Voltura Hera Comm Luce

Come richiedere la voltura del contratto luce di Hera Comm

Che cosa bisogna fare per effettuare una voltura Hera Comm luce? Quali sono i contatti di riferimento dell’assistenza per questo tipo di richiesta e i documenti da presentare? E quali, invece, i costi e i tempi di attesa per l’espletamento della pratica? In questa guida vedremo nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere sulla voltura di un contratto luce, in modo tale che possa essere d’aiuto a tutti quegli utenti che devono necessariamente cambiare intestatario con questo fornitore.

Se la voltura non è ciò che serve per attivare la tua fornitura di energia elettrica, allora potrebbero interessarti le seguenti guide:

Per avviare la tua richiesta di voltura di un contratto Hera Comm, invece, tutto ciò che devi sapere è presente in questa pagina.


Voltura o subentro: che cosa cambia

Ovviamente stiamo parlando di voltura e non di subentro, due tipologie di cambio intestatario spesso confuse tra loro- la cosa più importante da sapere per distinguerle è che la voltura è indicata nei casi in cui l’utenza è attiva, mentre il subentro si riferisce ad una fornitura disattivata in precedenza e che dovrà essere riattivata. È chiaro, quindi, che una voltura è ha un iter decisamente più semplice del subentro e, in linea generale, tempistiche più ristrette. 

[Torna all'indice]

Documenti da presentare

Per poter inoltrare una richiesta di voltura Hera Comm luce è importante avere a portata di mano una serie di dati e di documenti. Ecco la lista stilata dallo stesso fornitore:

  • dati dell’intestatario (una carta di identità valida e un codice fiscale potrebbero essere sufficienti);
  • destinazione di utilizzo;
  • indirizzo della fornitura su cui cambiare l’intestatario;
  • indirizzo di fatturazione (se diverso dal precedente);
  • la matricola del contatore o il codice contratto dell’utente precedente;
  • la lettura del contatore;
  • la superficie;
  • la portata dell’impianto;
  • indirizzo di spedizione dell’ultima bolletta del precedente intestatario;
  • un metodo di pagamento per il nuovo contratto (IBAN, carta di credito, etc…).

Se vuoi avere una documentazione più completa potrai aggiungere alla lista dei dati anche il POD (o Point Of Delivery), spesso necessario per questo tipo di richieste. 

[Torna all'indice]

Cos’è il POD e dove trovarlo

Il POD è un codice alfanumerico, di 14 o 15 caratteri, che viene assegnato ad ogni contatore della luce. Si tratta di un codice univoco, che non viene mai modificato (neppure a seguito di una riattivazione o di un cambio intestatario). Può essere considerato come un “codice fiscale” del punto fisico in cui l’energia elettrica viene consegnata dal distributore e prelevata dal cliente.

Per recuperare questo dato basterà consultare una bolletta della luce dell’intestatario precedente (il POD è sempre nella prima pagina della fattura e comincia sempre con le due lettere “IT”) oppure controllare sul menu stesso del contatore. Se non riesci a trovarlo, prova a contattare l’assistenza clienti al numero verde che segnaleremo nel prossimo paragrafo. 

[Torna all'indice]

Come presentare la richiesta

Se hai già tutti i dati e i documenti utili alla richiesta di voltura Hera Comm luce, potrai finalmente parlare con l’assistenza. I contatti di riferimento sono diversi:

  • numero verde 800 999 500, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 22. Il sabato la linea è attiva dalle ore 8 alle 18;
  • via fax al numero 0542 843189;
  • inviando una richiesta scritta via posta all’indirizzo Hera Comm – Servizio Clienti, via Molino Rosso 8, 40026 Imola (BO);
  • recandosi personalmente presso un negozio Hera Comm tra quelli sparsi sul territorio in cui l’azienda opera. Per consultare la lista dei punti vendita e per conoscere gli orari dei singoli esercizi è possibile accedere alla pagina “Sportelli sul Territorio” presente sul suto ufficiale del fornitore, Gruppohera.it.

Il fornitore, una volta ricevuta la richiesta, si occuperà della pratica e invierà al cliente una proposta di contratto da leggere, firmare e restituire tramite busta preaffrancata. L’utente avrà tempo 30 giorni per poter valutare la proposta e accettarla. 

[Torna all'indice]

Trova la tariffa migliore con ComparaSemplice.it

Se non hai ancora scelto quale tariffa sottoscrivere, ma volete prendere in considerazione anche altre alternative, potresti farti aiutare dal nostro comparatore di tariffe luce, un servizio gratuito e personalizzabile che ti permetterà di confrontare le migliori soluzioni Energia presenti sul mercato italiano e di trovare quelle più adatte alle tue abitudini e necessità di consumo, con un potenziale risparmio sulla bolletta di oltre 250 euro all’anno.

In alternativa potresti parlare con un esperto, senza costi o obblighi d’acquisto: basterà chiamare il numero verde 800 709 993, dalle ore 9 alle 20 (dal lunedì al venerdì), scrivere una mail all’indirizzo info@comparasemplice.it oppure chattare direttamente sul portale ComparaSemplice.it, aprendo la finestra dedicata al servizio. 

[Torna all'indice]

Tempi di attesa

Per quanto riguarda i tempi necessari alla voltura Hera Comm luce, generalmente sono sufficienti una o due settimane dalla richiesta della stessa per il cambio intestatario e l’aggiornamento dei sistemi con i nuovi dati. Tuttavia potrebbero esserci casi in cui le tempistiche siano più ristrette o addirittura più lunghe: sarà il fornitore a fornirti tutte le informazioni esatte in merito. 

[Torna all'indice]

Costi per la voltura Hera Comm Gas

Quanto si dovrà spendere per il cambio intestatario? Come per le tempistiche, i costi esatti ti verranno indicati dalla società nella proposta di contratto e nelle informazioni che accompagneranno le comunicazioni durante il periodo necessario per l’espletamento della pratica. Generalmente, per quanto riguarda il servizio di Maggior Tutela, i costi per la voltura sono stabiliti dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas e sono i seguenti: 27,03 euro di oneri amministrativi, 23 euro di contributo fisso e 16 euro di imposta di bollo. Potrebbe essere previsto anche un deposito cauzionale per chi paga tramite bollettino.

Per il mercato libero, invece, oltre al contributo di 27,03 euro relativo alle spese amministrative, è il fornitore a decidere la quota di servizio: nel caso di Hera dovrebbe essere di 25 euro, più l’eventuale deposito cauzionale per coloro che sceglieranno il bollettino postale come metodo di pagamento.

Fare una richiesta di voltura Hera Comm luce, quindi, non è molto differente da una voltura gas Hera o di altri fornitori: la documentazione da presentare non è complessa e i mezzi con cui è possibile contattare l’assistenza del fornitore sono diversi. Se avete ancora dei dubbi o dei problemi legati alla presentazione della domanda (o ad altri tipi di richiesta legati ai servizi del fornitore) ti consigliamo come sempre di contattare il customer care della compagnia. 

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news
800.709993