Offerte luce casa: confronto tariffe elettricità ad uso domestico

Risparmiare sulla bolleta luce di casa si può!


Per quanto riguarda la spesa degli italiani, un capitolo importante è rappresentato senza dubbio dalle bollette ed in particolare in questa sezione del sito di Compara Semplice analizzeremo quelle che riguardano il consumo di energia elettrica.

Consumi Energia Elettrica: ecco da cosa dipendono

Il primo dato di cui tutti abbiamo bisogno per diventare dei consumatori consapevoli, e magari provare a risparmiare sulla bolletta della luce, consiste nel consumo energetico annuo in kilowattora della nostra casa o appartamento. Se non lo conosci, i dati per stimarlo attraverso il nostro sito sono i seguenti: numero di persone presenti nella casa, elettrodomestici utilizzati frequentemente, comune per cui si effettua la richiesta e comune di residenza (se diverso).

A questo punto per valutare la soluzione più conveniente per il tuo caso devi sapere che il consumo elettrico dipende anche dai seguenti fattori:
  • le fasce orarie ed i giorni della settimana in cui consumi maggiormente energia elettrica, per questo esistono tariffe monorarie, biorarie e multiorarie;
  • la cifra fissa che paghi sulla bolletta dipende anche dal taglio di potenza che rifornisce la tua dimora, il quale di solito è di 3 Kilowattora ma che in realtà può variare da 1,5 ai 6;
  • le fonti energetiche utilizzate per la produzione (energia verde oppure no);
  • la tipologia di prezzo applicato, che può essere a mercato libero (e quindi magari bloccato per un determinato periodo di tempo), oppure indicizzato all’AEEGSI, Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico (regime a maggior tutela).


Ogni bolletta di energia elettrica consta dei seguenti elementi: i servizi di vendita, cioè il costo dell’energia intesa come materia prima più il margine di guadagno del fornitore, i servizi di rete, che comprendono il trasporto e la distribuzione dell’energia stessa, e le imposte applicate dallo Stato.

L’energia elettrica è una risorsa essenziale per la vita quotidiana, da cui dipende non soltanto l’illuminazione delle nostre case ma anche l’alimentazione dei nostri utensili ed elettrodomestici. E proprio gli elettrodomestici rappresentano la fonte di spesa maggiore per quanto riguarda l’energia elettrica. Quindi a volte risparmiare per non investire in elettrodomestici nuovi, moderni, di qualità, dalla classe A a salire per intenderci, significa già nel medio periodo spendere molti soldi in più a causa di bollette della luce più alte. Gli elettrodomestici datati tra l’altro, inquinano anche molto di più. Un nucleo familiare molto numeroso che abita in una casa con elettrodomestici poco efficienti dal punto di vista del consumo energetico, andrà incontro quindi a bollette molto salate.

E’ poi fondamentale utilizzare gli stessi elettrodomestici moderni nella maniera migliore e secondo i consigli delle case produttrici (magari è buona norma fornirsi di un misuratore di corrente che ci indichi quanto stiamo consumando su ognuno di essi), infatti a volte non sono neanche gli elettrodomestici stessi la vera fonte di consumo ma il modo in cui vengono utilizzati.

Come risparmiare sulla bolletta della luce



I calcoli effettuati dimostrano che il passaggio al mercato libero rispetto a quello di maggior tutela garantisce un risparmio medio che va dal 10% al 15%, a seconda della tipologia di consumatore, ma solo se si è in grado di scegliere la migliore tariffa tra le miriadi di diverse presenti sul mercato italiano. In caso contrario si rischia invece di pagare addirittura di più. A tal proposito su Compara Semplice garantiamo in automatico sempre la tariffa più bassa a secondo del profilo di consumatore che abbiamo davanti, utilizzando appunto il nostro comparatore gratuito.

Allargando il potenziale risparmio anche ad altri servizi (luce, gas e telefono), si può stimare addirittura in 1200 euro in 5 anni il risparmio possibile dovuto al cambio di tariffazione e operatore, mentre seguendo alcune semplici istruzioni relative all’utilizzo degli elettrodomestici si possono risparmiare altre 685 € all’anno.

Come dicevamo per valutare e scegliere la migliore tariffa abbiamo bisogno per prima cosa dello storico dei nostri consumi,  per conoscere quanti KWh si consumano in un anno (oppure stimarlo attraverso i dati menzionati all'inizio di questa pagina). Questo dato è facilmente reperibile all'interno delle bollette. Per avere uno storico dei consumi reale e veritiero, è fondamentale periodicamente effettuare l’autolettura del contatore da inviare telefonicamente alle compagnie, in modo da avere in mano dei dati concreti e precisi.

Offerte luce per utenze domestiche

Offerte LUCE per la casa: le fasce orarie

Il mercato italiano dell’energia elettrica residenziale si suddivide in 4 macro fasce di consumo: single, coppia, famiglia e famiglia numerosa (da 6 persone in su). Questa suddivisione permette di individuare subito il proprio fabbisogno energetico e le fasce di utilizzo, per scegliere innanzitutto il tipo di tariffa oraria (mono, bi o multi oraria).

Le fasce orarie applicate dal 2010 sono le seguenti:
  • F1– Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 19.00, escluse le festività nazionali;
  • F2– Dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.00 alle ore 8.00 e dalle ore 19.00 alle ore 23.00; il sabato, dalle ore 7.00 alle ore 23.00; festività nazionali escluse;
  • F3– Dal lunedì al sabato, dalle ore 00.00 alle ore 7.00 e dalle ore 23.00 dalle ore 24.00; la domenica ed i festivi, in tutte le ore della giornata;
  • F2+3 o F23– Dalle 19.00 alle 8.00 di tutti i giorni feriali, tutti i sabati, domeniche e giorni festivi.
Per ognuna di queste fasce è possibile individuare fin da subito la tariffa del mercato libero più indicata,  ad esempio nei casi di nuclei familiari di 1 o 2 persone meglio optare per una tariffa bioraria o multioraria a prezzo bloccato, mentre per le famiglie composte da più persone, visto che non tutti hanno gli stessi orari e magari qualcuno è sempre presente in casa, ci si può orientare su una tariffa monoraria bloccata.

Iniziare a Risparmiare da subito

In definitiva diventa quindi non importante bensì fondamentale affidarsi ad un comparatore gratuito che a costo 0 vi fornisce una panoramica dettagliata del mercato dell’energia e ti consiglia la compagnia che maggiormente faccia al tuo caso. No pubblicità ad aziende singole, che già ci tartassano da mattina a sera su TV, radio, Internet e non solo, ma un ente terzo ed imparziale che ti comunica soltanto dei dati certi.

Noi di Compara Semplice confrontiamo tutte le tariffe delle compagnie che operano sul mercato italiano, senza favoritismi di alcun genere. Tutti i servizi che proponiamo, via Internet e telefono, sono sempre completamente gratuiti e permettono di analizzare tutte le opzioni dei vari abbonamenti (opzioni comprese nei pacchetti e quelle attivabili a parte, costi, modalità di pagamento, le promozioni in corso aggiornate).

Se preferisci un contatto diretto con una persona, sempre gratuitamente, per tutte le informazioni sui servizi offerti dalle compagnie di energia elettrica, puoi anche contattare i nostri consulenti al numero verde gratuito 800709993, oppure ancora scrivere nel box della chat istantanea dedicata all’assistenza online delle nostre lettrici e dei nostri lettori, presente in ogni pagina del sito Internet. Il servizio di consulenza è sempre e comunque gratuito per tutti.

Compara Semplice permette anche di concludere la procedura di sottoscrizione interamente su Internet, al fine di usufruire degli sconti dedicati solo al canale online, magari con l’assistenza, sempre gratuita ed in diretta, di un nostro consulente.

Confronta Offerte Luce

Hai dei dubbi sulle offerte ? Confronta tutte le tariffe LUCE e scegli la più conveniente!

Confronta Offerte Luce

Vuoi risparmiare sulla bolletta della LUCE? Confronta le offerte LUCE e scegli la migliore sul mercato!

Scopri le nostre guide Energia

Ultime notizie dalla rete

Scopri il fornitore Luce più conveniente per te:
Accetto l'informativa privacy di Comparasemplice e tutte le clausole in essa indicate. Non tutti i consensi sono obbligatori. Se vuoi selezionare i consensi parzialmente. clicca qui