Assicurazione kasko: confronta le migliori polizze kasko e minikasko

Come funziona la polizza Kasko auto e cosa copre

Conosciamo l'assicurazione Kasko auto

Quando si sta effettuando un confronto dei preventivi per l'assicurazione auto, è facile trovarsi davanti alla proposta di affiancare alla RCA, una polizza Kasko. Se non ne hai mai sentito parlare, in questa guida scoprirai tutto ciò che c'è da sapere sull'assicurazione Kasko per l'auto. Se, invece, già la conosci, qui potrai approfondire la tua conoscenza e scoprire i vantaggi di questo tipo di polizza per l'auto.

Cos'è la polizza Kasko

Tutte le migliori compagnie assicurative che si occupano di assicurazioni auto, come ad esempio Unipol, Zurich, AXA (anche con Quixa), Direct Line, Prima.it, Genialloyd, Genertel, possono presentarti un preventivo per l'assicurazione Kasko da aggiungere alla RCA. La polizza kasko può essere acquistata in concomitanza di una nuova stipula di polizza RCA per l'auto, ma non può essere introdotta in fase di rinnovo dell'assicurazione obbligatoria.

La polizza Kasko tout court è una garanzia accessoria e come tale non obbligatoria della rc auto che risarcisce i danni subiti dalla propria vettura durante la circolazione su strada. Si distingue in polizza Kasko completa o a valore totale quando copre tutti i danni a prescindere dalla responsabilità e minikasko se interviene solo per i danni causati a seguito di incidenti dove sono coinvolti almeno due veicoli.

[Torna all'indice]

Perché si chiama Kasko?

Dopo aver capito qual è l'ambito di copertura della polizza Kasko, vogliamo chiarire un dubbio meno rilevante ai fini della stipula del contratto, ma comunque interessante per coloro che vogliono conoscere a fondo l'argomento o per soddisfare la tua curiosità. Perché questa assicurazione si chiama Kasko? Spesso ci si riferisce a essa anche con il nome di assicurazione Casco o polizza Casco: è corretto?

In realtà sembra si sia persa una chiara e definitiva spiegazione etimologica della parola Kasko. È da segnalare che il termine "Casco" viene utilizzato nell'ambito assicurativo a livello internazionale come abbreviazione dei termini Casualty and Collision.

Comunque si voglia chiamare, e al di là della mera curiosità sul significato del termine, la scelta di questa copertura assicurativa deve passare per la convenienza dei preventivi e la valutazione dei vantaggi e degli svantaggi della Kasko.

[Torna all'indice]

Cosa copre la polizza kasko

Come anticipato l'assicurazione kasko è onnicomprensiva e offre una copertura molto completa all'assicurato, perché copre i propri danni, ovvero quelli subiti dal proprio veicolo a causa di sinistro con colpa o danni causati dal ribaltamento del mezzo o da altri tipi di urti. Insomma per semplificare copre quei causati alla vettura assicurata, che non possono essere coperti dall’assicurazione di qualcun altro. Il caso più classico è il risarcimento del danno alla vettura che ha causato il sinistro. La tutela, però, riguarda anche i sinistri e i piccoli incidenti che avvengono senza il coinvolgimento di un altro automezzo. Per esempio, si può pensare al danneggiamento dell'automobile per urto di un muro, causato dall'imperizia durante le manovre di parcheggio. La Kasko completa dunque copre tutta quella serie di danni causati alla propria automobile o alla propria moto, indipendentemente dalla responsabilità del conduttore; danni che rimangono scoperti dall'RC Auto e dalle altre garanzie accessorie.

La polizza Kasko copre i danni derivanti da:

  • urto contro un altro veicolo
  • urto contro ostacoli mobili e fissi
  • ribaltamento
  • uscita di strada.

[Torna all'indice]

Polizza kasko: cosa non copre?

È bene, però, sottolineare anche l'esistenza di casistiche nelle quali l'assicurazione kasko non interviene, ovvero danni che non copre. Di seguito vediamo le e cause d'esclusione dal risarcimento del danno con la Kasko, ovvero i casi in cui la polizza non paga:

  • quando alla guida c'è una persona non abilitata (senza patente);
  • quando alla guida c'è un conducente non indicato in fase di stipula;
  • quando alla guida c'è un conducente in stato di ebbrezza o sotto effetto di stupefacenti (vige il diritto di rivalsa da parte della compagnia, a meno di non stipulare una polizza di rinuncia alla rivalsa)
  • quando il danno è stato causato da urto con animali selvatici;
  • se l'automobile circolava fuori da strade o tracciati carreggiabili (escluso il caso d'incidente per uscita fuori strada)
  • se il danno è causato da incendio, cause naturali (grandine allagamenti, terremoti…), atti vandalici e gli altri casi coperti dalle garanzie accessorie.

Oltre alle casistiche appena descritte occorre ricordare anche che le assicurazioni di tipo kasko coprono solo i danni materiali subiti dal veicolo: questo significa che in caso di lesioni personali dopo un sinistro l'unico modo per poter vedere risarciti i danni fisici sarebbe quello di avere una polizza infortuni conducente.

La polizza kasko completa prevede inoltre l'esistenza di massimali di rimborso, oltre i quali i danni non saranno risarciti. In molti casi inoltre le compagnie chiedono ai propri assicurati di rivolgersi a officine convenzionate per le riparazioni, pena un risarcimento inferiore a causa di franchigie e scoperti diversi.

[Torna all'indice]

Quando e a chi conviene la Kasko: i vantaggi

Che sia completa o che si limiti alla garanzia Collisione, i vantaggi dell'assicurazione auto Kasko sono evidenti per coloro che vogliono mettersi alla guida del mezzo con la completa serenità di evitare costi imprevisti legati ai piccoli e grandi incidenti. A chi conviene sottoscrivere una Kasko?

I vantaggi di questa garanzia vengono massimizzati per alcune tipologie di proprietari o conducenti del veicolo e per alcuni veicoli in particolare:

  • Conducente inesperto: i neopatentati o, comunque, i conducenti inesperti , possono giovare di una copertura per i danni alla vettura.
  • Automobile nuova o di valore: quando l'auto è nuova o di particolare valore, la riparazione dei danni causati dai sinistri possono essere costosi.
  • Lunghe percorrenze: ne caso in cui il tuo lavoro o la tua vita privata prevedano l'utilizzo del mezzo per lunghe percorrenze che possono portare a stanchezza e a distrazioni alla guida, la Kasko può essere una compagna di viaggio rassicurante.

Nel caso di neopatentato con auto nuova, i vantaggi della Kasko diventano ancora più significativi se è possibile stipulare l'assicurazione con la classe di merito di un familiare con uno storico assicurativo più lungo e, dunque, con una classe di merito migliore (secondo quanto definito dalla Legge Bersani).

È bene ricordare che le garanzie accessorie sono voci di costo che possono far lievitare facilmente il prezzo del premio assicurativo per la tua auto. Vanno, dunque, valutate con attenzione.

[Torna all'indice]

Gli svantaggi di una assicurazione kasko

Quali sono gli svantaggi dell'aggiunta di una Kasko alla RC Auto? Come si è anticipato sopra, una copertura così omnicomprensiva come la Kasko, in termini economici, si traduce con un premio che può essere molto più elevato della semplice assicurazione auto obbligatoria. Un valore che, quando l'automobile oggetto dell'assicurazione inizia ad avere accumulato un po' di anni e di chilometri, può non valere la pena d'investire.

[Torna all'indice]

Quanto costa in media la polizza kasko?

Il costo della Kasko non può essere indicato a priori: sono diversi i fattori che concorrono alla formazione del premio e, dunque, è molto variabile da caso a caso. I diversi elementi che concorrono alla determinazione del premio di un'assicurazione auto con Kasko sono gli stessi presi in considerazione per i preventivi di RCA:

  • il valore dell'automobile;
  • la classe di merito;
  • la città di residenza;
  • i chilometri percorsi all'anno;
  • tipo di percorso abituale.

Oltre a questi valori relativi al mezzo occorre valutare l'esperienza di guida, le coperture incluse nella rc auto, franchigie, scoperti e massimali: questo significa ad esempio che un neopatentato o un conducente con sinistri nell'ultimo anno potrebbe veder lievitare il costo della kasko.

La mini-Kasko ha generalmente un costo che rappresenta la metà del valore della Kasko completa. In alcuni casi, le società assicurative legano la sottoscrizione della Kasko alla sottoscrizione obbligatoria di altre garanzie accessorie (come furto incendio o cristalli). Ovviamente, in questo caso, il preventivo per ottenere l'ampia copertura offerta dalla Kasko sarebbe, indirettamente, più elevato.

[Torna all'indice]

Polizza Kasko senza franchigia

Le ragioni per cui si sceglie di estendere la copertura della classica RCA con una garanzia Kasko è, il più delle volte, per tutelare il valore di un'auto nuova o di lusso. I piccoli incidenti che possono intaccare la carrozzeria in fase di manovra, sono all'ordine del giorno. Soprattutto per chi deve spostarsi (o parcheggiare) negli spazi angusti delle grandi città. Una copertura Kasko senza franchigia (o meglio: senza scoperto) potrebbe tornare utile ai più.

Prima di capire se è possibile o meno stipulare una Kasko senza scoperto, chiariamo di cosa si tratta. La franchigia, in ambito assicurativo, è un valore prestabilito in fase contrattuale (in forma fissa) la cui copertura, in caso di danno, rimane a carico dell'assicurato. Quando si parla di scoperto, invece, si fa riferimento alla percentuale di danno a carico dell'assicurato. La compagnia assicurativa s'impegna, dunque, a risarcire il valore del danno compreso tra il valore della franchigia o lo scoperto e il valore del massimale.

Il più delle volte, le garanzie accessorie, come la Kasko, prevedono uno scoperto.

[Torna all'indice]

Mini Kasko (o Kasko Collisione): cosa significa e cosa copre

La copertura assicurativa con formula Kasko come visto in precedenza ha due livelli di copertura: quella completa e una copertura parziale, detta anche Mini Kasko. Questo tipo di garanzia accessoria limita il risarcimento del danno da parte della compagnia assicurativa ai casi in cui, nel sinistro, sia coinvolta un'altra automobile. Sostanzialmente, dunque, chi stipula una Kasko Collisione vuole garantirsi un risarcimento anche nel caso dell'incidente stradale con colpa.

Per ottenere l'indennizzo, l'assicurato deve necessariamente comunicare alla società assicurativa i dati identificativi dell'altro veicolo coinvolto e del suo conducente. Nel caso in cui il veicolo con cui si ha la collisione non venga identificato, la minikasko non può risarcire il danno.

[Torna all'indice]

Valutazione del nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 2780 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Assicurazioni Auto

    RC Temporanea

    Cerchi un'assicurazione auto temporanea online? Leggi prima questa guida per sapere tutto di questa formula per l'RC Auto.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Scatola Nera Auto

    L'assicurazione auto con la scatola nera convengono veramente? Ti spieghiamo come funziona e quali sono vantaggi e svantaggi dell'installazione del dispositivo.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Assicurazione auto semestrale

    Usi l'automobile o la moto solo nella bella stagione o per periodi determinati durante l'anno? L'assicurazione semestrale ti dà una mano per risparmiare.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Costo Assicurazione Auto

    Cosa contribuisce a formare il costo dell'assicurazione della tua auto? Te lo spieghiamo in questa guida.

    Leggi la guida
Tutte le guide

Compagnie

Ultime News

Tutte le news
02 200 11 200