Quale impianto di riscaldamento scegliere

1
2
3
4

Conoscere le alternative per saper scegliere la più conveniente

Le tipologie di impianti di riscaldamento presenti sul mercato, hanno diverse peculiarità e caratteristiche. Parlarne significa anche spaziare tra diversi argomenti, in primis il risparmio energetico per arrivare alle nuove leggi europee che incentivano all’utilizzo di impianti a basso impatto ambientale. Prima di scegliere una tra le diverse tipologie di impianto di riscaldamento, sarà bene valutare le quella più adatta alle proprie esigenze.

Vediamoli insieme.

Il riscaldamento a parete

Per riscaldamento a parete si intende un sistema radiante che viene installato lungo tutto il perimetro delle pareti esterne delle abitazioni. Si tratta di un tipo di impianto molto efficiente in quanto permette un riscaldamento uniforme delle pareti ed è adatto particolarmente per le abitazioni che si trovano in zone climatiche umide, poiché riesce a mantenere la casa asciutta evitando problemi di muffa.

Può essere realizzato con due diverse tecniche:

  • Il sistema a secco: adatto a coloro che preferiscono non affrontare opere murarie importanti. Infatti, tale sistema si caratterizza per essere costituito da un pannello in cartongesso rinforzato da fibre di vetro, il tutto protetto da uno strato isolante. Si tratta di moduli prefabbricati, pronti per essere istallati.
  • Il sistema a umido: prevede un’operazione diretta sul muro grezzo, poiché devono essere installati i binari alla struttura per permettere il posizionamento delle tubazioni da inserire negli spazi appositi.

Questa tipologia di riscaldamento non è adatta alle abitazioni molto grandi in quanto il sistema non è in grado di riscaldare tutti gli ambienti. Inoltre bisogna considerare che questo tipo di impianto comporta una perdita dello spazio nella stanza, dato che occupa all’incirca 7 cm di spessore. Inoltre bisogna anche considerare il prezzo abbastanza elevato: per un appartamento di 100mq il prezzo è indicativamente compreso tra i 7 e i 10mila euro.

[Torna all'indice]

Riscaldamento a battiscopa

Il riscaldamento a battiscopa è un sistema radiante che viene installato lungo il perimetro delle stanze al posto dello zoccolo del muro. Si tratta di tubature in cui scorre acqua calda o resistenza elettrica installate nella parte bassa del muro a contatto con il pavimento, e l’aria calda esce fuori da feritoie.

Sicuramente i battiscopa che vengono utilizzati sono più grandi rispetto a quelli normali, si parla di uno spessore compreso tra i 3 e 5cm.

Il sistema può essere:

  • Ad acqua: vengono posizionati dei tubi in cui scorre acqua calda riscaldata dalla caldaia
  • Elettrico: resistenze elettriche
  • Misto: vengono installati sia tubi dell’acqua che resistenze elettriche e l’utente può scegliere i volta in volta di quale sistema utilizzare.

Anche per questo tipo di impianto, non sono necessari lavori murari importanti e rispetto al riscaldamento a parete e a quello a pavimento, ha il vantaggio di poter essere installato in qualsiasi momento non solo durante i lavori di ristrutturazione o costruzione dell’abitazione.

Come il riscaldamento a parete, anche quello a battiscopa non è indicato per le abitazioni molto grandi e il prezzo di installazione non è proprio economico, perché si parla di 100 euro a ml, ma tali impianti sono resistenti nel tempo, permettono un buon risparmio sulla bolletta: con un impianto del genere si può risparmiare fino al 30% dei costi della bolletta e non richiedono grossi interventi di manutenzione.

[Torna all'indice]

Riscaldamento a pavimento

Anche il riscaldamento a pavimento utilizza un sistema radiante a panelli per il riscaldamento della sala, ma a differenza dei precedenti tipi, consente l’accostamento alle pareti dei mobili, senza correre il rischio di rovinarli. Per l’irraggiamento del calore si utilizzano delle serpentine, mentre un termostato permette di regolare il calore.

La cosa fondamentale da conoscere, prima di far installare questo tipo di riscaldamento, è se il proprio pavimento di casa è adatto a supportarlo.

Anche in questo caso, il grosso svantaggio del sistema è il costo iniziale d’acquisto che si aggira intorno ai 75 euro per metro quadro a seconda dei materiali scelti. Tuttavia permette un buon risparmio sul riscaldamento in bolletta, riducendo i costi del 25% circa rispetto a un sistema tradizione.

[Torna all'indice]

Riscaldamento a soffitto

Potrebbe sembrare al quanto strano, se si considera il principio fisico secondo il quale l’aria calda tende a salire, l’esistenza di un impianto di riscaldamento a soffitto. Eppure è possibile tramite in impianto di radiazione termica incidente di tipo diretto o indiretto. In parole semplici, la tecnica è un po’ quella del riscaldamento solare della terra: il sistema a tubi del circuito idraulico viene installato sul soffitto e ricoperto da un controsoffitto in cartongesso. Così le superfici assorbono fino al 90% della radiazione termica e ne irraggia quasi il 100%.

Il riscaldamento a soffitto non solleva polvere e permetta una diffusione omogenea del calore. Inoltre presenta dei costi molto inferiori rispetto alle altre tipologie, infatti il prezzo dei pannelli si aggira introno agli 80 euro al metro quadro. Al costo dei pannelli vanno aggiunti quelli di manutenzione per un totale compreso tra i 130 e i 160 euro al metro quadro.

[Torna all'indice]

Riscaldamento elettrico e a infrarossi

L’uso di un sistema di riscaldamento elettrico, al posto del gas, può essere conveniente se si sceglie di utilizzare un sistema di autoproduzione di energia elettrica da pannelli fotovoltaici, ad esempio.

Mentre il sistema di irraggiamento a infrarossi sfrutta le onde magnetiche che riscaldano le superfici della stanza anziché l’aria. Si tratta di una delle tecnologie più all’avanguardia e permette una dispersione minima del calore senza sollevare polvere o ingombrare le stanze.

Inoltre il riscaldamento a infrarossi permette agli ambienti di rimanere asciutti e i costi di installazione, compresi i costi di manutenzione, sono minimi.

[Torna all'indice]

Il risparmio sulla bolletta per il riscaldamento

La prima regola per ottenere un buon risparmio in bolletta è sempre una: valutare la migliore offerta sul mercato in grado di soddisfare i propri bisogni di consumo.

Sceglierla, tuttavia, non è banale. Noi di ComparaSemplice.it vi invitiamo a utilizzare il nostro comparatore di offerte online. Si tratta di un servizio efficiente e facile da utilizzare.

ComparaSemplice.it vi offre, inoltre, la possibilità di contattare i nostri consulenti esperti del settore energia, per avere tutte le informazioni sulle varie promozioni, costi e condizioni aggiornate giornalmente. Non esitate, quindi, a richiedere una consulenza gratuita e senza impegno chiamando il numero verde, o direttamente dalla chat nel sito.

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 1250 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Contratti

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Mercato Luce e Gas

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Fornitori Luce e Gas

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
  • Forniture energia

    Domande frequenti

    Tutto quello che ti sei sempre chiesto su contratti e offerte per l'energia elettrica e il gas metano.

    Leggi la guida
  • Prezzi Luce

    Costo al kWh dell'energia elettrica

    Quanto costa un kWh di luce? Scopri il prezzo della materia prima sul mercato libero e tutelato.

    Leggi la guida
  • Prezzi Gas

    Quanto costa un metro cubo di gas?

    Il prezzo di un smc di gas naturale sul mercato libero e sul mercato tutelato.

    Leggi la guida
  • Il contatore

    Codice Pod: cos'è e dove trovarlo

    Tutto quello che devi sapere sul Codice Pod: ti spieghiamo dove trovarlo con o senza bolletta della luce.

    Leggi la guida
  • Fornitori Luce e Gas

    Trova il fornitore energia più economico

    Come trovare il fornitore luce e gas più economico? È facile: te lo spieghiamo in questa guida.

    Leggi la guida
Tutte le guide

Fornitori a confronto

News

Tutte le news
02 200 11 200