Come leggere la bolletta Enel luce: comprendere la fattura per risparmiare

Come leggere la bolletta Enel luce: comprendere la fattura per risparmiare
4.3 (85%) 8 votes
di | 05-04-2017 | Enel, Energia

Non sono in molti, coloro che sanno come leggere una bolletta di Enel luce. Nella fretta del quotidiano, si trova raramente il tempo per soffermarsi sulle fatture delle utenze di casa. Eppure può essere utile per abbattere i costi imparando a confrontare meglio le offerte del mercato e imparando a consumare meglio.

ComparaSemplice vuole fornirvi tutti gli elementi necessari a valutare se il vostro contratto di fornitura elettrica è adatto al vostro stile di consumo, partendo dalla lettura della bolletta di Enel, contratto luce.

Grazie a questa guida, analizzeremo insieme tutti gli elementi interessanti di una fattura tipica di Enel, approfondendo alcuni aspetti che possono passare inosservati a una lettura superficiale del documento.

Bolletta Enel luce: i dati amministrativi

Come leggere bolletta enel p1

Iniziamo con la lettura dei dati amministrativi indicati in bolletta della luce da Enel. Servono a inquadrare il contratto, l’abitazione oggetto della fornitura e l’utente titolare del contratto.

  1. Società – Nel caso di Enel, la specifica della società è fondamentale. Infatti nel Gruppo Enel sono presenti più società che erogano lo stesso servizio. In questo caso stiamo parlando di Enel Energia, la società del Gruppo che si occupa dei contratti del mercato libero dell’energia.
  2. Tipo di fornitura – Quell’icona di una lampadina non è solo un abbellimento della bolletta dell’Enel, ma anche l’indicazione del contratto di riferimento: stiamo parlando di una fornitura luce.
  3. Dettagli contratto – L’area contrassegnata con il numero tre è importante perché definisce il dettaglio del contratto Enel:
    • indirizzo dell’immobile interessato dalla fornitura di luce;
    • il nome della tipologia contrattuale (City luce, in questo caso);
    • tipologia del cliente (domestico o business, residente o non residente);
    • tipologia di pagamento definito in fase di sottoscrizione del contratto (nel caso in cui si sia scelta la domiciliazione bancaria o posta, verrà indicato il conto sul quale verrà addebitata la bolletta);
    • data di attivazione della fornitura (può tornare utile per definire l’inizio del rapporto con Enel);
    • Tensione di fornitura: la 220 V è standard per i contratti domestici;
    • Taglio di potenza: 3,0 kW (taglio standard per i contratti domestici);
    • Livello massimo di potenza: elemento interessante che indica l’assorbimento massimo del periodo di riferimento (utile per valutare un aumento o una diminuzione di potenza).
  4. Dati di fatturazione – Il nome del titolare del contratto e il suo indirizzo.
  5. Il numero cliente Enel Energia – Questo numero a nove cifre identifica il cliente.
  6. Codice POD – Qui è dove si trova il codice POD nella bolletta Enel. È il codice univoco che identifica il Punto di Prelievo (Point of Delivery). Grazie a questo identificativo è possibile individuare con esattezza l’utenza e il contatore. È un’informazione necessaria nel caso di voltura o subentro.
  7. Il codice fiscale dell’intestatario
  8. Periodo – È l’intervallo di tempo a cui fa riferimento la bolletta Enel.
  9. Totale da pagare – L’importo dovuto per il consumo di energia elettrica nel periodo di riferimento. Sotto il totale, un’informazione da leggere con attenzione: la data entro la quale effettuare il pagamento per evitare d’incorrere in penali.
  10. Pagamenti in regola o arretrati? – In questo box vengono segnalati eventuali ritardi nei pagamenti.
  11. Dettaglio dei costi in bolletta – Leggere con attenzione la bolletta della luce significa anche guardare con attenzione i dettagli degli importi fatturati. Questo ci può far capire quanto pesa ciascun elemento di costo. Il risultato della somma di questi elementi dà il totale della bolletta della luce Enel prima de:
    • Spesa delle componente energia;
    • Spesa di trasporto e gestione contatore;
    • Spesa oneri di sistema;
    • Totale imposte e IVA;
    • Canone di abbonamento alla televisione per uso privato.
  12. Dettaglio fiscale – Un’ulteriore specifica dei costi che ci permette di vedere quanto incidono le imposte e l’IVA sul costo totale della bolletta.

Leggere la bolletta: i dati sui consumi

 

Come leggere bolletta enel p2

Leggendo il secondo foglio della bolletta Enel luce si possono avere informazioni utili sul consumo energetico. Dati utili per comprendere il proprio stile di utilizzo dell’energia elettrica e gli eventuali margini di ottimizzazione per risparmiare sulla bolletta della luce. Sapere in quale fascia oraria di consuma di più, infatti, ci può aiutare a scegliere tra un contratto a tariffa monoraria o bioraria o a valutare le offerte che ci permettono di risparmiare nella fascia oraria di consumo che utilizziamo di più.

  1. Dettaglio dei consumi fatturati – Nella prima parte del secondo foglio della bolletta Enel si può leggere l’ammontare del consumo di kWh nell’anno (fino al momento della fatturazione) e nel periodo di riferimento.
  2. Focus sulle fasce orarie – Un approfondimento che ci permette di analizzare i consumi suddivisi per fascia oraria.
  3. Paga con un click – Agli utenti più pratici delle nuove tecnologie, il QR code presente in questo box permette di saldare la bolletta utilizzando l’app Enel Energia tramite lo smartphone.
  4. Riepilogo del contratto – In questo box si può leggere un’informazione utile e a portata di bolletta: le informazioni di base sul contratto di fornitura attivo con Enel.

Grazie a questa guida offerta da ComparaSemplice, si scoprirà come leggere la bolletta luce Enel analizzando, con attenzione, ogni dettaglio utile a comprendere il prezzo in fattura e il vostro stile di consumo.

Qualora non foste soddisfatti del vostro contratto di fornitura luce, non esitate a utilizzare il nostro comparatore di tariffe per trovare l’offerta che più si addice alle vostre esigenze.

 

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995

Titolo Popup

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.