Subentro Hera Comm Gas

Come richiedere il subentro nel contratto gas di Hera Comm

Che cosa bisogna fare per effettuare un subentro Hera Comm Gas? Quali passaggi bisogna seguire per presentare correttamente la domanda? E quali sono i costi e i tempi necessari per questo tipo di richiesta? In questa guida ci concentreremo proprio su questo tema, riassumendo in un unico spazio tutte le informazioni utili per coloro che vogliono riattivare la fornitura del gas con questa compagnia. 

Sempre nell'ottica di fornire un servizio completo, qui presentiamo anche le altre guide che riguardano l'avvio di una fornitura gas con Hera Comm:

Di seguito, invece, tutte le informazioni utili sul subentro in un contratto gas di Hera Comm.

Subentro o voltura: che cosa cambia

Il subentro, infatti, si riferisce ad un cambio intestatario di una fornitura che è stata disattivata e che necessita di essere ripristinata. Non va confuso, quindi, con una voltura Hera Comm gas: questa richiesta, infatti, è valida solo per un cambio intestatario di un’utenza ancora attiva. 

[Torna all'indice]

Documenti da tenere a portata di mano

La documentazione necessaria per un subentro Hera Comm gas viene indicata chiaramente sul sito ufficiale Gruppohera.it: si tratta di una serie di dati utili che serviranno al fornitore sia per la riattivazione, sia per la preparazione della proposta di contratto che verrà sottoposta al richiedente. Ecco, quindi, la lista:

  • dati del nuovo intestatario (tenete a portata di mano un documento d’identità in corso di validità e il codice fiscale);
  • destinazione d’uso della fornitura;
  • indirizzo in cui è ubicata la fornitura da riattivare;
  • indirizzo di fatturazione (se differente dal precedente);
  • matricola del contatore oppure il codice contratto del precedente cliente;
  • superficie;
  • potenzialità o portata dell’impianto;
  • contatti mail e telefonici per le comunicazioni con il servizio clienti;
  • metodo di pagamento che si vuole utilizzare per il nuovo contratto (IBAN, carta di credito, etc…).

È possibile che il fornitore abbia bisogno anche di altri dati per completare la pratica: ad esempio il titolo abitativo che attesta la proprietà, l’affitto e/o l’utilizzo dell’immobile, i dati catastali o il PDR (Punto di Riconsegna): tuttavia, quando inoltrerai la richiesta, il customer care del Gruppo Hera vi informerà sulla necessità di eventuali integrazioni della documentazione. 

[Torna all'indice]

Cos’è il PDR e dove trovarlo

Se ti stai chiedendo cosa sia il PDR, continua a leggere questo paragrafo: non tutti, infatti, sono a conoscenza di questo importantissimo dato, richiesto non solo per un subentro, ma anche per una voltura o per un allaccio della fornitura stessa. Il Punto di Riconsegna è un codice numerico che indica in maniera univoca ogni contatore del gas. È, in pratica, un numero identificativo del punto fisico in cui la fornitura viene consegnata dal distributore e prelevata dall’utente.

Il codice PDR è sempre presente nella bolletta (in prima pagina): per recuperarlo, quindi, potrebbe consultare una fattura dell’intestatario precedente. A volte è presente anche un’etichetta o un cartellino posto sul contatore stesso (non confondete il PDR con la matricola dell’apparato: sono, infatti, due dati completamente diversi). Se non riuscite a trovarlo, chiedete supporto all’assistenza clienti Hera oppure contatta il distributore della vostra zona

[Torna all'indice]

Come presentare la richiesta

Una raccolti i dati richiesti, è possibile inoltrare la domanda per il subentro Hera Comm gas: è consigliabile utilizzare il numero verde, raggiungibile dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 22 (o il sabato dalle 8 alle 18). Il contatto è l’800 999 500.

Se, però, non riuscite a comunicare con il numero verde, avete a disposizione altre tre modalità di contatto:

  • fax al numero 0542 843189;
  • via posta “tradizionale”, all’indirizzo Hera Comm – Servizio Clienti, via Molino Rosso 8, 40026 Imola (BO);
  • recandosi presso un negozio Hera Comm tra quelli presenti in diversi centri della Penisola, nelle aree coperte dal servizio del fornitore. Sulla pagina “Sportelli sul Territorio” del sito ufficiale del Gruppo Hera troverete tutti gli indirizzi dei negozi, compresi gli orari di apertura e chiusura.

Una volta inoltrata la richiesta, il fornitore preparerà un contratto che verrà inviato al cliente e che dovrà essere restituito compilato e firmato entro 30 giorni (altrimenti la proposta potrebbe decadere e sarebbe necessario ripresentare la domanda). 

[Torna all'indice]

Trova la tariffa ideale con ComparaSemplice.it

Se non hai ancora deciso quale offerta sottoscrivere con l’utenza riattivata potresti farti aiutare dal servizio di confronto tariffe gas che ComparaSemplice.it mette a disposizione per tutti gratuitamente: grazie alla ricerca personalizzabile potrai trovare le migliori soluzioni presenti sul mercato e potresti risparmiare anche oltre 250 euro all’anno sulla bolletta.

Se preferisci parlare con un operatore, invece, potrai richiedere una consulenza senza costi o obblighi d’acquisto attraverso uno dei seguenti canali: via telefono, chiamando il numero 800 709 993 (attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 20), via mail, scrivendo all’indirizzo info@comparasemplice.it oppure aprendo una chat testuale direttamente sul nostro sito. 

[Torna all'indice]

Tempi di attesa

Per un subentro Hera Comm luce potrebbe essere necessario aspettare circa una o due settimane (di norma sono 12 giorni). Ovviamente ogni caso è differente e, quindi, alcune pratiche potrebbero concludersi anche prima di questo periodo. Se vi sono dei ritardi, invece, il fornitore risarcirà il cliente a partire da 30 euro in su (a seconda dell’entità del ritardo e se la responsabilità di esso ricade sulla società). Sarai comunque informato sulle tempistiche dall’assistenza commerciale e tecnica. 

[Torna all'indice]

Costi per il subentro Hera Comm gas

Per quanto riguarda la spesa da sostenere, tutto dipenderà dal distributore locale: le cifre esatte ti saranno indicate nella proposta di contratto e nelle comunicazioni che l’accompagneranno. Generalmente il costo del contratto con Hera Comm è di 25 euro, più l’eventuale deposito cauzionale in caso di utilizzo del bollettino come mezzo di pagamento (se, però, verrà effettuata la domiciliazione delle bollette, il deposito cauzionale verrà restituito).

Da tenere in considerazione, inoltre, eventuali spese per la verifica dell’impianto da riattivare (con possibili interventi e modifiche per la messa in sicurezza): anche questi importi, se previsti, ti saranno indicati dal Gruppo.

La procedura per il subentro Hera Comm gas, quindi, è abbastanza semplice e non differisce molto rispetto a quella prevista con altri fornitori: in caso di dubbi o altre domande relative alla tua richiesta, il nostro consiglio è di contattare immediatamente l’assistenza clienti attraverso il numero verde che ti abbiamo indicato oppure, se avete un punto vendita nelle vicinanze, fare un salto personalmente allo sportello per avere maggiori informazioni. 

[Torna all'indice]

Valuta il nostro servizio di comparazione

Media: 5 su 5
Basata su 28 recensioni cliente

Le nostre guide

  • Gas e Luce

    Allaccio di luce e gas

    Tutto quello che ti serve sapere sull'allacciamento della fornitura di energia elettrica e gas.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Mercato libero dell'energia e del gas

    Cos'è il mercato libero? Perché conviene rispetto al mercato tutelato? Scoprilo nella guida.

    Leggi la guida
  • Gas e Luce

    Come cambiare fornitore

    Consigli e informazioni per cambiare fornitore di luce e gas senza problemi.

    Leggi la guida
Tutte le guide

I Fornitori

News

Tutte le news