Voltura Enel gas

Come effettuare la voltura di un contratto gas di Enel

Oltre al subentro Enel Gas, il fornitore offre un’alternativa differente per gli utenti che desiderano cambiare l’intestatario di un contratto esistente: stiamo parlando della voltura del contratto gas di Enel, un’operazione semplice e valida solo in alcuni casi, come vedremo nelle prossime righe. 

Se sai già che la voltura nel contratto di fornitura di gas metano non è ciò che fa per te, puoi scoprire utili informazioni nelle seguenti guide:

Se, invece, la voltura è la soluzione per ottenere il gas a casa o in ufficio, continuando a leggere puoi trovare tutte le indicazioni necessarie.

Cos’è una voltura e cosa cambia dal subentro

Ma prima di tutto cerchiamo di capire cos’è una voltura. Cercando la parola su un dizionario troveremo una definizione simile alla seguente: “nei contratti per la prestazione di particolari servizi (come acqua, luce, gas, telefono, etc…), stipulati tra enti pubblici o privati e i vari utenti, cambiamento d’intestazione, e cioè del nominativo dell’utente al quale è intestato il contratto” (fonte: Enciclopedia Treccani). In pratica si tratta di un cambio intestatario, proprio come per il subentro.

Rispetto a quest’ultimo, però, si tratta di una variazione di una fornitura che è ancora attiva, mentre il subentro si riferisce ad una riattivazione di un servizio che era stato disattivato in precedenza. Se hai la necessità di effettuare una voltura Enel Gas, quindi, continua a leggere questa guida. 

[Torna all'indice]

Contattare il servizio clienti Enel

La prima cosa da fare in questi casi è contattare l’assistenza clienti Enel per avere una consulenza da parte della società stessa: uno dei canali principali di di riferimento è il numero verde 800 900 860, attivo dalle 7 alle 22 tutti i giorni (dal lunedì alla domenica, esclusi i giorni di festività). La chiamata è gratuita, sia da fisso che da cellulare. In alternativa è possibile recarsi presso un punto vendita più vicino: la mappa interattiva dei punti Enel è presente sul sito ufficiale della compagnia.

Se non riesci ad entrare in contatto attraverso questi canali puoi utilizzarne altri, come ad esempio le pagine social ufficiali o la chat presente sul sito ufficiale.  

[Torna all'indice]

Dati e documenti necessari

I documenti necessari da tenere a portata di mano quando si effettuerà la richiesta di voltura Enel Gas sono i seguenti:

·        il codice fiscale del nuovo intestatario;

·        la lettura del contatore;

·        il codice PDR;

·        modulo che attesta la proprietà o il regolare possesso dell’immobile per il quale si richiede la voltura. 

[Torna all'indice]

Cos’è il PDR e dove si trova

Il PDR, il Punto di Riconsegna, è un codice identificativo di 14 cifre che contraddistingue in maniera unifica ogni punto fisico in cui il gas viene consegnato. Ogni utenza, quindi, ne possiede uno e rimane lo stesso per sempre, anche se si cambia intestatario (sia con un subentro che con una voltura). Il codice può essere recuperato attraverso una bolletta precedente (sotto la voce Punto di Riconsegna) o chiamando direttamente il servizio clienti Enel. Da non confondere il PDR con il codice cliente: quest’ultimo, infatti, non riguarda il punto fisico della fornitura bensì l’utenza commerciale e varia per ogni contratto.

Dopo aver presentato la richiesta della voltura Enel Gas il fornitore invierà il nuovo contratto via mail, che dovrà essere compilato in ogni sua parte e restituito. 

[Torna all'indice]

Cos’è l’attestato di proprietà o di regolare possesso dell’immobile

Tra la documentazione da presentare, come abbiamo appena visto, oltre al PDR deve essere presente un altro modulo che servirà ad attestare la proprietà o il regolare possesso dell’immobile dove è presente la fornitura su cui si sta richiedendo la voltura. Questo documento, previsto dalla Legge del 23 maggio 2014, ha come obbiettivo primario quello di contrastare abusi edilizi e occupazioni abusive di case ed edifici. L’utente che presenterà la richiesta di voltura potrà scegliere se presentare un titolo che attesti la proprietà, la detenzione o il regolare possesso dell’immobile, oppure una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

È un documento importantissimo, che dovrà essere necessariamente inviato prima del perfezionamento del contratto (insieme ad una copia del documento di riconoscimento in corso di validità), altrimenti la richiesta non verrà accettata. Per maggiori informazioni puoi scaricare la guida alla compilazione del modulo di regolare possesso/detenzione dell’immobile in formato PDF presente sul sito ufficiale di Enel. 

[Torna all'indice]

Registrarsi all’area clienti dopo la stipula del contratto

Una volta presentata la domanda per la voltura Enel Gas e aver stipulato il contratto, bisognerà registrarsi all’area clienti del sito Enel.it per tenere sotto controllo la gestione della pratica in corso. All’interno della sezione avrai modo non solo di avere un resoconto delle documentazioni presentate e della data di stipula del contratto, ma anche del tuo codice cliente e l’accesso alla documentazione (compresi i contratti sottoscritti) in formato digitale. 

[Torna all'indice]

Quanto costa la voltura Enel Gas

E veniamo, infine, ai costi necessari da sostenere per questa tipologia di richiesta: la voltura Enel Gas è a carico del nuovo intestatario e prevede un contributo una tantum di 23 euro. Chi sceglierà di pagare tramite bollettino postale dovrà aggiungere anche un deposito cauzionale, che varia in base ai consumi (si parte da un minimo di 30 euro per 500 metri cubi all’anno in su, fino ad arrivare a 300 euro per coloro che consumano dai 2500 a 50000 metri cubi in 12 mesi).

Tutte le informazioni sui costi, sulle modalità di pagamento e su eventuali spese addizionali (ad esempio potrebbe essere prevista l’imposta di bollo) ti verranno fornite direttamente dal fornitore, sia tramite l’assistenza clienti che attraverso la documentazione che ti sarà consegnata prima della stipula del nuovo contratto. 

[Torna all'indice]

Cambiare fornitore? Ecco come

Presentare una richiesta per la voltura Enel Gas, quindi, è una procedura abbastanza semplice da fare e seguendo le direttive del fornitore non avrete alcun problema per portare a buon fine la domanda. Se, invece, stai pensando di cambiare compagnia perché le offerte dell’operatore attuale non soddisfano più le tue necessità ed esigenze, ti ricordiamo che su ComparaSemplice.it hai a disposizione un servizio di confronto tariffe gas completamente gratuito e personalizzabile, che ti permetterà non solo di trovare le migliori soluzioni per il vostro profilo di utilizzo, ma anche di risparmiare oltre 250 euro all’anno sulla bolletta a seconda della promozione sottoscritta.

Cliccando sul pulsante “Consulenza” presente su ogni risultato, inoltre, si aprirà una chat testuale con un nostro esperto che ti aiuterà, senza obbligo d’acquisto e senza costi, a trovare la migliore soluzione. In alternativa puoi chiamare il numero verde 800 709 993 (attivo dal lunedì al venerdì nella fascia orare 9-20) oppure puoi scriverci una mail a info@comparasemplice.it

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Domande frequenti

    Tutto quello che ti sei sempre chiesto su contratti e offerte per l'energia elettrica e il gas metano.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news
0321 085995