Come Cambiare Assicurazione Auto: abolizione del tacito rinnovo | ComparaSemplice

Scopri come fare il cambio compagnia assicurativa

In prossimità della scadenza della propria assicurazione auto, capita di fare dei preventivi online e ci s accorge che cambiare compagnia assicurativa è la scelta migliore e più conveniente. Il mercato delle assicurazioni online propone sempre più attori e di conseguenza offerte che ben si sposano con il bisogno dei clienti finali di risparmiare sulla polizza. Per poterle valutare nel dettaglio, è importante però affidarsi ad un servizio di comparazione come quello offerto da ComparaSemplice.it, che in pochi minuti ti consente di ottenere i preventivi di alcune delle principali compagnie assicurative operanti sul territorio italiano.

Se anche tu hai deciso di cambiare compagnia assicurativa (cambiare assicurazione) devi sapere che da un po’ di tempo è diventato piuttosto facile ed anzi, farlo spesso, permette di risparmiare in maniera continuativa sulla propria spesa in questo settore.

Cambiare Compagnia Assicurativa: l'Abolizione del Tacito Rinnovo

A partire dal 1 Gennaio 2013, grazie al decreto Sviluppo Bis (di fine Dicembre del 2012) si è dato vita all’art. 170-bis del Codice delle assicurazioni private che prevede l’abolizione delle clausole di tacito rinnovo del contratto di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile per veicoli a motore e natanti e degli eventuali contrati stipulati in abbinamento.. Inoltre è stato stabilito che i contratti di Rc Auto non potranno più superare i 12 mesi, pena la nullità degli stessi. Questo significa che alla naturale scadenza annuale della rc l'assicurato è libero di cambiare compagnia e che, qualora volesse rimanere con la stessa, deve fornire un esplicito consenso: in pratica non è più necessaria alcuna disdetta dell'assicurazione formale o preavviso da dare alla compagnia di assicurazioni precedente.

Pertanto se decidi di cambiare assicurazione, devi soltanto preoccuparti di stipulare la nuova polizza, in quanto l’unico requisito vincolante per poter cambiare assicurazione annuale è quello di consegnare alla nuova compagnia il proprio attestato di rischio (che la compagnia di assicurazione precedente era obbligata per legge a fornire almeno trenta giorni prima della scadenza della polizza). Inoltre dal 1° luglio 2015, con il via alla dematerializzazione dei documenti assicurativi e l’entrata in vigore dell’attestato di rischio elettronico in luogo di quello cartaceo, tale procedura avviene in modo automatico mediante l’acquisizione del documento da una banca dati condivisa dall’ANIA (l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) e controllata dall’IVASS (l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni), dove si possono reperire autonomamente tutte le informazioni della tua storia assicurativa.

L’attestazione di rischio è infatti un documento importantissimo perché contiene la storia assicurativa dei tuoi ultimi 5 anni: eventuali sinistri, tipo di sinistri, classe di merito raggiunta e quella di destinazione per l’anno successivo. Per tale motivo la tua vecchia compagnia doveva mettere a disposizione tale documento, ma ora è diventato anche in questo caso tutto piuttosto automatizzato.

Insomma, cambiare assicurazione è diventato veloce e facilissimo: per disdire il contratto di assicurazione è sufficiente far scadere la polizza attiva: prima invece, in particolare le compagnie tradizionali, sfruttavano la prassi / regola del tacito rinnovo, ovvero la polizza assicurativa veniva rinnovata in automatico per l’anno successivo se non arrivava un’esplicita disdetta scritta alla compagnia con tanto di preavviso, per difendere i propri specifici interessi.

Il pagamento della nuova polizza deve essere effettuato entro la data di scadenza dell'assicurazione in corso, in maniera tale da non rischiare di restare “scoperti”: il nuovo contratto si attiverà automaticamente alla scadenza dell'attuale. Diventa quindi importante prestare sempre attenzione alla data di decorrenza del contratto, per non rischiare conseguenze gravi dovute alla circolazione senza la copertura assicurativa obbligatoria per legge.

Eccezioni: quando il Tacito Rinnovo resta Obbligatorio

Esiste però un’importante eccezione e riguarda la presenza di eventuali garanzie aggiuntive quali potrebbero essere quelle sugli infortuni del conducente, la polizza kasko o la polizza tutela legale, che alcune compagnie stipulano con un contratto separato rispetto alla RCA, anche se relative al medesimo veicolo. Se avete queste opzioni aggiuntive e separate sul vostro contratto di assicurazione (stipulato in fase di acquisto di nuovo veicolo), in caso vogliate cambiare assicurazione, siete obbligati ad inviare disdetta scritta alla vecchia compagnia entro 60 giorni dalla scadenza del contratto (niente abolizione del tacito rinnovo in questo caso!). In ogni caso la legge non vieta di avere la RCA con una compagnia e le coperture aggiuntive con un’altra, ma sarebbe senz’altro una situazione di poco buon senso. Ricapitolando pertanto in caso di garanzie accessorie il tacito rinnovo:

  1. è obbligatorio se le garanzie sono stipulate inn fase di acquisto auto nuova o finanziamento per l'acquisto, con un contratto distinto e autonomo rispetto a quello di assicurazione
  2. non è obbligatorio se le garanzie accessorie sono state sottoscritte contestualmente alla rc auto nello stesso contratto o in contratto separato

Cambiare Assicurazione prima della scadenza

L'abolizione del tacito rinnovo come abbiamo visto comporta una durata massima della polizza di 12 mesi, prima dei quali non è possibile dare disdetta anticipata dell'assicurazione, se non in casi specifici. Tra questi rientrano senza dubbio i casi di vendita, rottamazione, esportazione all'estero e furto del veicolo. In queste casistiche occorre ricordare che è necessario inoltrare la richiesta alla propria compagnia allegando l'atto di vendita, demolizione, esportazione del veicolo o una denuncia in caso di furto. Soltanto in questo modo sarà possibile ottenere un rimborso della parte di premio assicurativo non goduto, calcolato in proporzione all'intervallo di tempo rimanente rispetto alla scadenza della polizza.

Quali documenti servono per stipulare la polizza con la nuova compagnia?

Per cambiare assicurazione e stipulare il contratto con la nuova compagnia occorre presentare i seguenti documenti:

  • documento di identità e codice fiscale
  • patente
  • libretto circolazione del veicolo

Ricordiamo che l'attestato di rischio non è più necessario presentarlo in quanto esiste una banca dati Ania comune e direttamente consultabile online. Qualora l'assicurato volesse però visualizzare il proprio attestato di rischio è sufficiente collegarsi all'area privata della propria compagnia assicurativa.

Valutazione del nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 2780 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Assicurazioni Auto

    RC Temporanea

    Cerchi un'assicurazione auto temporanea online? Leggi prima questa guida per sapere tutto di questa formula per l'RC Auto.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Scatola Nera Auto

    L'assicurazione auto con la scatola nera convengono veramente? Ti spieghiamo come funziona e quali sono vantaggi e svantaggi dell'installazione del dispositivo.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Assicurazione auto semestrale

    Usi l'automobile o la moto solo nella bella stagione o per periodi determinati durante l'anno? L'assicurazione semestrale ti dà una mano per risparmiare.

    Leggi la guida
  • Assicurazioni Auto

    Costo Assicurazione Auto

    Cosa contribuisce a formare il costo dell'assicurazione della tua auto? Te lo spieghiamo in questa guida.

    Leggi la guida
Tutte le guide

Compagnie

Ultime News

Tutte le news
02 200 11 200