Subentro Illumia Luce

Come effettuare il subentro nel contratto luce di Illumia

Se stai pensando di effettuare una riattivazione di una linea elettrica su un immobile e un cambio intestatario della stessa, magari sfruttando una promozione o una tariffa interessante di Illumia, continua a leggere questa guida: vedremo, infatti, quali documenti sono necessari per la richiesta, le modalità di inoltro della domanda, le tempistiche e i costi previsti per il subentro Illumia luce.

Prima di passare alle informazioni necessarie per capire come richiedere il subentro in un contratto luce di Illumia, ecco due guide che potranno aiutarti a chiarire le idee sulle altre tipologie di avvio di fornitura:

Di seguito, invece, tutto quello che devi sapere prima di richiedere il subentro in un contratto per l'energia elettrica di Illumia.

Subentro o voltura: che cosa cambia

Perché parliamo di subentro e non di voltura? Perché quest’ultima viene effettuata nei casi in cui la linea è già attiva ed è necessario solamente il cambio di intestatario. Il subentro, invece, si riferisce ad una riattivazione dell’utenza, magari dopo la scadenza di un contratto precedente o dopo la vendita o l’affitto dell’immobile ad un nuovo utente.

[Torna all'indice]

Dati da tenere a portata di mano

Sul sito ufficiale del fornitore, Illumia.it, viene stilata una lista dettagliata dei documenti e dei dati che bisognerà tenere sotto mano per preparare la richiesta di subentro Illumia luce. Ecco, quindi, che cosa avere:

  • codice POD (Point of Delivery);
  • nome e cognome del nuovo intestatario (Ragione Sociale o Partita Iva se Azienda o Professionista);
  • indirizzo di residenza;
  • indirizzo di fatturazione (se diverso da quello di residenza);
  • indirizzo sede della fornitura (se diverso dai precedenti);
  • tipo di utilizzo dell’utenza (domestico residente/non residente, altri usi, etc..);
  • numero di telefono e indirizzo mail per restare in contatto con l’assistenza;
  • rappresentante legale e codice fiscale rappresentante legale (SOLO PER I CLIENTI BUSINESS)
  • tipo di pagamento scelto per la nuova offerta che verrà sottoscritta (IBAN, carta di credito, etc…). 

[Torna all'indice]

Cos’è il POD e dove trovarlo

Tra i dati e i documenti della lista troviamo il POD, un codice che non tutti conoscono: è una serie alfanumerica che identifica in modo assoluto e univoco il punto fisico in cui arriva la fornitura di energia elettrica e da cui viene prelevata. In pratica è una sorta di “codice fiscale” del contatore della luce, che non viene mai modificato, neppure dopo un subentro, una voltura o cambiando fornitore del servizio.

Per trovare il codice POD basterà consultare la prima pagina di una bolletta dell’intestatario precedente (il dato comincia sempre con la sigla “IT” ed è composto da 14 o 15 caratteri). Se non si ha la possibilità di accedere alle vecchie fatture, è possibile recuperare il POD controllando direttamente sul contatore (all’interno del menu oppure su un cartellino o un’etichetta posti esternamente. Nota bene: il POD non è la matricola del contatore). Se avete dei problemi a recuperare questo dato, contattate l’assistenza clienti Illumia per poter ricevere il supporto adeguato.

Ricordiamo, infine, che il POD non ha nulla a che vedere con altri codici di tipo commerciale e amministrativo, come ad esempio il codice cliente.

[Torna all'indice]

Come presentare la richiesta

Una volta raccolti i dati necessari, sei pronto per poter presentare la richiesta di subentro Illumia luce. Le modalità, come vedremo nelle prossime righe, sono differenti ma tutte molto semplici.

Il modo migliore e rapido per inoltrare la richiesta è contattare l’assistenza clienti: i numeri di riferimento sono l’800 046 640 (per chi chiama da fisso) e lo 051 04 04 040 (per chi telefona da cellulare). Il customer care è attivo dalle ore 8 alle 20 dal lunedì al venerdì, mentre il sabato è disponibile dalle ore 9 alle 13.

Un altro sistema per comunicare con l’assistenza è la mail: basterà inviare un messaggio all’indirizzo servizioclienti@illumia.it e successivamente sarai ricontattato da un operatore illumia.

Sul sito ufficiale, inoltre, è presente una pagina “Richiesta di Contatto” con cui inoltrare la domanda di subentro: anche in questo caso la richiesta verrà vagliata e successivamente un addetto al servizio clienti si metterà in contatto con il richiedente.

In ogni caso Illumia specifica sul proprio portale che, “sia relativamente alla fornitura di luce che di gas, vengono eseguiti subentri esclusivamente per contatori cessati su richiesta del precedente intestatario e non distaccati per morosità”.

[Torna all'indice]

Trovare la miglior tariffa luce con ComparaSemplice.it

Se non hai ancora deciso quale delle tariffe energia Illumia sottoscrivere, potrai affidarti al servizio di confronto tariffe luce messo a disposizione da ComparaSemplice.it in modo gratuito: il sistema di filtri di ricerca ti permetterà di trovare in breve tempo tutte le migliori soluzioni in base al tuo profilo di utilizzo, con un potenziale risparmio sulla bolletta di oltre 250 euro all’anno.

È possibile, inoltre, ricevere una consulenza gratuita e senza alcun obbligo d’acquisto: basterà telefonare al numero verde 800 709 993 (attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 20), lasciare una mail all’indirizzo info@comparasemplice.it oppure chattare in tempo reale attraverso la finestra dedicata che trovate sul nostro portale.

[Torna all'indice]

Tempi di attesa

Il tempo necessario previsto per un subentro Illumia luce è generalmente di una settimana dalla richiesta. Potrebbero, però, esserci dei casi in cui le tempistiche siano più lunghe e, se la responsabilità di ciò ricadesse sul distributore, il cliente avrà diritto ad un rimborso automatico (si parte da 35 euro in su, a seconda dell’entità del ritardo).

[Torna all'indice]

Costi per il subentro Illumia luce

Secondo quanto scritto sul portale di illumia, la compagnia applicherà i costi stabiliti dal distributore secondo quanto previsto dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas e un contributo in quota fissa pari a 23 euro cosi come indicato nelle Condizioni Tecnico Economiche.

Ricordiamo che in regime di mercato di maggior tutela il costo per un subentro è pari a circa 66 euro, tenendo conto del contributo fisso di 23 euro, gli oneri amministrativi di 27,03 euro e l’imposta di bollo da 16 euro.

Tuttavia, sia per quanto riguarda i costi che i tempi necessari per l’attivazione, sarà l’assistenza clienti della società a fornirti tutte le informazioni in merito, a seconda del tuo caso preciso.

Se sei arrivato fino alla fine di questa guida saprai già tutto su come effettuare un subentro Illumia luce, quali sono i metodi con cui contattare l’assistenza e quali potrebbero essere i tempi e la spesa per la riattivazione dell’utenza e il cambio dell’intestazione. Per dubbi o problemi, non esitare a rivolgerti al customer care del fornitore per saperne di più.

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news