Come funziona la polizza Infortuni Avvocati

L’articolo 12 della riforma forense disciplina la polizza infortuni avvocati obbligatoria con due diverse funzioni: garantire una idonea copertura assicurativa all’avvocato per i casi che rientrano nell’ambito della responsabilità civile, collegati all’esercizio della professione forense e, in secondo luogo, tutelare l’avvocato ed i suoi collaboratori da eventuali infortuni insorti anche al di fuori dello studio legale, ma sempre nell’esercizio dell’attività forense.

Con le modifiche introdotte dal decreto fiscale del 2017 (Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili), l’obbligo di stipulare una polizza infortuni avvocati riguarda solo colui il quale svolge la propria attività in forma associativa o in ambito societario.

In pratica gli avvocati sono esenti dall’obbligo di polizza infortuni per sé stessi ma sono obbligati a stipulare polizza infortuni per collaboratori, praticanti e dipendenti. Sulla regolarità delle polizze vigilano i Consigli dell’Ordine.

Il ventaglio di eventi che copre l’assicurazione infortuni avvocati riguarda l’invalidità, temporanea o permanente, le spese mediche e la morte.

I rischi riguardano sia gli infortuni occorsi durante l’attività lavorativa in senso stretto, che quelli accaduti durante gli spostamenti necessari all’esercizio dell’attività.

I costi dell'Assicurazione Infortuni Avvocati

Quando si stipula una polizza infortuni avvocati, la somma minima che il professionista deve garantire è di 100 mila euro, per il caso in cui, in seguito ad un infortunio, sopraggiunga la morte o un’invalidità permanente che impedisca lo svolgimento di qualsivoglia attività lavorativa.

Secondo quanto previsto, la somma minima di capitale che un avvocato deve assicurare nel caso di stipula di un'assicurazione infortuni avvocato è sempre di 100mila euro anche nel caso in cui in seguito all'infortunio sopraggiunga la morte o un'invalidità permanente che quindi impedisca al soggetto di svolgere qualsiasi altra attività lavorativa.

Infine la somma minima di capitale da versare, per la polizza infortuni avvocato per la copertura dell'invalidità temporanea conseguente ad infortunio, è pari a 50 euro per ogni giorno di fermo dall'attività lavorativa. In ogni caso, tutti gli estremi della polizza vanno comunicati al Consiglio dell'Ordine: non adempiere a tale obbligo assicurativo può comportare anche la cancellazione dall'albo professionale per mancanza dei requisiti essenziali per l'esercizio dell'attività.

Assicurazione infortuni avvocati: le coperture

L’assicurazione infortuni avvocati considera due coperture distinte, entrambe obbligatorie per collaboratori, praticanti e dipendenti di studi.

La prima copre la responsabilità civile del professionista, mentre l’altra tutela chi svolge attività legale dagli infortuni alla propria persona, ai collaboratori e ai dipendenti.

In tema di responsabilità civile vengono considerati tutti i danni che l’avvocato o il praticante avvocato può colposamente causare a terzi nello svolgimento dell’attività professionale.

Si tratta di una copertura che considera varie tipologie di danno ovvero patrimoniale, non patrimoniale, indiretto, permanente, temporaneo e futuro.

L’assicurazione infortuni avvocati, inoltre, deve coprire la responsabilità dell’avvocato anche per colpa grave o per i pregiudizi causati, oltre ai clienti, anche a terzi.

La copertura assicurativa deve intendersi estesa alla responsabilità per danni derivanti dalla custodia di documenti, somme di denaro, titoli e valori ricevuti in deposito dai clienti o dalle controparti processuali di questi ultimi.

In termini di massimali e tariffe per la polizza a responsabilità civile sono previsti tetti diversi, che variano in base al fatturato annuo, alla dimensione dello studio e al numero di professionisti impegnati all’interno della struttura.

In tema di infortuni, oggetto della seconda tranche della polizza, l’assicurazione deve coprire quelli che possono coinvolgere l’avvocato, così come i collaboratori, i dipendenti e i praticanti, inclusi quelli che potrebbero verificarsi al di fuori dello studio legale.

La copertura deve considerare tutte le tipologie di infortuni che possono essere causa di morte e invalidità permanente o temporanea, oltre naturalmente a tutte le spese mediche che dovranno essere affrontate.

La polizza professionale

Ad essere obbligatoria per tutti gli avvocati indistintamente è invece la polizza responsabilità civile.

La norma è stata stabilita dal Decreto del Ministero della Giustizia 22/09/2016 che disciplina le condizioni relative all’assicurazione obbligatoria avvocati secondo quanto disposto dalla legge professionale (art. 12, Legge n. 247/2012).

Il Decreto prende in considerazione tutta una serie di specifiche sui massimali minimi, inoltre entra nel merito della doppia copertura, ovvero da un lato quella relativa alla responsabilità civile, dall’altro quella concernente gli infortuni che possono verificarsi nell’esercizio dell’attività forense.

In seguito al D.M., entrato in vigore l’11/10/2017, il Consiglio Nazionale Forense ha pubblicato on line sul proprio sito la polizza assicurativa offerta in convenzione agli avvocati. Polizza che ha recepito le condizioni normative ed economiche contemplate dal D.M.

Chi esercita la professione ed è interessato a vagliare l’offerta del Cnf può valutarne le caratteristiche esaminando le condizioni della polizza sul sito del Cnf, ed eventualmente sottoscriverla.

La polizza del CNF

La polizza infortuni avvocati offerta dal Cnf offre vantaggi specifici come ad esempio l’ultrattività illimitata della garanzia assicurativa per coloro che intendono chiudere l’attività, ma è anche una proposta vantaggiosa per i giovani avvocati iscritti all’albo da meno di un anno, che potranno godere di condizioni particolarmente convenienti.

Ai giovani avvocati la polizza riserva premi a partire da 117 euro, con massimale di 350mila euro e nessuna franchigia.

Considerando invece gli avvocati che fatturano fino a 15mila euro è previsto un premio di 146 euro, ed un massimale a 350mila euro, senza alcuna franchigia.

Le polizze previste dal mercato assicurativo sono pronte a rispondere alle diverse esigenze degli avvocati, con prodotti studiati appositamente per questa categoria in modo da poter scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e necessità.

Assicurazione infortuni avvocati: i preventivi online

Per avere un’idea più precisa di quali sono le caratteristiche e i costi delle polizze infortuni avvocati un’ottima soluzione potrebbe essere quella di utilizzare i vari strumenti di ultima generazione, come i comparatori on line.

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 4 su 5
Basata su 19 recensioni cliente

Le nostre guide

  • RC Professionale

    Guida introduttiva all'RC Professionale

    Tutto quello che devi sapere sulla polizza per la Responsabilità Civile Professionale, la polizza obbligatoria per i professionisti.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    L'RCA con la scatola nera

    L'assicurazione auto con la scatola nera convengono veramente? Ti spieghiamo come funziona e quali sono vantaggi e svantaggi dell'installazione del dispositivo.

    Leggi la guida
  • RC Professionale

    Deducibilità dell'RC Professionale

    I premi dell'RC Professionale sono deducibili dall'IRPEF? Ecco tutto quello che devi sapere sull'aspetto fiscale della polizza obbligatoria.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Assicurazione auto semestrale

    Usi l'automobile o la moto solo nella bella stagione o per periodi determinati durante l'anno? L'assicurazione semestrale ti dà una mano per risparmiare.

    Leggi la guida
Tutte le guide

Fornitori

News

Tutte le news
0321 085995