranno cominciare e, una volta conclusi, sarà possibile attivare un’offerta gas.

Se il contatore è già presente

Potrebbero esserci dei casi in cui il contatore sia già presente nell’abitazione o nell’ufficio, ma non sia mai stato utilizzato: basterà, quindi, informare il fornitore, magari tenendo a portata di mano il codice PDR insieme al resto della documentazione, in modo tale da facilitare la richiesta di allacciamento.

Cos’è il PDR e dove trovarlo

Il PDR (è l’acronimo di Punto di Riconsegna) è un codice numerico, composto da circa 14 caratteri, che identifica in modo univoco il punto in cui la fornitura di gas viene consegnata dal distributore e prelevata dal cliente. Ogni contatore ha il proprio PDR, diverso da tutti gli altri, che non può essere sostituito o modificato in alcun modo, neppure effettuando un cambio fornitore o intestatario.

Per poter recuperare questo codice è sufficiente controllare la prima pagina di una bolletta precedente (nel caso in cui la fornitura fosse già attiva) oppure, nel caso di un allaccio ex novo, attendere l’assegnazione. In certi casi il PDR potrebbe essere indicato su un cartellino o un’etichetta posti sul contatore stesso.

Tempi di attivazione del servizio

I tempi per l’allaccio gas Wekiwi variano a seconda della tipologia di lavori da effettuare: per interventi semplici potrebbero essere sufficienti circa 10 giorni, mentre lavori più complessi necessitano più tempo, fino a 60 giorni. Bisogna tenere in considerazione, inoltre, le tempistiche relative alla presentazione del preventivo dopo il sopralluogo (che potrebbe richiedere 15-30 giorni di tempo) e la risposta da parte del cliente.

Secondo Wekiwi, presentando la documentazione nei tempi corretti, la procedura di allaccio e di attivazione dovrebbe avvenire in circa un mese e mezzo, al massimo due nel caso di lavori più complessi.

In caso di ritardi (per responsabilità del fornitore), il cliente potrebbe avere diritto ad un rimborso.

Costi per l’allaccio gas Wekiwi

Per quanto riguarda la spesa necessaria per l’allacciamento della fornitura di gas con questo fornitore, tutto viene regolato dai distributori di zona: sarà sufficiente verificare i listini prezzi dei distributori della propria area di residenza per avere un’idea della spesa da sostenere. Attraverso il preventivo, inoltre, potrai avere un quadro più preciso dei costi in base al tuo caso particolare: l’assistenza clienti Wekiwi resterà a tua completa disposizione per eventuali dubbi o richieste.

Trova l’offerta gas migliore con ComparaSemplice.it

Stai pensando di effettuare un allaccio gas sulla tua casa nuova o in ufficio ma non hai ancora deciso a quale tariffa affidarti? Se hai ancora dei dubbi e vuoi confrontare le offerte gas più adatte alle tue esigenze e necessità, ti ricordiamo che con ComparaSemplice.it potrai farlo in modo veloce e gratuito, con un potenziale risparmio di oltre 250 euro all’anno sulla bolletta.

Se hai bisogno di un parere di un esperto, nessun problema: chiama il numero sul sito (attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 20), scrivi una mail all’indirizzo info@comparasemplice.it oppure apri una live chat direttamente sul sito, attraverso la finestra dedicata. La consulenza, lo ricordiamo, è senza alcun costo e senza obblighi d’acquisto.

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Domande frequenti

    Tutto quello che ti sei sempre chiesto su contratti e offerte per l'energia elettrica e il gas metano.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Costo al kWh dell'energia elettrica

    Quanto costa un kWh di luce? Scopri il prezzo della materia prima sul mercato libero e tutelato.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Quanto costa un metro cubo di gas?

    Il prezzo di un smc di gas naturale sul mercato libero e sul mercato tutelato.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Codice Pod: cos'è e dove trovarlo

    Tutto quello che devi sapere sul Codice Pod: ti spieghiamo dove trovarlo con o senza bolletta della luce.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Trova il fornitore energia più economico

    Come trovare il fornitore luce e gas più economico? È facile: te lo spieghiamo in questa guida.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news
0321 085995