Voltura Illumia Gas

Come richiedere la voltura gas con Illumia

Se hai intenzione di effettuare una voltura gas su con un contratto Illumia, questa è sicuramente la guida che stavi cercando: nei prossimi paragrafi, infatti, scopriremo che cosa fare per inoltrare la richiesta di voltura al fornitore, quali sono i documenti necessari, quali i tempi e possibili costi per la procedura. Prima di cominciare, però, vediamo quando è necessaria la voltura e in quali casi, invece, è indicato un subentro.

Di seguito, due guide fondamentali per capire il mondo dei contratti luce e gas di Illumia: le guide definitive all'allaccio e al subentro per la fornitura di gas metano.

Proseguendo nella lettura di questo approfondimento, oltre a chiarirti le idee sulla differenza tra le varie tipologie di avvio di un rapporto di fornitura, puoi raccogliere tutte le informazioni necessarie per ottenere la voltura gas con Illumia.

Voltura o subentro: che cosa cambia?

In molti, infatti, confondono spesso le due pratiche, anche se si riferiscono a due differenti situazioni: la voltura, infatti, riguarda il cambio intestatario di un’utenza che è già attiva (in questo caso è presente un contatore e un contratto attivo con Illumia), mentre il subentro viene richiesto per una linea disattivata in precedenza e che si intende riattivare.

[Torna all'indice]

Dati da tenere a portata di mano

Se stai leggendo ancora la guida, sicuramente il tuo caso necessita di una voltura Illumia luce: vediamo, quindi, quali sono i documenti e i dati necessari ad inoltrare la richiesta. Prendiamo a questo proposito la lista stilata dal fornitore e pubblicata direttamente dal sito ufficiale Illumia.it, nella sezione dedicata proprio alla voltura:

  • codice PDR (o Punto di Riconsegna);
  • nome e cognome del nuovo intestatario (o Ragione Sociale e Partita IVA nel caso di Aziende e Professionisti);
  • indirizzo dell’utente;
  • indirizzo in cui è presente la fornitura;
  • indirizzo di fatturazione (se differente dai precedenti);
  • contatti di riferimento per le comunicazioni con il fornitore (mail e telefono);
  • dati e codice fiscale del rappresentante legale (SOLO PER I CLIENTI BUSINESS);
  • modalità di pagamento delle bollette (IBAN, carta di credito, etc…);
  • lettura e data lettura del contatore del gas.

Qualora servissero altri dati per integrare la richiesta, sarai tempestivamente informato dall’assistenza al momento dell’inoltro della domanda.

[Torna all'indice]

Cos’è il PDR e dove trovarlo

Non tutti sono a conoscenza del PDR, o Punto di Riconsegna: è un codice numerico, di 14 cifre, che identifica univocamente il punto fisico in cui la fornitura viene consegnata e prelevata. In pratica è il codice che contraddistingue ogni contatore del gas: ogni utenza ne possiede uno e non può essere mai modificato, neppure dopo il cambio intestatario o a seguito dell’attivazione di un’offerta con un fornitore differente.

Il codice PDR si può trovare nella prima pagina di una bolletta dell’intestatario precedente (sotto la voce PDR, appunto) oppure potrebbe essere presente (anche se non sempre) un’etichetta o un cartellino sul contatore stesso. Se non sei riuscito a trovare il PDR e non hai la possibilità di consultare le fatture precedenti, il nostro consiglio è di contattare l’assistenza clienti Illumia oppure direttamente il distributore della vostra zona.

[Torna all'indice]

Come presentare la richiesta

Una volta raccolti i dati e i documenti richiesti, è giunto il momento di mettersi in contatto con Illumia per inoltrare la richiesta di cambio intestatario del contratto. Avrai a disposizione tre differenti canali, due telefonici e uno via mail:

  • il numero verde 800 046 640, utilizzabile solo da rete fissa e attivo dalle ore 8 alle ore 20 dal lunedì al venerdì, oppure il sabato dalle 9 alle 13;
  • il numero 051 04 04 040, per chi chiama da cellulare, attivo anch’essodalle ore 8 alle ore 20 dal lunedì al venerdì, oppure il sabato dalle 9 alle 13;
  • l’indirizzo mail servizioclienti@illumia.it.

In alternativa potrai compilare il mini form presente sulla pagina Richiesta di Contatto presente sul sito Illumia.it (scegliendo la voce “Richiesta informazioni”), specificando il motivo della comunicazione (in questo caso la voltura Illumia gas) e inviando il modulo, attendendo poi la risposta da parte del fornitore.

[Torna all'indice]

Trova la tariffa migliore con ComparaSemplice.it

Facendo una voltura è chiaro che il contratto, in assenza di richieste specifiche, rimarrà lo stesso: tuttavia, se hai intenzione di cambiare tariffa, ma non sai qual è la migliore per le tue necessità ed esigenze di consumo, potresti farti aiutare dal servizio gratuito di comparazione offerte gas disponibile nel nostro sito: grazie a questo strumento potrete confrontare le migliori soluzioni del momento sul mercato e avere la possibilità di risparmiare sensibilmente sulla bolletta, in certi casi anche oltre i 250 euro all’anno.

Su ComparaSemplice.it è possibile, inoltre, richiedere una consulenza gratuita e senza obbligo d’acquisto: per farlo basterà chiamare il numero verde 800 709 993 (il servizio rimane attivo dalle ore 9 alle 20, dal lunedì al venerdì), inviare una mail all’indirizzo info@comparasemplice.it oppure via chat direttamente sul sito (troverete la finestra dedicata su ogni pagina del portale).

[Torna all'indice]

Tempi di attesa

Generalmente i tempi per una voltura Illumia gas sono brevi: in poco meno di una settimana si dovrebbe riuscire ad avere il cambio intestatario e il fornitore dovrebbe aggiornare i propri sistemi con i nuovi dati. Tuttavia potrebbero esserci dei casi in cui l’attesa sia più lunga, magari per problemi di tipo tecnico o amministrativo, o perché l’utente decide per una modifica contrattuale in base alle proprie esigenze: il servizio clienti della compagnia manterrà informati gli utenti durante tutto il periodo della pratica, segnalando eventuali ritardi o la conclusione della stessa.

[Torna all'indice]

Costi per una voltura Illumia gas

Per quanto riguarda il mercato di maggior tutela, i costi amministrativi previsti per la voltura Illumia gas possono variare da zona a zona, a seconda del distributore: la società, al momento della preparazione del contratto da sottoporre al nuovo intestatario, fornirà all’utente tutte le informazioni relative ai costi previsti per la modifica.

Nel caso del mercato libero, invece, generalmente è previsto un contributo fisso pari a 27,03 euro per il distributore. I costi di gestione, invece, possono variare a seconda del fornitore e possono subire delle modifiche. Anche in questo caso, comunque, avrai tutte le informazioni dettagliate da parte dell’assistenza clienti.

Effettuare una voltura Illumia gas, quindi, non comporta alcuna difficoltà nel recupero della documentazione e i tempi e i costi ti saranno indicati in risposta alla tua richiesta. Il servizio clienti Illumia, tramite il numero verde, il numero per la telefonia mobile e la mail, è sempre a tua completa disposizione per rispondere ad eventuali dubbi o problemi su questa procedura.

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news