Rateizzazione bollette luce e gas: come rateizzare le bollette nel 2022

di | 30-03-2022 | News Gas e Luce, Notizie Gas

La rateizzazione è una pratica sempre più richiesta dalle famiglie. Per le bollette di maggio e giugno 2022, anche le imprese potranno richiedere la rateizzazione.

Rateizzazione bollette luce e gas: come rateizzare le bollette nel 2022
Confronta

Le bollette di luce e gas possono incidere pesantemente sul bilancio familiare. In tempi di crisi capire quali sono i casi previsti dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) per ottenere la rateizzazione delle bollette e conoscere le modalità di richiesta al proprio fornitore, può rappresentare un aiuto notevole.

Sommario

Cos’è la rateizzazione in parole semplici

La rateizzazione è una pratica grazie alla quale le bollette troppo care, derivate per esempio da un ricalcolo dei consumi effettivi, e cioè da un conguaglio, possono essere pagate a rate (poco per volta) nei mesi successivi alla recezione, anziché essere pagate subito. La possibilità di richiedere tale servizio è regolamentata per i tutti gli utenti domestici e, per le bollette di maggio e giugno 2022, anche per le imprese.

Rateizzazione bollette di luce e gas 2022 a interessi zero

La rateizzazione delle bollette di luce e gas senza interessi è una delle misure introdotta dal Governo e contenuta nella Legge di Bilancio 2022 nel tentativo di sostenere regioni e comuni al fine di contenere gli aumenti dei prezzi delle materie prime.
Il
caro bollette di luce e gas, infatti, sta mettendo a dura prova famiglie e imprese. Tutti i settori dell’economia italiana sono stati colpiti da questi rincari che non accennano a calare: come se non bastasse l’aumento delle materie prime, la crisi tra Russia e Ucraina, soprattutto per quanto riguarda il gas, rischia di peggiorare una situazione già complicata. In questo scenario, offrire la possibilità alle famiglie e alle imprese di poter saldare le fatture in più rate può risultare un’opportunità da tenere in considerazione.

Rateizzazione per le imprese

Al fine di calmierare il costo delle materie prime, nel pacchetto di misure varato dal Governo e previste dal decreto legge 21/2022, è presente la possibilità di rateizzare le bollette di luce e gas anche per le imprese: una opportunità che, fino ad allora, era stata concessa solo alle famiglie. Grazie anche al coinvolgimento di Sace nel ruolo di garante, le imprese con sede in Italia potranno richiedere la rateizzazione delle bollette di luce e gas per i consumi relativi ai mesi di maggio e giugno 2022 per un numero massimo di 24 rate. La richiesta dovrà essere inoltrata al proprio fornitore, esattamente come accade per gli utenti domestici.

I casi standard in cui è prevista la rateizzazione del pagamento della bolletta

Per le utenze luce e gas, i consumatori hanno diritto di chiedere e ottenere la rateizzazione della bolletta, nei casi in cui:

  • La bolletta che contiene un ricalcolo dei consumi effettivi (bolletta di conguaglio), supera l’addebito medio delle bollette su consumi stimati (ricevute precedentemente alla bolletta di conguaglio rateizzabile) del 150%. Ciò vuol dire che: se ad esempio, le ultime bollette basate sui consumi stimati, i costi sono stati mediamente pari a 30€, il cliente può richiedere la rateizzazione quando la sua bolletta di conguaglio è pari o superiore ai 75€. Tuttavia l’Autorità specifica anche che, se l’aumento della bolletta è dovuto all’entrata in funzione del riscaldamento (e quindi all’aumento dei consumi che di solito si verifica nei mesi invernali), il fornitore non è obbligato a concedere la rateizzazione;
  • Quando viene chiesto dal gestore, il pagamento di consumi non registrati dal contatore a causa di un suo malfunzionamento;
  • Quando manca la lettura da parte del distributore del contatore, a patto che quest’ultimo sia accessibile, e al cliente viene richiesto un importo ricalcolato per consumi effettivi.

Nel mercato libero

Per tutti i clienti che hanno concluso un contratto nel mercato libero, la rateizzazione non è regolata da alcuna normativa deliberata all’Autorità (salvo interventi dello Stato in merito), ma è vincolata dalle condizioni previste dal contratto con il fornitore energia, in apposite clausole.

Se si verificasse una delle condizioni previste per ottenere la rateizzazione devono necessariamente essere indicate nella bolletta rateizzabile, le modalità per procedere con la richiesta del servizio.

È fondamentale, quindi, che il cliente legga e valuti attentamente le varie clausole previste dal gestore per la rateizzazione al momento della sottoscrizione del contratto. Tuttavia è bene sapere che, nel mercato libero non è obbligatorio, ad oggi, per i gestori inserire in un contratto luce e gas, articoli specifici per la regolamentazione in tema di rateizzazione delle bollette. Si tratta di una mancanza e carenza circa l’uniformità nei trattamenti dei clienti che diverse associazioni di consumatori hanno già da tempo segnalato e stanno premendo affinché nel mercato libero, si provveda alla regolamentazione della rateizzazioni.

Come ottenere la rateizzazione

Tutte le bollette di luce e gas devono contenere anche le informazioni riguardo le modalità per esercitare il proprio diritto ad inoltrare una richiesta di rateizzazione. Tali informazioni le potrete trovare nelle ultime pagine della bolletta alla voce “comunicazioni ai clienti”.

Normalmente, il servizio di rateizzazione deve essere richiesto al fornitore, entro i 10 giorni successivi alla scadenza del pagamento della fattura. Qualora si presentasse la domanda di richiesta in ritardo, il venditore ha la facoltà di concedere ancora la rateizzazione, ma essa cessa di essere un diritto del cliente. È importante sapere che non può essere inoltrata una richiesta di rateizzazione della bolletta, qualora gli importi siano inferiori a 50€.

Piano di rientro della rateizzazione

Nel servizio di tutela, qualora cliente e venditore non abbiano concordato già un piano di rientro della rateizzazione, l’importo rateizzato deve essere frazionato in un numero di rate pari almeno al numero delle bollette basate su consumi stimati ricevute precedentemente alla bolletta di conguaglio rateizzabile. Se ad esempio, il cliente ha ricevuto tre bollette su consumi stimati, la somma della bolletta di conguaglio che può essere rateizzata deve essere suddivisa in almeno tre rate uguali.

Le rate non sono in alcun modo cumulabili e devono avere una periodicità uguale a quella con cui vengono emesse le bollette.

Alle volte è possibile stringere un accordo con il fornitore per sottoscrivere diverse condizioni di fatturazione, ad esempio con una dilazione più lunga dei pagamenti.

Per quanto riguarda il mercato libero, l’eventuale possibilità di rateizzazione assume modalità di rientro definite da ciascun fornitore (salvo intervento del legislatore).

Infine sull’importo delle bollette da rateizzare il cliente è tenuto al pagamento degli interessi il cui tasso di riferimento è fissato dalla BCE, ovvero dalla Banca Centrale Europea. Esso è calcolato a partire dal giorno della scadenza della bolletta.

Modalità di pagamento delle rate

In genere, i clienti hanno a disposizioni diversi metodi di pagamento delle rate. Quelli che vengono più spesso scelti dai consumatori sono:

  • Bollettino postale
  • Pagamento online con carta di credito
  • Bonifico bancario

È opportuno ricordare che, in caso di mancato pagamento di una rata, il fornitore ha il diritto di sospendere il servizio e richiedere l’intero addebito.

Cosa accade se nel corso di un piano di rateizzazione il cliente decide di cambiare fornitore

Se il cliente decide di recedere il contratto per cambio fornitore, prima che abbia completato il piano di rateizzazione, il venditore può avvalersi eccezionalmente, del diritto di richiedere il pagamento della somma delle rate non ancora scadute, secondo una periodicità mensile. In questo caso il fornitore è tenuto a comunicare preventivamente la sua intenzione al cliente attraverso la bolletta rateizzabile.

Come fare la richiesta di rateizzazione: i contatti

Qui vi forniamo i numeri verdi da chiamare per contattare i Servizi Clienti dei maggiori fornitori di energia elettrica italiani, per inoltrare la richiesta di rateizzazione.

Rateizzazione bollette Enel Energia

Per richiedere la rateizzazione delle bollette con Enel Energia, l’utente può avvalersi di diverse modalità:

  • online, accedendo all’Area Clienti, cliccando su “Archivio bollette” e selezionando “Richiedi Rateizzazione”;
  • chiamando il numero verde: 800.900.800 (per i clienti del mercato tutelato) oppure 800.900.860 (per i clienti del mercato libero);
  • presso i Punti Enel.

Rateizzazione bollette Eni Plenitude

Rateizzare le fatture di luce e gas con Eni Plenitude è molto semplice ed immediato. Il cliente, infatti, potrà inoltrare la richiesta di dilazione secondo le seguenti modalità:

  • online, accedendo all’Area Clienti;
  • chiamando il numero verde 800.900.700;
  • presso i punti Energy Store.

Rateizzazione bollette Iren

Richiedere la rateizzazione delle fatture Iren è molto semplice. I canali di contatto del fornitore, infatti, sono molteplici e il cliente potrà inoltrare la richiesta in diversi modi:

  • chiamando il numero verde 800.96.96.96;
  • tramite la chat del sito ufficiale;
  • presso gli sportelli Iren del territorio.

Come chiedere rateizzazione bollette Edison

Il cliente può inoltrare la richiesta nella seguente modalità:

  • chiamando il numero verde 800.031.141.

Come rateizzare bollette Acea

Con il fornitore Acea, le modalità per richiedere la rateizzazione delle bollette di luce e gas sono principalmente due:

  • online, accedendo a MyAcea;
  • chiamando il verde 800.130.331.

Rateizzazione bollette Illumia

Il cliente può contattare il fornitore:

  • chiamando il numero verde 800.046.640.

Come rateizzare bollette Hera

Per inoltrare la richiesta di rateizzazione a Hera, il cliente può procedere in questo modo:

  • chiamando il numero verde 800.999.500.

Rateizzazione bollette E.ON

Per rateizzare le bollette E.ON il cliente può inoltrare la richiesta:

  • chiamando il numero verde 800.900.777.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.