Subentro Iren Luce

Come effettuare il subentro in un contratto luce di Iren

Se ti sei trasferito in un immobile dove il contratto precedente di un’utenza luce è stato disattivato o dove il contatore è sigillato, probabilmente dovrai riattivare la fornitura cambiando intestatario a tuo nome: in questo spazio parliamo in particolare del subentro Iren Luce, quali sono i dati e i documenti da presentare, come inoltrare la richiesta, quali sono i tempi e i costi previsti per una domanda di subentro in un contratto luce.

Prima di approfondire questo tema, però, ti vogliamo dare la possibilità di navigare tra le guide che trattano delle altre tipologie di attivazione di un rapporto di fornitura per l'energia elettrica:

Proseguendo la lettura di questa pagina, puoi comprendere le peculiarità del subentro e raccogliere tutte le informazioni necessarie per presentare la richiesta.

Subentro o voltura: che cosa cambia

Ma perché bisogna effettuare un subentro e non una voltura? Che cosa cambia tra le due cose? Il subentro, come accennato all’inizio, viene effettuato quando l’utenza è stata disattivata in precedenza e/o il contatore è stato sigillato. La voltura, invece, si riferisce ad un’utenza ancora attiva, dove il cambio intestatario avviene senza dover disattivarla.

[Torna all'indice]

Dati da avere a portata di mano

Dopo aver chiarito questo dubbio, continuiamo con la nostra guida e vediamo quale documentazione bisogna preparare per effettuare il subentro Iren luce. Secondo quanto specificato dallo stesso fornitore sul sito ufficiale Irenlucegas.it, i documenti da tenere sotto mano per presentare la richiesta sono i seguenti:

  • i dati anagrafici del nuovo intestatario della fornitura su cui effettuare il subentro;
  • un documento d’identità in corso di validità e il codice fiscale;
  • il POD di riferimento (acronimo di Point of Delivery);
  • il titolo di occupazione dell’immobile (una dichiarazione relativa alla proprietà, locazione, comodato d’uso, etc.. dell’abitazione o dell’ufficio).

Qualora vi fossero delle integrazioni da effettuare, sarai informato tempestivamente dalla compagnia durante o dopo aver presentato la richiesta.

[Torna all'indice]

Cos’è il POD e dove trovarlo

Tra i dati presenti nella documentazione da tenere sotto mano per inoltrare la richiesta di subentro Iren luce, c’è il POD (Point of Delivery). Si tratta del codice identificativo che viene assegnato ad ogni contatore, considerato il punto fisico in cui viene consegnata la fornitura e da cui viene prelevata (dall’utente). Il codice POD non può essere modificato in alcun modo e rimane tale anche se viene modificato l’intestatario o il contratto Energia.

Il POD si può recuperare consultando una fattura dell’intestatario precedente (la voce viene sempre posta in prima pagina) oppure verificando direttamente sul contatore (attraverso il menu o verificando se è presente un’etichetta applicata ad esso). Se non è possibile trovare questo dato autonomamente, il nostro consiglio è di contattare l’assistenza clienti per ottenere il supporto adeguato.

Ricordiamo, infine, che il POD è un codice che non è legato assolutamente all’utenza commerciale e, quindi, non va confuso con il codice cliente o il numero di contratto assegnati dal fornitore con cui si è sottoscritto un piano.

[Torna all'indice]

Come presentare la richiesta

Dopo aver raccolto tutti i dati citati precedentemente, è finalmente giunto il momento di effettuare la richiesta di subentro Iren luce. Il numero verde di riferimento per la clientela è l’800 96 96 96, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 18, ma anche il sabato dalle ore 8 alle 13 (la domenica il servizio non è attivo).

In alternativa potrai presentare la domanda recandoti personalmente presso uno sportello Iren, se risiedi nelle vicinanze di uno dei negozi del fornitore. Per conoscerli e per avere informazioni precise sugli orari di apertura degli esercizi, è possibile consultare la sezione “Contatti e Sportelli” del sito Internet Irenlucegas.it.

Sempre sul sito di Iren Luce e Gas è possibile aprire una live chat con un operatore dell’assistenza oppure lasciare il proprio numero di telefono per essere richiamati in un momento successivo, ad un orario più comodo.

[Torna all'indice]

Risparmia con ComparaSemplice.it

Se non hai ancora deciso quale delle tariffe luce Iren sottoscrivere sul nuovo contratto, potrai farti aiutare dal servizio di confronto delle offerte Energia messo a disposizione da ComparaSemplice.it, completamente gratuito e in grado di farti risparmiare anche oltre 250 euro all’anno sulla bolletta, sfruttando le migliori promozioni del momento.

Per avere una consulenza senza costi e senza impegno d’acquisto, inoltre, è possibile chiamare il numero verde 800 709 993 (attivo ogni giorno lavorativo, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 20), scrivere all’indirizzo di posta elettronica info@comparasemplice.it o chattare in tempo reale direttamente sul sito.

Una volta ricevuta la richiesta di subentro Iren luce, il fornitore si occuperà della pratica e invierà all’utente una proposta di contratto che dovrà essere compilata, firmata e restituita tramite i canali indicati dal servizio commerciale dell’operatore (ad esempio via mail, effettuando una registrazione telefonica o tramite mezzi più tradizionali, come la posta o il fax).

[Torna all'indice]

Tempi di attesa

Passiamo ora ai giorni necessari per un subentro Iren Luce: di norma la pratica dovrebbe avvenire in circa una settimana per quanto riguarda la riattivazione della linea, superata la quale l’utente potrebbe aver diritto ad un risarcimento che varia a seconda del ritardo accumulato (partendo da 35 euro se si arriva ad un tempo di 2 settimane).

Tuttavia il fornitore si occuperà di tenere aggiornato il cliente sullo stato della pratica e su eventuali ritardi rispetto alla “tabella di marcia” prevista.

[Torna all'indice]

Costi per un subentro Iren Luce

I costi per un subentro sul mercato di maggior tutela sono stabiliti  dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas: si pagherà, quindi, un contributo fisso di 23 euro, a cui si aggiungeranno 27,03 euro di imposte amministrative e l’imposta di bollo pari a 16 euro;

per quanto riguarda il mercato libero, invece, è sempre presente il contributo fisso di 23 euro, ai quali si aggiungerà il contributo del fornitore. Iren non specifica sul proprio sito l’ammontare della quota, ma ti informerà sicuramente non appena verrà accolta la richiesta per il subentro. Generalmente questa cifra non supera i 60 euro.

Abbiamo visto, quindi, come si presenta una richiesta di subentro Iren luce: la procedura è molto simile a quella prevista dalle altre compagnie, non comporta una documentazione complessa o costi troppo onerosi. Il servizio clienti Iren resterà sempre a tua disposizione per eventuali dubbi o problemi relativi alla domanda di subentro (o ad altre operazioni, come ad esempio la voltura e l’allaccio), attraverso i canali di customer care raggiungibili dall’utenza via telefono o su Internet.

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news