Auto usate: ecco i nostri consigli sulle migliori polizze assicurative

Acquistare un’auto di seconda mano può spesso rappresentare un ottimo compromesso tra risparmio e qualità del veicolo, capita non di rado, infatti, che molti si affidino ad automobili usate e in ottime condizioni per risparmiare del denaro.

Al livello assicurativo però cosa comporta l’acquisto di un veicolo di seconda mano e soprattutto quale l’assicurazione per auto usate migliore?

Al contrario di quanto accade nell’acquisto di un’automobile fresca di concessionaria, nell’assicurazione auto usate vanno fatte alcune valutazioni preliminari.

Anzitutto, in fase di acquisto conviene diffidare di veicoli venduti a prezzi “troppo convenienti” e, soprattutto, fare molta attenzione al chilometraggio affinché trovi corrispondenza effettiva con quanto dichiarato dal venditore in fase di acquisto.

Ovviamente, è consigliabile far verificare il buono stato dell’auto da un meccanico esperto affinché non ci si ritrovi con spiacevoli inconvenienti una volta ultimato il passaggio di proprietà.

Quali sono le tipologie di assicurazione auto usate?

Esistono due diversi generi di assicurazione auto usate, la prima consiste nel trasferimento dell’assicurazione della vostra vecchia auto a quella nuova e la seconda nella stipulazione di una polizza ex novo.

Nel primo caso, il trasferimento della polizza della vostra vecchia auto, nel caso l’abbiate venduta o rottamata, consiste in un procedimento molto semplice.

Se ritenete che la polizza sulla quale avete fatto affidamento fino al momento di liberarvi del vostro veicolo fosse la migliore possibile vi basterà molto semplicemente comunicare alla vostra compagnia assicurativa il cambio di veicolo presentando, chiaramente, tutta la documentazione necessaria affinché la stessa possa verificare il passaggio di proprietà e tutte le caratteristiche della vecchia e della nuova auto che, nello specifico, consta di:

  • Libretto di circolazione, in originale o fotocopia, di entrambi i veicoli
  • Attestato di rischio dell’acquirente, richiedibile alla compagnia stessa
  • Documento di identità
  • Tessera sanitaria o codice fiscale

Fatto questo, la vostra assicurazione provvederà al trasferimento della polizza.

Nel caso in cui, invece, siate più propensi alla stipula di una nuova polizza sappiate che questo comporterà la partenza della stessa dall’ultima classe di merito che avete maturato.

Nel caso foste il vostro primo veicolo, potreste partire dalla classe più bassa il che comporterebbe un notevole esborso economico. In questo caso si può sempre fare affidamento sulla Legge Bersani che consente all’assicurato di ereditare la classe di merito di un membro del vostro stato di famiglia qualora questa sia più vantaggiosa.

Per una maggiore precisione, conviene specificare che la classe di merito ereditata tramite la Legge Bersani, consente, sì, di risparmiare denaro ma a parità di classe di merito, quella ereditata sarà sempre più costosa di quella naturale.

Ad esempio, se una classe di merito 14 vi costringerà a sborsare 500 euro annui per la vostra polizza RCA, e la classe di merito 1 consente ad un vostro familiare, per la stessa polizza, di pagare solo 200 euro, l’ereditare la classe 1 non vi farà pagare 200 euro bensì 350.

Questo comporterà certamente un risparmio ma attenti a non aspettarvi lo stesso trattamento di chi ha raggiunto la classe di merito 1 in modo “naturale”. In questo modo valutate bene se avvalervi della Legge Bersani in quanto, nel caso la persona dalla quale volete ereditare la classe di merito parta, ad esempio, dalla classe 12, potreste anche dover pagare di più rispetto ad una classe 14 naturale.

Quanto costano le assicurazioni per le auto usate?

I costi di una polizza assicurativa per un’auto usata sono molto variabili e dipendono da alcuni fattori predeterminati. Il primo e il più importante di questi fattori non può che essere l’età del veicolo.

Come appare ovvio, più il veicolo sarà datato e più la sua sicurezza su strada e l’integrità dei suoi componenti sarà compromessa comportando l’aumento dei costi del premio assicurativo.

Purtroppo, nell’ottica delle compagnie assicurative, il compratore di un’auto usata è tendenzialmente meno attento e più rilassato alla guida rispetto al guidatore che acquista un veicolo nuovo di zecca e questo è il motivo alla base del prezzo medio più alto di una RCA per auto usata rispetto a quella per un’auto nuova.

Ma oltre all’età del veicolo esistono altri fattori da prendere in considerazione nel preventivo di un premio assicurativo di questo tipo:

  • La condizione eventuale di neopatentato dell’acquirente
  • Il comune di residenza dell’acquirente e il suo livello di rischio
  • I chilometri che l’acquirente percorrerà mediamente alla guida della sua nuova auto
  • Il numero dei punti patente del nuovo proprietario
  • Altri automobilisti che avranno accesso al veicolo (familiari, parenti, amici)
  • Classe di merito dell’acquirente

Conviene, dunque, valutare in maniera molto attenta i costi assicurativi. A fronte di una piccolissima spesa per l’acquisto di un autoveicolo usato con un chilometraggio magari molto alto e tutti i fattori assicurativi sfavorevoli, potrebbe addirittura convenire di più spendere più denaro in fase di acquisto, magari affidandosi ad un veicolo nuovo, e risparmiare molti soldi in polizza RCA (e con i possibili aumenti del premio in caso di guasti ed incidenti) e manutenzione.

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 4 su 5
Basata su 19 recensioni cliente

Le nostre guide

  • RC Professionale

    Guida introduttiva all'RC Professionale

    Tutto quello che devi sapere sulla polizza per la Responsabilità Civile Professionale, la polizza obbligatoria per i professionisti.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    L'RCA con la scatola nera

    L'assicurazione auto con la scatola nera convengono veramente? Ti spieghiamo come funziona e quali sono vantaggi e svantaggi dell'installazione del dispositivo.

    Leggi la guida
  • RC Professionale

    Deducibilità dell'RC Professionale

    I premi dell'RC Professionale sono deducibili dall'IRPEF? Ecco tutto quello che devi sapere sull'aspetto fiscale della polizza obbligatoria.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Assicurazione auto semestrale

    Usi l'automobile o la moto solo nella bella stagione o per periodi determinati durante l'anno? L'assicurazione semestrale ti dà una mano per risparmiare.

    Leggi la guida
Tutte le guide

Fornitori

News

Tutte le news
0321 085995