Nuovo allaccio luce ed energia elettrica: procedura e confronto costi

Tuute le informazioni necessarie quando c'è bisogno di effettuare un nuovo allaccio luce


Avere la corrente elettrica in casa è una delle esigenze primarie di qualunque famiglia e il modo per soddisfare questo bisogno è quello di effettuare un nuovo allaccio per una fornitura di energia elettrica facendone richiesta ad uno dei fornitori energetici che coprono la nostra zona di interesse. Se il nostro appartamento, negozio, ufficio non era già servito in passato da una fornitura di corrente elettrica e non è presente il contatore occorre richiedere un nuovo allaccio per collegare la nostra casa alla rete elettrica. Se invece il contatore della luce è già presente, ma non è mai stato erogato in passato alcun servizio di energia elettrica dovremo provvedere solamente alla Prima Attivazione del contatore (questo passaggio lo vedremo in fondo). E’ importante sapere che indipendentemente dal fornitore che andremo a scegliere per l’erogazione del servizio luce, questi si dovrà rivolgere poi al distributore di energia elettrica competente sulla nostra zona per far effettuare fisicamente l’allacciamento. Se non abbiamo intenzione di attivare subito una fornitura di luce, possiamo invece rivolgerci direttamente al distributore per la pura installazione del contatore, in modo da predisporre l'immobile per un futuro utilizzo della corrente elettrica.

Voltura, subentro e nuovo allaccio luce

Mentre la voltura (cambio di intestazione di un contratto attivo) e il subentro (riattivare una fornitura ormai cessata) sono operazioni molto semplici poiché unicamente amministrative, richiedere un nuovo allacciamento della luce è una procedura leggermente più lunga e complessa perché richiede l’installazione di un nuovo contatore della luce e la compilazione dei moduli necessari.

Scegliereil fornitore Luce

Al momento di dover decidere procederemo quindi a comparare le migliori offerte per la fornitura di energia elettrica valide per la nostra zona di interesse, e quindi a scegliere un fornitore, richiedendogli un preventivo per la nostra fornitura. Su ComparaSemplice.it è presente un servizio di confronto tariffe completamente gratuito, che vi permetterà di trovare le migliori offerte in base alle vostre necessità. Se preferite l’aiuto di un esperto potete farlo chiamando il numero verde 800 709 993inviando una mail a info@comparasemplice.it oppure aprendo una chat o cliccando su “Richiamami”, attraverso i tasti dedicati che trovate in basso a destra della pagina: la consulenza è gratuita e senza impegno d’acquisto.

Installazione del contatore luce

Se il contatore della luce non è ancora presente in casa, dopo aver scelto il fornitore che ci avrà proposto la migliore offerta, questi dovrà far effettuare dal distributore competente un primo sopralluogo di accertamento per la verifica della fattibilità, quindi riceveremo il preventivo per l'allacciamento della luce.

E’ importante che il cliente renda possibile effettuare l’accertamento sopra indicato (quindi occorre che si accerti prima di poter essere presente in casa il giorno dell’intervento, in caso contrario gli verrà comunque addebitato un costo per l’impossibilità del sopralluogo). Al momento dell’installazione il cliente dovrà aver già predisposto a sue spese la realizzazione di un vano per l’alloggiamento del contatore della luce, se non presente.

Offerte allaccio luce

Documentazione necessaria per fare un nuovo allaccio della luce

La documentazione per avviare una fornitura di luce consiste nei seguenti moduli precompilati che ci verranno dati dal fornitore:

Istanza 326: l’attestazione della regolarità urbanistica dell’immobile interessato

Dichiarazione di possesso/detenzione dell'immobile: un documento che attesti i nostri diritti di utilizzo dell'immobile, ad esempio un contratto d'affitto se siamo affittuari.

Copia di un documento di identità (con validità in corso)

Codice fiscale o Partita Iva (se intestato ad una azienda)

Dati anagrafici e recapiti dell’intestatario

E’ obbligatorio anche indicare la potenza in kW che ci servirà utilizzare

Tempistiche per l'allaccio

Una volta ricevuta tutta la documentazione richiesta, il distributore dovrà procedere entro le tempistiche stabilite (attualmente 5 giorni dal sopralluogo) con l’installazione del nuovo contatore e l’avvio dell’erogazione di energia elettrica nella nostra abitazione.

Quanto costa allacciare l'energia elettrica

Il costo di questa operazione è variabile, e suddiviso in tre quote differenti:

Quota distanza: è una quota fissa (pari a 184,48 euro) per le abitazioni che non richiedono una connessione maggiore ai 200 metri dalla cabina di impianto più vicina. Se la distanza è maggiore il costo verrà maggiorato ogni tot metri aggiuntivi

Quota potenza: è una voce standard intesa per kW ed è pari a 69,36 euro. Questa andrà moltiplicata per il numero di kilowatt da noi richiesti, che per le utenze domestiche è comunemente pari a 3.

Quota Fissa: diritti amministrativi, pari a 27,03 euro.

Spese supplementari: altri costi non previsti, ad esempio quelli dovuti per allacciamenti non standard.

Quale potenza in kW richiedere?

Al momento dell’allacciamento dovremo indicare la massima potenza disponibile che ci servirà utilizzare in casa. Solitamente le utenze domestiche richiedono una potenza di 3 kW orari, ma in caso di particolari esigenze si può richiedere (a un costo maggiore) l’erogazione di un più alto numero di chilowatt.

Ad esempio una famiglia molto numerosa, che preveda di utilizzare contemporaneamente parecchi dispositivi ad alto consumo elettrico (condizionatori, scaldabagno, forno, lavatrice, etc…) potrebbe abbisognare di quote superiori e passare al taglio successivo da 4,5 kW o in casi particolari addirittura a quello da 6 kW.

Prima attivazione della luce

Una volta aver consegnato tutta la documentazione prevista, pagato il contributo relativo agli oneri di allaccio e predisposto il contatore della luce, se lo si desidera verrà attivata la fornitura e si darà il via alla cosiddetta Prima Attivazione.

E’ possibile ovviamente anche semplicemente pagare un’allacciamento e far installare un contatore luce senza attivare nessun servizio di erogazione, riservandosi di farlo in futuro (magari abbiamo comprato casa e vogliamo predisporla per essere servita in seguito dalla corrente elettrica, ma non abbiamo ancora intenzione di abitarla o affittarla). Nel momento che ci servirà utilizzare l’energia elettrica dovremo solo richiedere una Prima Attivazione, senza pagare da zero tutti i costi di allaccio, che avremo già sostenuto in precedenza.

Confronta Offerte Luce

Hai dei dubbi sulle offerte ? Confronta tutte le tariffe LUCE e scegli la più conveniente!

Confronta Offerte Luce

Vuoi risparmiare sulla bolletta della LUCE? Confronta le offerte LUCE e scegli la migliore sul mercato!

Scopri le nostre guide Energia

Ultime notizie dalla rete

Scopri il fornitore Luce più conveniente per te:
Accetto l'informativa privacy di Comparasemplice e tutte le clausole in essa indicate. Non tutti i consensi sono obbligatori. Se vuoi selezionare i consensi parzialmente. clicca qui