Differenza tra Consumi Stimati e Consumi Rilevati

Come comprendere i consumi indicati in bolletta

Saper leggere la bolletta è fondamentale per gestire l’andamento dei consumi di energia della propria utenza e valutare l’offerta luce del mercato più adatta alle proprie esigenze di consumo.

Particolarmente efficace è l’analisi delle informazioni relative ai consumi, dando ossia delle voci consumi stimati e consumi rilevati. Infatti, nonostante i costi della bolletta dovrebbero essere sempre riferirsi al quantitativo di energia effettivamente consumata dall’utente, in realtà molto spesso capita che al momento della fatturazione, il gestore non abbia i dati aggiornati dal contatore ed è quindi costretto a stimare i consumi. Pertanto la lettura dei consumi può essere “reale” o “stimata”:

La lettura è reale qualora sia stata letta direttamente sul vostro contatore, da voi o da un addetto specializzato.

È stimata, invece, se in assenza di una lettura del contatore, la spesa è stata calcolata in base ai vostri consumi storici dell’anno precedente o, se siete nuovi clienti, sulla base dei consumi dichiarati al momento della sottoscrizione del contratto. In altre parole il gestore effettua la lettura del contatore una volta all’anno e per il resto dei mesi di fornitura, stima i vostri consumi in base ai dati che ha a disposizione e fattura i costi di ipotetici consumi. Per questo una delle regole fondamentali del risparmio è l’autolettura del proprio contatore luce. Sebbene i contatori, oramai, siano nella maggior parte dei casi, elettronici e quindi in grado di fornire alla compagnia elettrica i consumi effettivi dell’utenza, nei casi in cui sia ancora in uso un contatore analogico, l’autolettura dei propri consumi è in grado di scongiurare l’arrivo di bollette di conguaglio salatissime.

Consumi stimati

Nel caso in cui il forniture dell’energia elettrica non abbia a disposizione, al momento della emissione della bolletta, il dato reale dell’emissione di corrente della utenza, e il cliente non abbia provveduto all’autolettura, è costretto a stimare i kWh di energia elettrica presumibilmente consumati. Le stime sono effettuate sulla base dei consumi dell’utente dei periodi precedenti. Mentre se si tratta di un nuovo cliente, senza una storia dei consumi con il nuovo gestore, la stima si basa su quello che l’utente ha dichiarato al momento della sottoscrizione del contratto, tenendo conto dei seguenti paramentri per il calcolo:

  • Utilizzo dell’energia elettrica
  • Numero e tipo di elettrodomestici utilizzati in casa
  • Numero dei componente della famiglia

Nella maggior parte dei casi il consumo stimato è inferiore a quello rilevato, per questo è importante provvedere sempre a fornire al gestore del servizio l’autolettura.

[Torna all'indice]

Consumi rilevati

I consumi rilevati o effettivi indicano l’energia elettrica realmente consumata dall’utente in un determinato periodo di tempo. Il consumo rilevato si ottiene sottraendo alla cifra letta sul contatore della luce, quella relativa alla lettura precedente. Il risultato è esattamente la quantità di corrente consumata nel periodi di tempo trascorso tra le due letture.

La distinzione tra consumi stimati e consumi rilevati è particolarmente importante quando viene effettuato il conguaglio dei consumi (di solito una volta all’anno) dato che, generalmente il consumo effettivo di una abitazione è maggiore di quello stimato dal fornitore. Si tratta della bolletta che deve coprire la differenza tra consumi stimati e rilevati: per questo nella maggior parte dei casi, risulta essere abbastanza cara.

Molti fornitori del mercato libero hanno messo a disposizione dei propri clienti la possibilità di pagare la bolletta di conguaglio o di maxi-conguaglio a rate, facendo una richiesta scritta di rateizzazione della bolletta.

 

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Domande frequenti

    Tutto quello che ti sei sempre chiesto su contratti e offerte per l'energia elettrica e il gas metano.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Costo al kWh dell'energia elettrica

    Quanto costa un kWh di luce? Scopri il prezzo della materia prima sul mercato libero e tutelato.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Quanto costa un metro cubo di gas?

    Il prezzo di un smc di gas naturale sul mercato libero e sul mercato tutelato.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Codice Pod: cos'è e dove trovarlo

    Tutto quello che devi sapere sul Codice Pod: ti spieghiamo dove trovarlo con o senza bolletta della luce.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Trova il fornitore energia più economico

    Come trovare il fornitore luce e gas più economico? È facile: te lo spieghiamo in questa guida.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news
0321 085995