Allaccio Acea Gas

Come richiedere l'allaccio per il gas metano ad Acea

Che cosa bisogna fare per poter effettuare un allaccio gas Acea? In questo spazio troverai tutte le informazioni relative a questo argomento: quali sono i documenti necessari per poter inoltrare la richiesta, i canali di riferimento, le tempistiche e i costi generalmente previsti per questo tipo di operazione. La procedura è abbastanza semplice da seguire e ricalca più o meno quella seguita dagli altri fornitori di gas.

Com’è facile immaginare, un allaccio dell’immobile alla fornitura gas è richiesto soprattutto quando il contatore non è ancora presente ed è necessario effettuare i lavori per l’installazione dello stesso. Tuttavia potrebbero esserci casi in cui il contatore sia presente ma non sia mai stato utilizzato: nei paragrafi che seguiranno cercheremo di approfondire meglio queste due situazioni per comprendere come muoverci. Se, invece, nell’abitazione è già presente una fornitura gas attiva oppure il contatore è stato disattivato, potrebbe essere utile dare un’occhiata alle altre guide sull’argomento, come le seguenti:


Documenti necessari da tenere a portata di mano

Se hai deciso per un allaccio gas Acea dovrai tenere a portata di mano alcuni dati e documenti prima di effettuare una richiesta al fornitore. Tali informazioni sono state pubblicate dalla stessa società sul proprio sito ufficiale Acea.it, nella sezione dedicata proprio all’allacciamento. Eccoli:

  • codice fiscale dell’intestatario del servizio;
  • documento d’identità in corso di validità;
  • titolo di possesso dell’immobile;
  • dati catastali dell’immobile;
  • contatti di riferimento (ad esempio numero di telefono e/o mail) per le comunicazioni con il fornitore.

Se saranno necessarie ulteriori documentazioni o informazioni verrai informato tempestivamente dall’assistenza clienti Acea al momento della richiesta. 

[Torna all'indice]

Come presentare la richiesta

Le modalità di richiesta potrebbero cambiare a seconda dei casi e delle necessità a livello tecnico per l’installazione del servizio.

[Torna all'indice]

Se il contatore non è presente

Prima di contattare Acea per l’allaccio, il fornitore consiglia di seguire i seguenti passaggi:

  • scegliere il tipo di utilizzo per la fornitura (cottura cibi, acqua calda, riscaldamento);
  • contattare un tecnico (che abbia i requisiti tecnico-professionali previsti dalla legge n.46/90) per il collegamento alla rete di distribuzione locale;
  • una volta terminati i lavori per l’impianto, richiedere la documentazione prevista dalla delibera ARERA 40/2014 (in pratica si tratta dell’accertamento effettuato dal distributore per la sicurezza dell’impianto).

Una volta seguito questo iter, si potrà contattare il servizio clienti Acea, attraverso uno dei seguenti canali:

  • numero verde 800 130 333, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 14;
  • recandosi personalmente presso un punto vendita Acea: per maggiori informazioni potrete accedere alla pagina “Cerca il tuo sportello” del sito Acea.it, dove si potranno trovare tutte le informazioni relative alle indicazioni e agli orari di apertura;
  • attraverso la chat presente sul sito MyAcea, cliccando sul pulsante dedicato in basso a destra e compilando il mini form per poter cominciare a comunicare in tempo reale con un addetto all’assistenza.

[Torna all'indice]

Se il contatore non è presente

Come accennato in precedenza, potrebbero esserci dei casi in cui l’abitazione sia già stata allacciata alla fornitura ma il contatore non sia stato mai utilizzato. In questo caso basterà contattare l’assistenza clienti Acea attraverso i canali visti qualche riga sopra: la società si occuperà di effettuare un sopralluogo e verificare la documentazione e i rapporti relativi agli accertamenti degli impianti per la messa in sicurezza.

Se i controlli avranno esito positivo, verrà redatta una proposta di contratto che dovrà essere sottoscritta e restituita dal cliente, affinché possa essere attivata l’offerta desiderata. Tra i dati richiesti dopo l’installazione del contatore potrebbe esservi anche il PDR (o Punto di Riconsegna), un codice molto importante da tenere a portata di mano.

[Torna all'indice]

Cos’è il codice PDR e dove trovarlo

Il codice PDR è una stringa composta da 14 numeri che identifica in maniera univoca il contatore del gas, o più precisamente, il punto fisico in cui la fornitura viene consegnata dal distributore e prelevata dal cliente. Ogni contatore, quindi, ha un proprio codice identificativo che non può essere mai modificato, nemmeno effettuando un cambio cliente o fornitore.

Il codice può essere recuperato in bolletta (si trova generalmente in prima pagina) o su un’etichetta o un cartellino posto sul contatore stesso. Nel caso di un’installazione ex novo, come ad esempio l’allaccio Acea gas, bisognerà attendere la fine dei lavori e la messa in sicurezza per poter conoscere il PDR del nuovo contatore.

[Torna all'indice]

Tempi di attivazione del servizio

Le tempistiche per un allacciamento di una fornitura gas con Acea sono variabili a seconda dei lavori da effettuare, del tipo di servizio richiesto, etc… Sarà l’assistenza clienti a fornire tutte le informazioni al cliente, sia tramite preventivo che attraverso delle comunicazioni costanti con l’intestatario relative allo stato della pratica.

[Torna all'indice]

Costi per l’allaccio gas Acea

Anche i costi sono estremamente variabili ed è molto difficile poter fornire dei numeri assoluti al riguardo: oltre alla tipologia di lavori necessari, infatti, Acea specifica sul proprio sito ufficiale che “la richiesta di allaccio alla rete gas prevede un costo, per ogni impianto di utenza accertato, variabile in base alla portata termica complessiva da te scelta”.

Come per le tempistiche, quindi, l’assistenza clienti e il preventivo ti forniranno gli importi esatti in base alla tua richiesta e alla tipologia di servizio da attivare sulla fornitura di gas.

[Torna all'indice]

Trova la migliore offerta gas con ComparaSemplice.it

Se non sei ancora sicuro su quale piano Energia sottoscrivere nella tua abitazione o nel tuo ufficio, ti ricordiamo che su ComparaSemplice.it è sempre a disposizione un servizio completamente gratuito e personalizzabile, in grado di confrontare le migliori tariffe gas del momento: in questo modo riuscirai a comparare contemporaneamente decine di soluzioni con pochissimi click e potrai risparmiare anche oltre i 250 euro all’anno in bolletta, in base alla promozione sottoscritta.

Chi preferisce parlare con un esperto, invece, potrà contattare il nostro servizio di consulenza, anch’esso senza costi o obblighi d’acquisto. Per farlo basterà chiamare il numero gratuito 800 709 993 (la linea è attiva dalle ore 9 alle 20, dal lunedì al venerdì), scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica info@comparasemplice.it oppure aprire una chat in tempo reale direttamente sul nostro sito.

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Domande frequenti

    Tutto quello che ti sei sempre chiesto su contratti e offerte per l'energia elettrica e il gas metano.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Costo al kWh dell'energia elettrica

    Quanto costa un kWh di luce? Scopri il prezzo della materia prima sul mercato libero e tutelato.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Quanto costa un metro cubo di gas?

    Il prezzo di un smc di gas naturale sul mercato libero e sul mercato tutelato.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news
0321 085995