Costo allaccio gas, installazione contatore e attivazione nuovo contratto

Cos'è l'allaccimento del gas e quando è opportuno farlo


Riscaldare una casa, cucinare e avere a disposizione acqua calda sono necessita primarie per ogni famiglia, e il modo migliore e più sicuro per soddisfare questi bisogni è quello di attivare una fornitura di gas metano facendone richiesta ad uno dei fornitori energetici che coprono la nostra zona di interesse.

Perché scegliere il metano

Innanzitutto per un motivo di sicurezza: allacciarsi ad una rete di gas metano vuol dire far circolare nella nostra casa solo il gas che effettivamente stiamo utilizzando in quel momento. Contrariamente a bombole e cisterne per gasolio, con il metano non andremo mai a creare nel nostro appartamento un pericoloso deposito di combustibile, che potrebbe essere soggetto a esplosioni dagli effetti devastanti.

Successivamente viene la comodità di non subire mai interruzioni (salvo motivi eccezionali) della disponibilità di gas in casa, cosa che invece accade fisiologicamente a chi utilizza le bombole.

Inoltre, non dimentichiamo la praticità di aver un unico impianto per tutte le necessità casalinghe: cucinare, scaldare l’acqua, termosifoni, invece di destreggiarci tra boiler, scaldabagno e bombole.

Il costo del metano è più basso del gasolio (che risente delle oscillazioni del prezzo del petrolio) ed è meno inquinante dato che produce emissioni molto più basse rispetto agli altri combustibili. Se il nostro appartamento, negozio, ufficio non era già servito in passato da una fornitura di gas metano e quindi allacciato alla rete di distribuzione, occorre richiedere un nuovo allaccio alla ditta fornitrice che avremo scelto per questo servizio energetico.

Ovviamente sarà tutto molto più semplice se il nostro edificio è già raggiunto dalla rete di distribuzione (la condizione più comune) e ci serve solo collegare il nostro impianto personale alla colonna montante. Se la rete non dovesse raggiungere l’edificio andranno sostenute spese molto più ingenti per far arrivare le tubazioni del gas fino al nostro palazzo o luogo di residenza.

Voltura, subentro e nuovo allaccio del Gas

Mentre la voltura (cambio di intestazione di un contratto attivo) e il subentro (riattivare una fornitura ormai cessata) sono operazioni molto semplici poiché unicamente amministrative, richiedere un nuovo allaccio del gas è una procedura leggermente più lunga e complessa perché richiede l’installazione di un nuovo contatore del gas (se non già presente) e la compilazione dei moduli necessari, da effettuare congiuntamente con il tecnico installatore che avrà realizzato il nostro impianto termico.

E' implicito che il tecnico dovrà essere obbligatoriamente iscritto alla Camera di Commercio ed essere abilitato alla realizzazione di tali impianti.

Scegliere un fornitore per il gas metano

Al momento di dover decidere procederemo quindi a comparare le migliori offerte per la fornitura di gas metano valide per la nostra zona di interesse, e quindi a scegliere un fornitore, richiedendogli un preventivo per la nostra fornitura di gas.

Dovremo indicare la potenza di consumo e la tipologia d’utilizzo per la fornitura richiesta, ovvero se includerà cottura, acqua calda e riscaldamento oppure solo alcune di queste opzioni.

Installazione del contatore del gas

Dopo aver scelto il fornitore che ci avrà proposto la migliore offerta, questi dovrà effettuare un primo sopralluogo di accertamento per la verifica della fattibilità, quindi riceveremo il suo preventivo e in caso di accettazione dovremo far compilare al tecnico termo idraulico abilitato che lo ha realizzato la documentazione richiesta relativa al nostro impianto.

E’ importante che il cliente renda possibile effettuare l’accertamento sopra indicato (quindi accertiamoci prima di essere in possesso di tutte le chiavi necessarie, ad esempio quelle del terrazzo condominiale), in caso contrario gli verrà comunque addebitato un costo per l’impossibilità del sopralluogo.

Da qualche anno è anche obbligatorio per il cliente predisporre l’alloggiamento per il contatore del gas, ovvero un apposito vano chiuso che lo protegga da manomissioni e intemperie (sono disponibili in commercio sportelli già omologati per questo utilizzo specifico, basta rivolgersi ad una ferramenta o ad un qualunque negozio di bricolage).

Offerte allaccio Gas

Documentazione necessaria per l'allaccio del gas

La documentazione per avviare una fornitura di gas consiste nei seguenti moduli precompilati che ci verranno dati dal fornitore:

Allegato H/40 è una conferma della richiesta di attivazione, dove oltre a fornire i dati utili per individuare l’impianto da attivare, il cliente si impegna a non utilizzare l’impianto fino al rilascio, da parte dell’installatore, della “Dichiarazione di Conformità.

Allegato I/40 attesta la corretta esecuzione dell’impianto e dovrà essere consegnato dal cliente al tecnico installatore incaricato alla messa in servizio dell’impianto di utenza a gas per il quale richiede l’attivazione della fornitura.

Allegato G/40 l’informativa definita da AEEGSI sulla procedura di accertamento e di attivazione fornitura.

Una volta ricevuta tutta la documentazione richiesta, il fornitore dovrà procedere entro le tempistiche stabilite (attualmente 10 giorni) con l’installazione del nuovo contatore e l’avvio dell’erogazione di gas nella nostra abitazione.

Nota: se desideriamo dare subito il via alla nostra fornitura, e iniziare a ricevere il gas in casa, è importante che al momento dell’installazione del nuovo contatore del gas, il nostro tecnico abbia già predisposto tutti i tubi di collegamento dal nostro impianto verso il contatore, altrimenti non sarà possibile procedere con l’installazione.

Prima accensione del nostro impianto di riscaldamento

Al momento del via all'erogazione della fornitura, prima di godere del caldo dei nostri termosifoni ci verrà richiesto un ultimo piccolo passaggio, dato che gli impianti termici sono sottoposti a una regolamentazione più rigida rispetto ad altri tipi di impianti.

Dovremo chiamare il nostro installatore termo idraulico (o un altro tecnico abilitato) affinché faccia la prima accensione del nostro impianto e proceda alla messa in servizio della caldaia. Questa fondamentale operazione consiste in un controllo dello scarico dei fumi di combustione, dell’assenza di perdite, della regolare presenza delle prese di areazione e verrà seguita dalla compilazione dell’apposito libretto della vostra caldaia che conserverete per farlo aggiornare a ogni successivo controllo e che rappresenterà la “storia” del vostro impianto di riscaldamento

Confronta Offerte Luce

Hai dei dubbi sulle offerte ? Confronta tutte le tariffe LUCE e scegli la più conveniente!

Confronta Offerte Gas

Vuoi risparmiare sulla bolletta del GAS? Confronta le offerte GAS e scegli la migliore sul mercato!

Scopri le nostre guide Energia

Ultime notizie dalla rete

Scopri il fornitore Gas più conveniente per te:
Accetto l'informativa privacy di Comparasemplice e tutte le clausole in essa indicate. Non tutti i consensi sono obbligatori. Se vuoi selezionare i consensi parzialmente. clicca qui