Voltura Acea Luce

Come richiedere una voltura Acea per l'energia elettrica? Te lo spieghiamo in questa guida

Quali sono le modalità per poter richiedere una voltura luce Acea? Quali documenti è necessario preparare per effettuare correttamente la domanda? E quali sono, invece, i costi e le tempistiche? Se stai pensando di cambiare intestatario alla linea ed effettuare una voltura di un contratto luce, questa è la guida che stavi cercando: nei prossimi paragrafi, infatti, vedremo passo passo tutta la procedura per inoltrare in modo semplice e veloce la richiesta.

Se, invece, vuoi cambiare intestatario su una fornitura Acea disattivata oppure hai bisogno di effettuare un allaccio della linea, potresti approfondire i due temi attraverso le seguenti guide dedicate:

Detto questo, cominciamo con l’argomento centrale di questo spazio, ossia come richiedere la voltura di un contratto luce Acea in maniera rapida e senza errori.

Voltura o subentro: che cosa cambia

Il primo dubbio che un utente potrebbe porsi è il seguente: devo fare una richiesta di voltura oppure un subentro? In realtà si tratta di due procedure differenti: la voltura si riferisce ad un’utenza già attiva a cui si vuole cambiare l’intestatario mentre il subentro, invece, è relativo ad una fornitura che è stata precedentemente disattivata e che dovrà essere riattivata. La voltura, quindi, prevede un iter più semplificato rispetto ad un subentro o un allaccio.

[Torna all'indice]

Documenti da presentare

Prima di contattare Acea per inoltrare la richiesta è necessario preparare alcuni documenti da tenere a portata di mano: sono dati molto importanti per la richiesta di voltura luce Acea, che potranno essere richiesti durante la domanda. Eccoli:

  • codice fiscale del nuovo intestatario della fornitura;
  • documento d’identità in corso di validità;
  • titolo di possesso dell’immobile;
  • dati catastali dell’immobile;
  • codice POD (o Point of Delivery).

In alcuni casi potrebbero essere richiesti anche i dati dell’intestatario precedente (eventuali documenti, fatture e/o certificati di morte), ma sarà lo stesso customer care ad informarti sulla necessità di integrare la documentazione, in base alla tua richiesta. 

[Torna all'indice]

Cos’è il POD e dove si trova

Prima di proseguire con la guida, soffermiamoci su un punto non sempre molto chiaro, ossia il POD (l’acronimo che sta per Point of Delivery): che cos’è e dove è possibile recuperarlo? Questo codice, di tipo alfanumerico (composto generalmente da 14 o 15 caratteri, di cui i primi due sempre “IT”), viene assegnato ad ogni contatore in modo univoco. In questo modo ogni punto di accesso alla fornitura è identificato con un codice che non potrà mai essere modificato o sostituito, neppure dopo un cambio intestatario o un cambio di fornitore.

Il POD può essere recuperato consultando una bolletta del precedente intestatario (il dato si trova sempre nella prima pagina della fattura) o attraverso il menu del contatore (in alcuni casi potrebbe essere presente anche una targa esterna). Se non riesci a trovarlo, contatta il servizio clienti Acea per avere il supporto necessario.

[Torna all'indice]

Come presentare la richiesta

Sul sito ufficiale del fornitore, nell’area dedicata alla richiesta di voltura luce Acea, viene segnalato un solo modo per poter inoltrare la domanda: bisognerà accedere nell’area MyAcea (previa iscrizione), scegliere la sezione Contratti, poi Nuovo Contratto e compilare il form relativo alla voltura.

Attraverso l’area clienti sarà possibile verificare lo stato della pratica, con aggiornamenti costanti sulle tempistiche.

Se non hai la possibilità di accedere nell’area MyAcea potrai chiedere aiuto al servizio clienti via telefono, raggiungibile tramite il numero verde 800 130 133: la linea è attiva dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 14.

Chi abita nelle vicinanze di un punto vendita Acea potrà recarsi personalmente: per maggiori informazioni sugli sportelli presenti sul territorio è sufficiente consultare la pagina “Cerca il tuo sportello” presente sul sito Acea.it (oltre all’indirizzo dei punti vendita sono presenti anche gli orari di apertura e di chiusura degli stessi).

Ti segnaliamo, infine, che su alcune pagine del sito ufficiale, tra cui anche l’area MyAcea, è disponibile una chat in tempo reale con un addetto all’assistenza: il pulsante dedicato si trova generalmente in basso a destra della pagina e sarà sufficiente compilare un mini form per poter accedere al servizio ed ottenere il supporto desiderato.

[Torna all'indice]

Tempi di attesa

Le tempistiche necessarie per una voltura sono abbastanza ristrette: generalmente è necessaria una settimana o poco più per poter effettuare la modifica dell’intestatario e per poter aggiornare i sistemi. Tuttavia ogni caso è a sé, quindi potrebbero esserci situazioni in cui la procedura sia più rapida o più lenta: sull’area MyAcea avrai comunque tutte le informazioni aggiornate sullo stato della pratica.

[Torna all'indice]

Costi per una voltura luce Acea

Quanto costa una voltura con questo fornitore? Per quanto riguarda il mercato di maggior tutela, i costi per una voltura sono stabiliti dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas: 27,52 euro di oneri amministrativi, un contributo fisso di 23 euro e uno per la marca da bollo da 16 euro. Potrebbe essere previsto anche un deposito cauzionale (nel caso di pagamento attraverso bollettino postale) e contributi aggiuntivi nel caso in cui si chiedesse un servizio differente (con una potenza maggiore rispetto al precedente contratto).

Nel mercato libero, invece, i costi per la voltura luce Acea vengono fissati dallo stesso fornitore: sarà il servizio clienti, quindi, a fornirti tutte le informazioni in merito al momento della richiesta.

[Torna all'indice]

Trova la tariffa migliore con ComparaSemplice.it

Se non hai ancora deciso qualche tariffa attivare per la tua fornitura Energia, potrai trovare utile il servizio per il confronto delle offerte luce messo a disposizione gratuitamente da ComparaSemplice.it: si tratta di un sistema di ricerca personalizzabile in grado di indicarti in pochi passaggi le migliori soluzioni in base alle tue necessità e abitudini di consumo, che potrebbe farti risparmiare anche oltre 250 euro all’anno a seconda della promozione disponibile.

Se preferisci parlare con un esperto, invece, potresti contattarci attraverso uno dei seguenti canali: chiamando il numero verde 800 709 993 (la linea è attiva dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 20), scrivendo una mail all’indirizzo info@comparasemplice.it oppure aprendo una live chat direttamente sul nostro sito, attraverso la finestra dedicata. Il servizio di consulenza non prevede costi né obblighi d’acquisto.

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Domande frequenti

    Tutto quello che ti sei sempre chiesto su contratti e offerte per l'energia elettrica e il gas metano.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Costo al kWh dell'energia elettrica

    Quanto costa un kWh di luce? Scopri il prezzo della materia prima sul mercato libero e tutelato.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Quanto costa un metro cubo di gas?

    Il prezzo di un smc di gas naturale sul mercato libero e sul mercato tutelato.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news
0321 085995