Assicurazione furto e incendio: cos'è, come funziona e cosa copre

Cos'è l'assicurazione furto e incendio?

L’assicurazione furto incendio è una garanzia accessoria e quindi opzionale dell'assicurazione auto che ti permette di ricevere copertura nel caso in cui la macchina venga sottratta (furto) o sia distrutta o danneggiata da un incendio. Trattandosi di una polizza facoltativa è necessario richiedere l'opzione in fase di preventivo per l'assicurazione auto. Tutte le compagnie assicurative che si occupano di RCA, come Direct Line, Genialloyd, Quixa, ConTe.it, Prima.it e Zurich Connect, propongono una soluzione per arricchire l'assicurazione auto obbligatoria, con una copertura contro furti e incendi.

In questo approfondimento cercheremo di spiegare i pro e i contro della polizza furto e incendio, analizzando tutte le sfumature di quest’opzione sempre più diffusa nel nostro Paese. 

Come funziona l’Assicurazione Furto e Incendio

La polizza auto per furto e incendio è una tutela facoltativa (non obbligatoria) e, dunque, vive in correlazione alla polizza RC Auto oppure RC Moto, che sono tutele assicurative di carattere obbligatorio. Come ben saprai la rca obbligatoria copre i danni causati a seguito di un sinistro, a seconda della responsabilità dei conducenti, pertanto non garantisce alcuna tutela per il proprietario nei casi in cui si verifichino danni derivanti da determinati eventi (es il furto, ma anche eventi atmosferici come la grandine...). Per questo motivo se vuoi evitare spiacevoli sorprese e spese impreviste una possibilità è quella di valutare l'aggiunta delle garanzie accessorie. Ad esempio, è evidente come la polizza furto e incendio tuteli quelle situazioni connesse a danneggiamenti che non dipendono da impatti con altre vetture, bensì da altri eventi fortuiti. La polizza furto Incendio non agisce da sola, bensì in associazione alle tutele di tipo obbligatorio, anche se ha una caratteristica molto specifica, unica se vogliamo nel nostro ordinamento, che consiste nell’unione di due diverse garanzie: il furto e l'incendio. Ciò nonostante, le due garanzie possono anche vivere separatamente e singolarmente allegate alle polizze obbligatorie. Non mancano infatti i casi in cui l’assicurato sceglie esclusivamente il rischio furto o il rischio incendio.

[Torna all'indice]

Cosa copre la polizza furto?

Ogni anno, in Italia, i furti di automobili sono centinaia di migliaia. E, in questo numero impressionante, non sono calcolati i danneggiamenti di veicoli per tentato furto. La garanzia furto permette di mettersi al riparo dai rischi rappresentati dall'intento criminoso andato a segno o anche del solo tentativo di sottrazione del mezzo. Un'assicurazione per il furto non tutela l'assicurato solo nel caso in cui si verifichi l'effettiva sottrazione del veicolo. Il risarcimento è dovuto anche quando il tentativo di furto danneggi il mezzo in ogni sua parte o quando la macchina viene ritrovata parzialmente o totalmente distrutta. Il furto degli oggetti conservati nell'automobile non è parte della tutela di questa polizza.

Per cercare di chiarire meglio la tutela offerta, la polizza furto offre copertura sia in caso di furto completo del veicolo (quando l'auto o la moto vengono rubate), sia in caso di furto parziale (sottrazione di cerchi auto, ruote, fanali, specchietti..) sia in caso di rapina. Sono risarciti anche i danni dovuti a un tentativo di furto o scasso e la completa distruzione del mezzo. In caso di furto dell'auto il risarcimento del danno verrà calcolato in relazione al listino prezzi dell’auto al momento dell’acquisto, se si tratta di un’auto nuova. In caso di auto usata, sono invece società quali Quattroruote ed Eurotax ad esprimere di fatto giudizi vincolanti. Ad ogni valore commerciale espresso in riferimento al veicolo, che sia nuovo o usato non importa, si applica una tariffa in valore assoluto da moltiplicare per ogni migliaia di euro al valore dell'auto assicurata. 

Da sottolineare che il valore del veicolo viene ricalcolato ogni anno alla scadenza della polizza, in modo da tener conto della svalutazione di mercato. Nel caso di danni subiti per tentativo di furto o se si subisce un furto parziale, l'indennizzo corrisponde al costo necessario per la riparazione o per l'acquisto e l'installazione del componente rubato (o di più componenti), nei limiti dei massimali e della franchigia prevista nel contratto stipulato.

Particolarmente interessati a questo tipo di tutela, sono i proprietari di mezzi nuovi o coloro che possiedono un veicolo di particolare valore.

[Torna all'indice]

Polizza Incendio: cosa copre?

La copertura della polizza incendio e scoppio per quanto riguarda gli “incendi” fa valere i suoi effetti in tutti quei casi in cui l’incendio sia stato avviato da esplosioni, scoppi o fulmini. L’indennizzo erogato dalla compagnia assicurativa copre anche tutti quegli incendi causati da malfunzionamento dei circuiti elettrici del mezzo o per surriscaldamento delle parti meccaniche.

È importante sottolineare che la polizza incendio e scoppio non tutela il possessore del mezzo nel caso in cui l'incendio sia stato avviato da un atto vandalico o da sommosse popolari. Queste casistiche sono coperte dalla garanzia atti vandalici. Un’ultima precisazione riguarda gli elementi presenti all’interno del veicolo e gli incendi causati con dolo o con colpa (ad esempio, l’incendio provocato da una sigaretta lasciata accesa in auto): questi tipi di danni e di eventi, non vengono coperti dalla polizza incendio. 

Come nel caso della polizza furto l'indennizzo equivale al valore del mezzo in caso di distruzione, oppure al valore delle spese sostenute in caso di riparazione del danno.

[Torna all'indice]

Cosa non copre la polizza furto e incendio?

Come abbiamo appena visto ci sono casistiche in cui la garanzie furto e incendio non risponde del danno subito. Tra le esclusioni occorre ricordare che eventuali oggetti distrutti o danneggiati all'interno del veicolo non vengono rimborsati: questo significa che eventuali smartphone, computer, pellicce, gioielli lasciati in auto non saranno rimborsati. Inoltre, la polizza non risarcisce l'assicurato nel caso in cui il mezzo sia stato rubato perchè mal custodito (es. lascio l'auto aperta con le chiavi inserite) e nel caso in cui l'incendio sia stato generato da un comportamento negligente del proprietario o di altri passeggeri (la sigaretta lasciata accesa).

[Torna all'indice]

Quanto costa l’assicurazione furto e incendio?

I costi delle polizze furto e incendio, in genere, sono accessibili e non incidono in modo significativo sul premio assicurativo. Dipendono molto da compagnia a compagnia; vengono infatti proposte offerte non del tutto simili fra loro, alcune sfumature sono peraltro rilevanti. Da considerare anche un altro fattore molto importante: le compagnie assicurative, per i prodotti furto incendio, propongono spesso offerte del tipo "pacchetto globale", veri e propri pacchetti aggiuntivi alla polizza furto incendio a costi molto ridotti, con massimali di risarcimento "ad hoc". Come anticipato il calcolo del premio per il furto e incendio varia in base al valore commerciale del veicolo assicurato, che nel caso del nuovo viene desunto dalla fattura di acquisto del mezzo, nel caso dell'usato dai valori Eurotax o Quattroruote. A questo valore si aggiunge una tariffa che va poi moltiplicata per ogni migliaia di euro.

Ricordiamo inoltre che le polizze furto e incendio prevedono anche franchigie e scoperto: la franchigia è una cifra stabilita a priori che in caso di risarcimento resta a carico del proprietario (se ho una clausola da 500€ e il danno è di 2.000€, il rimborso massimo sarà di 1.500 euro); lo scoperto è invece una percentuale da sottrarre al totale del risarcimento e come tale non può essere calcolata preventivamente (es. se ho uno scoperto del 10% su un danno di 1500€, il rimborso massimo sarà di 1350€). Franchigia e scoperto potrebbero influire sul costo della polizza, specie se l'assicurato desidera "customizzarli" per ridurre il rischio a proprio carico.

Preventivo di FIAT Stilo 1.9 JTD Multi Wagon Dynamic del 2003. Proprietario maschio nato nel 1970 residente in VERONA (VERONA)

[Torna all'indice]

Quando conviene e quali vantaggi ha l'assicurazione furto e incendio?

La polizza furto incendio offre numerosi vantaggi, soprattutto per chi possiede auto nuove o di particolare valore. La copertura come abbiamo visto protegge, infatti, la vettura non solo dai furti, ma da tutta una serie di atti che danneggiano il veicolo con l'intento di scasso. Aspetto molto importante è l’inclusione all’interno della tutela tutto ciò che riguarda il tentato furto, anche la semplice “forzatura della serratura” viene risarcita sotto forma di polizza furto incendio.

Un punto di forza della polizza furto e incendio è che il veicolo, se custodito in garage al momento del furto o del danneggiamento, è sempre oggetto di risarcimento anche se dovesse risultare scaduta la RC Auto obbligatoria alla quale la polizza furto incendio è connessa. Altra questione davvero interessante della polizza furto incendio è che una buona ricerca online può far accedere a una vasta scelta di soluzioni e variazioni sul tema che permettono di ottenere una serie di vantaggi minori che variano da compagnia a compagnia.

La Kasko e la polizza furto incendio assieme, sono le tutele facoltative propongono una copertura soddisfacente, lì dove la RC Auto si ferma.

Un ulteriore punto di forza di questa tipologia di garanzia assicurativa è sicuramente rappresentato dalla severità con cui sono trattati gli atti dolosi e, dunque, le cause d'incendio appiccato dal comportamento doloso o colposo del proprietario del mezzo: in questi casi, il risarcimento non viene erogato.

[Torna all'indice]

Limiti e Svantaggi della polizza furto e incendio

Qualora volessimo assicurare un’auto nuova, il risarcimento verrà calcolato in relazione al prezzo d’acquisto o di listino. Contrariamente ci si dovrà basare sulle valutazioni di settore per l'usato, dunque valutazioni che vengono di solito riportate da riviste specializzate. Questo meccanismo è fondamentale per poter stabilire, a ogni rinnovo della polizza, l’effettivo valore di mercato del mezzo. Questa modalità è comunque soggetta a punti di vista talvolta un po’ troppo soggettivi e a situazioni piuttosto contorte dove, forse, un parametro meramente oggettivo, potrebbe essere di maggiore aiuto. Altro limite sul versante “rischio incendio” è la totale chiusura verso il risarcimento danni degli oggetti all’interno del veicolo. Un ulteriore fattore da considerare è comunque l’aumento in Italia di furti ai danni delle autovetture. Non sono bastati gli ultimi interventi tecnologici a recare sicurezza ad un settore che risente sempre e comunque anche dell’evoluzione tecnologica degli stessi malviventi. Se dapprima il sistema kayless aveva portato una serie di indubbi benefici, al giorno d’oggi non lo si può assolutamente considerare un’arma efficacissima per la prevenzione dei furti d’auto.

Gli stessi malviventi adottano metodi oggi sempre più sofisticati, che prescindono dunque da atti vandalici rivolti all’ impossessamento del veicolo, dunque: non più vetri rotti e manovre da provetti scassinatori, oggi le auto vengono sottratte nei modi più disparati e inaspettati.

[Torna all'indice]

Solo furto incendio senza RCA

È possibile richiedere una polizza furto e incendio scollegata dall'assicurazione obbligatoria RC Auto? In linea teorica, le vigenti disposizioni consentono agli assicurati di sottoscrivere una polizza furto e incendio senza rc auto: in questo caso però il veicolo non potrà circolare nè essere parcheggiato in strada, ma potrà stare nel garage. Inoltre, dato che la garanzia furto incendio è una garanzia accessoria, è possibile sottoscrivere le due assicurazioni con due società differenti. Tuttavia, va valutata la convenienza economica (e pratica) di una soluzione che non accentra le tutele nelle mani di una sola realtà assicurativa.

[Torna all'indice]

Come attivare una polizza furto incendio?

Utilizzando i siti delle compagnie assicurative e i principali comparatori, per attivare una polizza furto e incendio occorre procedere a stipulare la rca obbligatoria: una volta effettuato il preventivo, prima di procedere con l'acquisto è possibile aggiungere una o più garanzie accessorie, per aumentare la copertura assicurativa base.

[Torna all'indice]

Quali documenti servono per stipulare furto e incendio auto?

Per poter attivare la polizza sarà necessario fornire documento di identità valido, attestato di rischio del veicolo, libretto di circolazione e codice fiscale del proprietario.

[Torna all'indice]

Valutazione del nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 2780 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Assicurazioni Auto

    RC Temporanea

    Cerchi un'assicurazione auto temporanea online? Leggi prima questa guida per sapere tutto di questa formula per l'RC Auto.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Scatola Nera Auto

    L'assicurazione auto con la scatola nera convengono veramente? Ti spieghiamo come funziona e quali sono vantaggi e svantaggi dell'installazione del dispositivo.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Assicurazione auto semestrale

    Usi l'automobile o la moto solo nella bella stagione o per periodi determinati durante l'anno? L'assicurazione semestrale ti dà una mano per risparmiare.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Costo Assicurazione Auto

    Cosa contribuisce a formare il costo dell'assicurazione della tua auto? Te lo spieghiamo in questa guida.

    Leggi la guida
Tutte le guide

Compagnie

Ultime News

Tutte le news
02 200 11 200