Assicurazioni auto a km: cos'è e come funziona

Scopri il risparmio sull'RCA con la polizza auto a Km

L'assicurazione auto a Km: la copertura su misura

Prima di richiedere un preventivo per l'assicurazione auto, è bene conoscere tutte le opzioni a disposizione per il risparmio, in modo da orientare la ricerca verso le soluzioni più indicate per l'utilizzo effettivo del mezzo.

L'assicurazione auto a km (o Pay per drive) è una tipologia di polizza assicurativa personalizzata in base a quanto viene utilizzato effettivamente il mezzo: una soluzione che permette di risparmiare sul costo della polizza, dedicata principalmente agli assicurati che non guidano spesso o lo fanno per brevi tragitti. Se sei un automobilista che non usa molto la vettura e tendi a non percorrere molti chilometri, potresti prendere in considerazione le assicurazioni a Km per risparmiare sul premio assicurativo, senza rinunciare alle garanzie di copertura di una normale RC Auto.

Le compagnie assicurative che offrono questo tipo di soluzione sono molte. Per citarne alcune: Unipol, Allianz, Sara, Generali

Andiamo a vedere come funziona una RC Auto a chilometraggio per scoprire se è la polizza giusta per te.

Assicurazioni a Km: che cosa sono?

Le assicurazioni a chilometri o assicurazioni auto a consumo sono polizze assicurative che prevedono il pagamento del premio assicurativo annuale sulla base del numero effettivo di chilometri percorsi dal contraente nel periodo di copertura assicurativa. A differenza delle polizze tradizionali, si basano pertanto su una tariffa RC auto personalizzata, che risulta essere estremamente conveniente nel caso in cui si utilizzi il mezzo poco in termini di tempo o di percorrenza annua chilometrica. Proprio per la loro particolare formula di calcolo del premio sono molto dispendiose per chi, invece, percorre lunghi tragitti o utilizza spesso il mezzo, motivo per il quale occorre fare delle attente valutazioni, per evitare che l'aspettativa di risparmio venga delusa.

[Torna all'indice]

Come funziona l'assicurazione auto a chilometri?

Se pensi di scegliere un'assicurazione a km disponibile sul mercato è opportuno sapere che è necessario versare una quota fissa di premio assicurativo, quale garanzia dell’intero periodo di copertura della polizza. A tale cifra verrà aggiunta una quota che varia a seconda dei Km percorsi dall'automobile nell’anno preso in considerazione dall’assicurazione. In fondo, si tratta di una soluzione assicurativa conveniente sia per il cliente, che per la compagnia assicurativa: da una parte l'assicurato limitala copertura della polizza al solo reale utilizzo del mezzo, dall'altra la compagnia assicurativa profila senza troppo sforzo il cliente, esponendosi al solo rischio reale dei suoi effettivi spostamenti.

Com'è possibile, da parte delle compagnia assicurativa, accertare i km effettivamente percorsi dal mezzo assicurato? La risposta è semplice: il contratto dell'assicurazione chilometrica richiede l'installazione, a bordo del veicolo assicurato, della famosa scatola nera. Il dispositivo elettronico satellitare permette di registrare in un database, accessibile dalla compagnia assicurativa, una serie di dati relativi (tra l'altro) alla percorrenza dell'automobile.

[Torna all'indice]

Perché serve la scatola nera?

La scatola nera (black box) serve a indicare la percorrenza della tua autovettura. Questo dispositivo di registrazione è collocato sulla batteria della macchina o su una parte in lamiera del cofano del motore e dispone di un’antenna GPS che traccia le distanze percorse e le velocità. Permette, inoltre, di risalire alla dinamica precisa degli eventi in caso di incidenti e controversie stradali.

Anche se, ormai, la maggioranza delle polizze assicurative a Km pretendono l’installazione della scatola nera a bordo, in alcuni casi, i contratti d’assicurazione chilometrica, possono prevedere l'uso di un semplice dispositivo satellitare che si limita al conteggio dei chilometri percorsi, per poi inviare i dati nei registri della compagnia assicurativa. Il dispositivo satellitare è anche connesso al telefono cellulare dell'assicurato e può inviare comunicazioni di gestione o avvisi periodici via sms.

Il sistema di GPS (o satellitare) può assolvere anche a un'altra funzione piuttosto utile: la geolocalizzazione del mezzo in caso di furto o in caso di sinistro.

[Torna all'indice]

Soglia chilometrica delle polizze auto a km

Le assicurazioni auto a Km si basano sulla strada percorsa in un anno e possono offrire diverse soluzioni di stipula e di calcolo del corrispettivo da pagare come premio assicurativo:

  • Un contratto che prevede il pagamento della copertura assicurativa commisurata ai chilometri effettivamente percorsi: generalmente le assicurazioni stabiliscono un numero predefinito di chilometri a cui aggiungere la differenza del chilometraggio eccedente effettivamente percorso.
  • Una polizza assicurativa che identifica una fascia di chilometri in base alla media indicata dall’automobilista, che è tenuto ovviamente a rispettarla. Se si superano i chilometri stabiliti, occorrerà pagare un conguaglio; se invece non si arriva alla soglia minima, si verrà rimborsati in modo proporzionale. Quindi, se nell’anno di copertura assicurativa percorrerai meno chilometri di quelli indicati dalla fascia preventivata in fase di stipula della polizza, al contratto assicurativo successivo pagherai un premio inferiore quale risarcimento.
  • Parte fissa, parte a consumo: in questa tipologia di assicurazione, il premio viene diviso in una somma fissa e in una somma che viene stabilita a posteriori, in base ai Km effettivamente percorsi dal veicolo.

Le promozioni delle singole compagnie assicurative possono, poi, prevedere condizioni speciali per attrarre i clienti. Può venire proposto, già in sede di comunicazione commerciale dell'offerta, un bonus di chilometri che andranno sottratti al totale della percorrenza annua.

Alcuni contratti di assicurazione auto a km prevedono una contabilizzazione differenziata della percorrenza, a seconda di dove e quando vengono percorsi i chilometri. Questo per far pesare maggiormente solo le zone e le fasce orarie a maggior rischio sinistri. Per fare un esempio, l'assicurazione potrebbe proporre un conteggio dimezzato dei chilometri nella percorrenza in autostrada e un conteggio maggiorato per la guida nelle ore notturne.

[Torna all'indice]

Come faccio a stimare quanti km percorro in un anno?

Se sei interessato a stipulare una polizza chilometrica come puoi intuire è fondamentale fare una stima il più accurata possibile di quanti km percorri in un anno con l'auto. Il consiglio in questo caso è cercare sempre di valutare l'utilizzo che si farà dell'auto, se devi ad esempio affrontare viaggi lunghi per trovare i parenti o se sei abituato a organizzare le vacanze estive o invernali. Per agevolarti nel fare la stima dei km annuali ecco alcuni utili consigli:

  • per un paio di settimane segnare ogni mattina i km di partenza e la sera quelli finali della giornata in modo da controllare i km percorsi per gli spostamenti quotidiani
  • utilizzare Google Maps o un qualsiasi altro dispositivo per calcolare i percorsi singoli che solitamente effettui nell'arco della giornata e sommare i km totali di ciascun percorso

Una volta che hai individuato una stima di km giornalieri potrai effettuare una semplice moltiplicazione per i giorni dell'anno in cui sai che effettuerai i percorsi individuati. Al conteggio effettuato si consiglia di prevedere un "cuscinetto" ovvero un numero di chilometri extra rispetto ai classici percorsi, in modo da prevedere eventuali inconvenienti.

[Torna all'indice]

Cosa succede se supero i km stimati?

Come abbiamo accennato in precedenza il superamento della soglia chilometrica stabilita nel contratto di una polizza auto a chilometri può comportare il pagamento di un conguaglio a favore della compagnia; alcune compagnie potrebbero richiedere invece una sorta di penale o proporre il passaggio ad una polizza di tipo tradizionale.

[Torna all'indice]

A chi e quando conviene l'assicurazione a consumo?

Le maggiori compagnie assicurative indicano come chilometraggio consigliabile per questa tipologia di polizza assicurativa una percorrenza di 10.000 chilometri annui. Tuttavia, in molti casi, un reale risparmio si può ottenere solo per gli automobilisti che percorrono una media di 5.000 chilometri all’anno. Potrebbe essere questo il caso delle famiglie che hanno una seconda auto personale poco utilizzata o una piccola auto per gli spostamenti in città. In ogni caso il consiglio generale è di informarsi, nello specifico, sulle varie caratteristiche delle singole polizze proposte dalle compagnie assicurative per la copertura della polizza a consumo

[Torna all'indice]

Quanto costa l'assicurazione chilometrica?

I prezzi delle assicurazioni auto a Km sono nettamente più bassi se messi in confronto alle polizze RCA classiche: alcuni automobilisti riescono ad ottenere anche un prezioso risparmio del 65% rispetto ai preventivi per le polizze assicurative classiche, ma solo nel caso in cui non si superino i 5.000 km annui. Il costo dell'assicurazione a consumo è calcolato su una stima di km che il contraente dichiara di fare nel corso di un anno: tale conteggio viene poi "rivisitato" grazie alla scatola nera in quanto, come facilmente intuibile, è quasi impossibile sapere a priori il numero esatto di chilometri percorsi in un anno. Per questo motivo spesso le compagnie ragionano a range o fasce chilometriche di percorrenza prestabilite. È comunque sempre consigliabile una valutazione completa dei vantaggi e degli svantaggi, infatti se superi la soglia di chilometri stabilita dalla compagnia assicurativa che sceglierai, questa potrà richiederti il pagamento di una maxi quota finale, spesso davvero poco conveniente.

In conclusione, se utilizzi poco la tua automobile e il tuo chilometraggio annuo si aggira mediamente sui 5.000 Km e non supera i 10.000 Km allora la scelta di una polizza RCA a chilometri è la soluzione ideale per le tue esigenze e ti permette di risparmiare notevolmente. Se utilizzi il tuo veicolo solo in determinati periodi dell'anno o in determinati giorni, ma per percorrenze molto lunghe, le soluzioni per il risparmio sulla polizza assicurativa dell'automobile potrebbero essere altre come, ad esempio, l'assicurazione giornaliera o semestrale.

[Torna all'indice]

La scelta della migliore assicurazione per la tua auto con ComparaSemplice.it

Su ComparaSemplice.it puoi richiedere online un preventivo per l'assicurazione della tua auto e confrontare diverse proposte da parte delle compagnie assicurative. Bastano pochi click e qualche dato, per avere a disposizione le proposte assicurative formulate per te. I consulenti di ComparaSemplice.it possono aiutarti a scegliere o chiarire i tuoi dubbi sui preventivi presentati. Accanto al servizio di comparazione, su questo sito puoi trovare tante guide, notizie e approfondimenti per conoscere meglio il mondo delle polizze per l'automobile, in modo da orientare la tua scelta verso le soluzioni che possono farti risparmiare, senza esporti a inutili rischi.

Se sei interessato all'assicurazione a chilometri, puoi continuare a leggere un argomento legato a questo tema: cos'è e come funziona la scatola nera. Lì ti spieghiamo quali sono i vantaggi (e gli svantaggi) dell'installazione di questo dispositivo e delle polizze auto che si basano su di esso.

Se stai valutando le assicurazioni chilometriche a consumo come alternativa alla classica polizza RCA, potresti approfondire la tua conoscenza delle altre soluzioni del mondo assicurativo dedicate a coloro che utilizzano l'automobile in modo saltuario e programmato: le polizze auto temporanee. Tra le guide offerte da ComparaSemplice.it puoi trovare l'approfondimento sull'assicurazione semestrale e la guida alla polizza giornaliera.

Stipulare la sola RCA può essere un modo per risparmiare sul premio assicurativo, ma è davvero il livello di copertura minimo ciò di cui hai bisogno per te e per i tuoi famigliari che utilizzano il mezzo? Se vuoi estendere le garanzie anche per quei piccoli e grandi incidenti che l'assicurazione base non copre, ti consigliamo di leggere i nostri approfondimenti sulle garanzie accessorie, cominciando dalle guide alla scelta della polizza kasko e mini-kasko.

Avrai senz'altro sentito parlare delle polizze dedicate alle auto d'epoca o d'interesse storico: se il tuo veicolo da assicurare ha più di trent'anni, puoi valutare la ricerca delle compagnie assicurative che offrono questo tipo di contratti.

[Torna all'indice]

Quali compagnie offrono la polizza auto a consumo chilometrico?

Sono ormai molte le compagnie assicurative sia tradizionali, sia online che offrono la possibilità ai propri assicurati di stipulare un'assicurazione auto a consumo chilometrico. Ognuna prevede sconti e promozioni diverse tra loro e diversi rispetto ai premi annuali RCA. Il consiglio è quindi quello di valutare i pro e i contro di ciascuna polizza e scegliere la soluzione più conveniente e più adatta alle proprie esigenze.

[Torna all'indice]

Assicurazione a km Intesa San Paolo

Intesa San Paolo offre una polizza auto a consumo ViaggiaConMe che si declina in tre diverse varianti: a Consumo, km illimitati e classica. ViaggiaConMe a Consumo consente di risparmiare fino al 50% in base ai km percorsi e offre assistenza anche in caso di spostamenti in bicicletta. All'acquisto della polizza, in base all'età dell'auto, è possibile pagare il 50% se l'auto ha meno di 7 anni, il 75% del premio annuale previsto per la ViaggiaConMe Km Illimitati se l'auto ha più di 7 anni. In caso l'assicurato percorra meno di 3.500 km l'anno non è richiesto alcun ulteriore pagamento; se i km annui superano i 3.500 (e fino a 8.500 km) invece sarà necessario pagare trimestralmente una integrazione del premio; il costo massimo per chi percorre sopra gli 8.500km il costo massimo della polizza auto sarà identico alla km illimiatati. La polizza ViaggioConMe classica a differenza delle altre due versioni non prevede alcuna installazione di blackbox.

[Torna all'indice]

Assicurazione a consumo Generali

La polizza chilometrica a consumo di Generali Immagina Strade Nuove consente di monitorare lo stile di guida del conducente e altri dati del veicolo tramite app. Il risparmio è di circa il 10/20% rispetto a una classica RC.

[Torna all'indice]

Valutazione del nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 2780 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Assicurazioni Auto

    RC Temporanea

    Cerchi un'assicurazione auto temporanea online? Leggi prima questa guida per sapere tutto di questa formula per l'RC Auto.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Scatola Nera Auto

    L'assicurazione auto con la scatola nera convengono veramente? Ti spieghiamo come funziona e quali sono vantaggi e svantaggi dell'installazione del dispositivo.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Assicurazione auto semestrale

    Usi l'automobile o la moto solo nella bella stagione o per periodi determinati durante l'anno? L'assicurazione semestrale ti dà una mano per risparmiare.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Costo Assicurazione Auto

    Cosa contribuisce a formare il costo dell'assicurazione della tua auto? Te lo spieghiamo in questa guida.

    Leggi la guida
Tutte le guide

Compagnie

Ultime News

Tutte le news
02 200 11 200